Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Palermo

Bandi di gara e concorsi

 

 Avviso Pubblico - Affidamento del servizio di accoglienza nella provincia di Palermo dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale

AVVISO PUBBLICO

  Affidamento del servizio di accoglienza nella provincia di Palermo dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale (artt. 20 e 27 D. l vo 163/06 e relativo Regolamento di attuazione D.P.R. 207/10).

CIG 5879905B18      

PREMESSA  

In conformità alle disposizioni impartite dal Ministero dell’Interno , con le recenti circolari diramate dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione n. 7418 del 20.6.2014 e n. 5484 del 27.6.2014, questa Prefettura intende procedere all’individuazione del soggetto gestore incaricato di espletare il servizio di accoglienza dei migranti richiedenti protezione internazionale nella provincia di Palermo .

Detto servizio è a scrivibile a quelli indicati nell’allegato II B) del Codice dei c ontratti pubblici di cui al D. lvo 163/06 , la cui disciplina è desumibile dagli artt. 20 e 27 ; sicché, in conformità ai contenuti della c omunicazione interpretativa 2006/C179 dell’1.8.2006 della Commissione Europea , occorre assicurare attraverso un mezzo di comunicazione largamente diffuso ( sito internet ) un’adeguata pubblicità de ll’ appalt o relativo al presente avviso, così da garantire un’adeguata trasparenza all’iniziativa in argomento .

Pertanto, sulla scorta delle indicazioni recate dalla menzionata interpretazione della Commissione europea ed ai sensi della normativa contenuta negli artt. 20 e 27 del Codice dei contratti pubblici, si ritiene di garantire la massima partecipazione, dando pubblicità al presente bando sul sito internet di questa Stazione appaltante e sul sito internet della Camera di commercio di Palermo, nel rispetto dei principi comunitari di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento e trasparenza.  

In relazione a quanto precede, al fine di individuare il contraente con il quale stipulare l’apposita convenzione per l’affidamento del servizio in argomento, si specificano - di seguito - le condizioni e le modalità di partecipazione alla procedura.

  A PPALTO

  O GGETTO: l ’affidamento ha per oggetto il servizio di accoglienza di cittadini stranieri nell’ambito della provincia di Palermo richiedenti protezione internazionale, come esplicitato nell’accluso schema di convenzione ( parte integrante del presente avviso ) allegato alla circolare del Ministero dell’Interno n.2204 del 9.3.2014.   

C ONDIZIONI: c on la partecipazione al presente avviso pubblico, gli operatori dichiarano sotto la propria responsabilità di garantire l’espletamento dei servizi richiesti ( riportati nello schema di convenzione ) per il periodo intercorrente tra la data di stipulazione della convenzione ( a seguito dell’espletamento della procedura di gara ) al 31.12.2014, per n. 1056 persone, corrispondente al numero dei migranti in accoglienza nel territorio di questa provincia alla data di pubblicazione del presente avviso, ed in base al corrispettivo a base d’asta pro/die pro/capite di € 35,00 oltre iva (se dovuta).  

C AUZIONI E SPESE: l ’aggiudicatario è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria ai sensi all’art. 113 comma 1 e 2 del D L vo . 163/2006 e s.m.i.. L’aggiudicatario è tenuto a versare il prescritto contributo in favore dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici, come previsto dalla Delibera della stessa Autorità del 5.3.2014, secondo le modalità di riscossione per i contributi in sede di gara ( Istruzioni in vigore dall’1/1/2014, consultabili sul sito www.avcp.it ).  

G ARA  

DOCUMENTI: i documenti della procedura di gara sono costituiti dal presente avviso e dallo schema di convenzione qui allegato ( accluso al la circolare del Ministero dell’Interno del 9.3.2014 ) , in applicazione dell’art. 68 del D. lvo 163/06  

SOGGETTI PARTECIPANTI: possono partecipare alla gara i soggetti in grado di dimostrare di avere maturato negli ultimi cinque anni una comprovata esperienza in ambito SPRAR o in progetti di accoglienza similari destinati ai richiedenti protezione internazionale o nella gestione dell’emergenza nord Africa, regolarmente iscritti negli albi all’uopo previsti. Si precisa che potranno partecipare anche strutture alberghiere, purché garantiscano i servizi indicati nell’accluso schema di convenzione, anche attraverso la stipulazione di un’apposita convenzione con operatori del privato sociale di comprovata esperienza per l’accompagnamento giuridico, sanitario e sociale.  

