Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Parma

Cittadinanza

Dirigente Dell'Area:Dott.ssa Daniela PIEDIMONTE
Email Dirigente Dell'Area: daniela.piedimonte(at)interno.it

Cittadinanza

Le richieste di informazioni sulle pratiche per l’acquisto della cittadinanza italiana NON SARANNO PIU’ ACCOLTE ALLO SPORTELLO.
Come noto, infatti, l’interessato può conoscere lo stato di avanzamento della propria pratica collegandosi al sito: https://www.interno.gov.it/it/temi/cittadinanza-e-altri-diritti-civili/cittadinanza consulta la tua pratica utilizzando le proprie credenziali.
Per le prenotazioni telefoniche 0521219485 - 219415
Addetto: Dott.ssa Rossella Lombardi tel.: 0521/219413 rossella.lombardi@interno.it,
Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: Piano Terra - Palazzo di Prefettura
Email dell'ufficio:
 
AVVISO
Ai sensi delle modifiche introdotte dal decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113 , in vigore dal 5 ottobre 2018 i TERMINI per la conclusione dei procedimenti di concessione della cittadinanza ancora non conclusi alla data del 5 ottobre 2018 sono di 48 mesi dalla data di presentazione dell'istanza.
 
I principali modi per divenire cittadino italiano sono per residenza e per matrimonio .

Cittadinanza per residenza/naturalizzazione
Puoi chiedere il riconoscimento della cittadinanza se risiedi legalmente e continuativamente da almeno 10 anni sul territorio dello Stato italiano. Se sei cittadino dell'U.E. occorrono 4 anni di residenza legale. (art. 9)
  Cittadinanza per matrimonio
Puoi acquisire la cittadinanza italiana se sei coniugato da almeno due anni con cittadino italiano e risiedi in Italia da almeno due anni (in tale caso, se dall'unione sono nati figli, il termine è dimezzato); occorrono tre anni se risiedi all'estero, sempre che al momento della relativa decisione non sia intervenuta la separazione dei coniugi o lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio. (art. 5)
Cittadinanza per apolidi e rifugiati
Per i titolari di permesso per protezione internazionale, per gli apolidi e per i maggiorenni adottati da cittadini italiani, occorrono 5 anni di residenza legale. (art. 9)
 
ATTENZIONE! La residenza deve essere continuativa e ininterrotta fino al momento del giuramento.

I requisiti richiesti sono:
• la residenza legale e continuativa
• il possesso di redditi sufficienti
• l'integrazione sociale in Italia
• l'assenza di condanne nel Paese di origine e in Italia
• assenza di motivi ostativi per la sicurezza pubblica
 
RICORDA! Dal 18 maggio del 2015 è entrato in funzione il si stema di presentazione delle domande di cittadinanza onli ne . Per maggiori informazioni rivolgiti allo sportello Unico Immigrazione o agli Sportelli Immigrazione dei Comuni
 
 
Cosa deve fare il cittadino
 
Il richiedente compilerà la domanda, utilizzando le credenziali d'accesso ricevute a seguito di registrazione sul portale dedicato, e la trasmetterà in formato elettronico, unitamente ad un documento di riconoscimento, agli atti formati dalle autorità del Paese di origine (atto di nascita e certificato penale) e alla ricevuta dell'avvenuto pagamento del contributo di euro 250,00 .
 
ATTENZIONE! Il minore straniero nato in Italia, diventa cittadino italiano soltanto se soggiorna ininterrottamente in Italia fino alla maggiore età e richiede il riconoscimento della cittadinanza italiana al proprio Comune di residenza tra il 18° e il 19° anno di età.
 
 
RICORDA! Se hai ottenuto la cittadinanza i figli minori conviventi e regolarmente residenti sul territorio presenti al momento del giuramento acquistano la cittadinanza italiana.



Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 11/10/2018 alle 09:31