Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Palermo

Comunicati Stampa

 

 Scioglimento Comune di San Giuseppe Jato

COMUNICATO STAMPA
9 luglio 2021

 

Sulla scorta degli elementi emersi da un'attenta azione di monitoraggio, che orientavano a ritenere sussistente il possibile condizionamento dell'Amministrazione Comunale di San Giuseppe Iato da parte della locale criminalità organizzata mafiosa, il Prefetto di Palermo ha con propria dettagliata relazione del 12 settembre 2020 rimesso al Ministero dell'Interno la valutazione circa il conferimento di delega per lo svolgimento di un accesso ispettivo presso il citato Comune. 

La citata delega è stata quindi conferita, dal Ministro dell'Interno, con decreto del successivo 22 settembre 2020, per l'esercizio dei poteri di accesso e di accertamento nei confronti del Comune di San Giuseppe Iato, con le modalità e la tempistica di cui all'art. 143 D. Lgs. 267/2000 e s.m. 

L'accesso ispettivo ha avuto inizio il 29 settembre, giusta provvedimento del Prefetto in pari data, con l'insediamento della Commissione di indagine che ha proseguito la propria attività (anche per effetto di una proroga concessa nel mese di dicembre) sino al 26 marzo, data alla quale ha consegnato la propria relazione conclusiva. 

I tratti salienti della suddetta relazione sono stati pertanto illustrati nel corso del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, svoltosi il 5 maggio alla presenza, tra gli altri, del Procuratore Aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Palermo - DDA.

Il Consesso, nel condividere l'analisi del Prefetto circa gli elementi che possano avere contribuito ad alterare l'attività di indirizzo politico - amministrativo e di controllo degli organi elettivi del Comune, ha unanimemente ritenuto comprovata la sussistenza di elementi concreti, univoci e rilevanti che fanno ritenere possibile l'infltrazione della mafia in quell'Ammnistrazione Comunale. 

Con propria successiva relazione, del 6 maggio u.s., il Prefetto, compendiando sinteticamente le risultanze contenute nella relazione di accesso della Commissione, ha rassegnato al Ministro dell'Interno l'esito del complessivo procedimento istruttorio, ritenendo delineate le forme di permeabilità ad infiltrazioni mafiose dell'Amministrazione Comunale di San Giuseppe Iato con compromissione del buon andamento e dell'imparzialità dell'azione di governo ed amministrativa dell'Ente locale. 

Nella seduta svoltasi lo scorso 8 luglio, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'Interno, in considerazione delle accertate forme di condizionamento dell'Amminstrazione locale da parte della organizzazione mafiosa, ha deliberato l'affidamento ad una Commissione Straordinaria della gestione del Comune di San Giuseppe Iato, guidato, dallo scorso 8 ottobre, data delle dimissioni del Sindaco e di più della metà dei consiglieri comunali, da un Commissario regionale facente le funzioni di Sindaco, Giunta e Consiglio Comunale. 

Il suddetto provvedimento di scioglimento deliberato dal Consiglio dei Ministri sarà trasmesso al Presidente della Repubblica per l'emanazione del successive decreto di scioglimento. 

 

                                                     IL CAPO DI GABINETTO 
(Iacolare)

Pubblicato il
:

 
Torna su