BASE D’ASTA: i l prezzo a base d’asta è fissato in € 35,00 oltre iva (se dovuta) pro-capite pro-die, relativo alla gestione ed alla struttura. Il valore del contratto resta determinato, pertanto, in base al numero dei migranti assistiti alla data di stipulazione della convenzione, al periodo compreso tra detta data ed il 31.12.2014 ed al corrispettivo offerto dall’aggiudicatario ( ribasso sulla base d’asta di € 35,00 al netto degli oneri fiscali ). 

CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: la gara sarà aggiudicata con il criterio del “prezzo più basso” rispetto alla citata base d’asta di € 35,00 oltre iva ( se dovuta ) pro-capite pro-die.  

R ISOLUZIONE ANTICIPATA: i n considerazione della peculiarità della prestazione richiesta, questa Prefettura si riserva la possibilità di risoluzione anticipata della convenzione per cessata esigenza o per modificazione delle condizioni economiche stabilite dal Ministero dell’Interno .  

PROROGA DELL’ACCORDO: in caso di necessità e previo assenso del Ministero dell’Interno, è prevista la possibilità di prorogare il rapporto negoziale alle medesime condizioni sino al 31 dicembre 2015.  

DOCUMENTI E OFFERTA  

La partecipazione alla gara comporta la regolare presentazione dell’offerta e di tutti i documenti di seguito elencati.  

Il plico, contenente la documentazione e l’offerta, deve mostrare all’esterno l’indicazione del mittente e riportare - a pena di esclusione dalla gara - la dicitura: “OFFERTA PER IL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA NELLA PROVINCIA DI PALERMO DI CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI PROTEZIONE INTERNAZIONALE - C.I.G.: 5879905B18 RISERVATO - NON APRIRE" .

L’anzidetto plico, debitamente sigillato con ceralacca e controfirmato sui lembi di chiusura, dovrà pervenire a questa Prefettura, via Cavour n.6 Palermo ( piano secondo archivio di gabinetto stanza n.64 ), a mezzo raccomandata a.r., corriere speciale o recapito a mano, entro le ore 12,00 di mercoledì 3 settembre 2014 , pena l’esclusione dalla gara. Il tempestivo recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente e a tale riguardo farà fede il timbro ( recante data e ora ) di ricevimento apposto dall’ufficio ricevente.  

Relativamente al contenuto del plico, si precisa che lo stesso dovrà contenere, a pena di esclusione, due buste - anch’esse sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura - denominate rispettivamente: “ Busta A Documentazione ” e “ Busta B Offerta ”.  

La “ Busta A D ocumentazione dovrà riportare sul frontespizio l’indicazione del mittente e contenere i seguenti documenti:

1) Domanda di partecipazione r edatta in bollo debitamente sottoscritta dal legale rappresentante riportante i seguenti dati: nome e natura giuridica del soggetto partecipante e del legale rappresentante ( se diverso ), indirizzo della sede legale e delle eventuali sedi operative , co dice fiscale/partita iva ed ogni altro elemento utile all’identificazione (tel., fax, e-mail, P.E.C. .. ). (modello 1)

2) Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà redatta ai sensi degli artt. 47 e 76 del D.P.R. 445/2000 sottoscritta dal Legale rappresentante, attestante il possesso delle seguenti condizioni di partecipazione (modello 2) .  

Condizioni e requisiti di partecipazione sono :  

a) l’iscrizione al r egistro delle i mprese presso la competente C.C.I.A.A., recante - tra l’altro - l’indicazione delle attività e l’insussistenza di procedure concorsuali. Per i soggetti che non sono tenuti all’iscrizione nell’anzidetto registro, dovrà essere prodotta la dichiarazione di iscrizione negli albi e nei registri all’uopo previsti;

b) l’indicazione del codice fiscale/partita iva;

c) l’insussistenza di elementi preclusivi alla contrattazione con la Pubblica Amministrazione ed in particolare delle condizioni di esclusione specificate dall’art. 38 del Codice dei Contratti ;

d) il rispetto del vigente C.C.N.L. e dei contratti integrativi di categoria di riferimento;

e) il rispetto delle norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili ai sensi della L. 68/99 ed il rispetto delle prescrizioni contenute nel D. Lgs. 286/98;

f) di avere tra i propri fini istituzionali quello di operare in un settore di intervento pertinente con i servizi di assistenza ed accoglienza, oggetto dell’appalto;

g) di essere in regola con gli adempimenti e gli obblighi contributivi in materia previdenziale, assistenziale ed assicurativa e di sicurezza ne i luoghi di lavoro;

h) di avere preso piena conoscenza del contenuto dello schema di convenzione allegato alla circolare ministeriale del 9.3.2014 e di accettarlo in ogni sua parte;

i) l’insussistenza di cause di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art. 67 del decreto legislativo 159/2011;

j) di essere in possesso di certificazione urbanistica e sanitaria, relativa alle strutture ed ai locali ove saranno ospitati i migranti, in caso di aggiudicazione;

k) di essere in possesso dei requisiti minimi organizzativi previsti nell’allegato schema di convenzione;

l) l’avvenuta esecuzione negli ultimi cinque anni di servizi analoghi per una consistenza complessiva pari a quelli da affidare.

Ai sensi dell’art. 49 del Codice, il concorrente singolo, consorziato, raggruppato o aggregato in rete può dimostrare il possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e organizzativo avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto. Il concorrente e l’impresa ausiliaria sono responsabili in solido nei confronti della stazione appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto.

Nel caso di consorzi di cui all’art. 34 comma 1 lett. b) del Codice ( consorzi tra società cooperative di produzione e lavoro e consorzi tra imprese artigiane) , i requisiti di cui al precedente paragrafo, ai sensi dell’art. 35 del Codice, dovranno essere posseduti direttamente dal consorzio.

Nel caso di consorzi di cui all’art. 34 comma 1 lett. c) ( consorzi stabili ), i requisiti di cui al precedente paragrafo devono essere posseduti direttamente dal consorzio, ovvero dai singoli consorziati esecutori, secondo le disposizioni dell’art. 277 del Regolamento.

3) Dichiarazione sulla tracciabilità dei flussi finanziari ex L. 136/10 ed autocertificazione del documento unico di regolarità contributiva - D.U.R.C., sottoscritte dal legale rappresentante, con acclusa copia del documento di identità in corso di validità. (modello 3 – modello 4)

4) Dimostrazione dell’avvenuto pagamento del contributo in favore dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici, così come previsto dalla Delibera A.V.C.P. del 5 marzo 2014 e secondo le modalità di riscossione per i contributi in sede di gara ( vedi i struzioni in vigore dall’1/1/2014 consultabili sul sito www.avcp.it ) . Il mancato versamento della somma dovuta in favore dell’Autorità di Vigilanza comporterà l’esclusione dalla gara.

5) L’eventuale copia autentica dell’atto di procura (nel caso di offerta per procura).  

6) Lo schema di convenzione sottoscritto in segno di accettazione in ogni foglio dal l egale r appresentante.  

Non è ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali sussistano:   

-) le cause di esclusione di cui all’art. 38 comma 1 lettere a), b), c), d), e), f), g), h), i), l), m), m- bis ), m- ter ed m- quater ), del Codice;

-) le cause di divieto, decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 del D. Lgs. 6 settembre 2011, n. 159;

-) le condizioni di cui all’art. 53 comma 16- ter del D. Lgs. del 2001 n. 165 o che siano incorsi, ai sensi della normativa vigente, in ulteriori divieti a contrattare con la pubblica amministrazione.

Agli operatori economici concorrenti, ai sensi dell’art. 37 comma 7 primo periodo del Codice, èvietato partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero partecipare alla gara anche in forma individuale qualora gli stessi abbiano partecipato alla gara medesima in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti o aggregazione di imprese aderenti al contratto di rete.

Ai consorziati indicati per l’esecuzione da un consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lett. b) ( consorzi tra società cooperative e consorzi tra imprese artigiane ), ai sensi dell’art. 37 comma 7 secondo periodo del Codice, è vietato partecipare in qualsiasi altra forma alla medesima gara; il medesimo divieto, ai sensi dell’art. 36 comma 5 del Codice, vige per i consorziati indicati per l’esecuzione da un consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lettera c) ( consorzi stabili ).

La verifica del possesso dei requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativo ed economico-finanziario avverrà, ai sensi dell’art. 6- bis del Codice, attraverso l’utilizzo del sistema AVC pass , reso disponibile dall’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture con la delibera attuativa n. 111 del 20 dicembre 2012 e ss.mm.ii., fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 6- bis .  

Modalità di presentazione della documentazione  

Tutte le dichiarazioni sostitutive richieste ai fini della partecipazione alla presente procedura di gara:  

a)       devono essere rilasciate ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e ss.mm. ii. in carta semplice, con la sottoscrizione del dichiarante ( rappresentante legale del candidato o altro soggetto dotato del potere di impegnare contrattualmente il candidato stesso ); al tale fine le stesse devono essere corredate dalla copia fotostatica di un documento di riconoscimento del dichiarante, in corso di validità; per ciascun dichiarante è sufficiente una sola copia del documento di riconoscimento anche in presenza di più dichiarazioni su più fogli distinti;

b)       potranno essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentati ed in tal caso va allegata copia conforme all’originare della relativa procura;

c)       devono essere rese e sottoscritte dai concorrenti, in qualsiasi forma di partecipazione, singoli, raggruppati, consorziati, aggregati in rete di imprese, ancorché appartenenti alle eventuali imprese ausiliarie, ognuno per quanto di propria competenza;  

La documentazione da produrre, ove non richiesta espressamente in originale, potrà essere prodotta in copia autenticata o in copia conforme ai sensi, rispettivamente, degli artt. 18 e 19 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445.  

Comunicazioni  

Tutte le comunicazioni e tutti gli scambi di informazioni tra stazione appaltante e operatori economici si intendono validamente ed efficacemente effettuate qualora rese al domicilio eletto, all’indirizzo di posta elettronica certificata o al numero di fax indicati dai concorrenti , il cui utilizzo sia stato espressamente autorizzato dal candidato ai sensi dell’art. 79 comma 5- bis del D. lvo 82/2005 (Codice dell’Amministrazione digitale. Ai sensi della predetta norma e dell’art. 6 del D. lvo 7 marzo 2005 n. 82, in caso di indicazione di indirizzo P.E.C. le comunicazioni verranno effettuate in via esclusiva o principale attraverso PEC. Eventuali modifiche dell’indirizzo P.E.C. o del numero di fax o problemi temporanei nell’utilizzo di tali forme di comunicazione dovranno essere tempestivamente segnalate all’ufficio; in caso contrario, l’Amministrazione declina ogni responsabilità per il tardivo o mancato recapito delle comunicazioni.

In caso di raggruppamenti temporanei, o consorzi ordinari, anche se non ancora costituiti formalmente, la comunicazione recapitata al mandatario si intende validamente resa a tutti gli operatori economici raggruppati, aggregati o consorziati. In caso di avvalimento, la comunicazione recapitata all’offerente si intende validamente resa a tutti gli operatori economici ausiliari.  

Subappalto  

Il concorrente deve indicare all’atto dell’offerta le parti del servizio che intende subappaltare o concedere in cottimo in conformità a quanto previsto dall’art. 118 del Codice; in mancanza di tali indicazioni il successivo subappalto è vietato. Si precisa che la quota percentuale subappaltabile deve essere contenuta entro il limite massimo del 30% dell’importo contrattuale.   

Formulazione dell’offerta  

La “ Busta B Offerta dovrà riportare sul frontespizio l’indicazione del mittente e contenere l’offerta (modello 5), la quale deve essere in bollo, espressa in lingua italiana , recante l’in dicazione - a pena di nullità - del prezzo pro / capite pro / die in cifre ed in lettere, nonché della percentuale di ribasso ( anch’essa espressa in cifre e in lettere ) rispetto al la base d’asta. In caso di divergenza tra l’importo offerto e il ribasso percentuale dichiarato, verrà applicato il valore percentuale dichiarato che l’offerente sarà obbligato a praticare, in caso di convenzionamento. In caso di discordanza tra l’indicazione in cifre del ribasso e quella in lettere, sarà ritenuta valida quella più vantaggiosa per l’Amministrazione (art. 72 comma 2 del R.D. n.827/1924). Non potranno essere accettate offerte sottoposte a condizioni, termini e modi. L’offerta dovrà essere sottoscritta con firma leggibile e per esteso dal legale rappresentante.   

AGGIUDICAZIONE  

L’apertura delle buste pervenute in tempo utile ( mercoledì 3 settembre 2014 ore 12.00 ) avrà luogo in seduta pubblica nei locali della Prefettura di Palermo ( Via Cavour 6 ), nella data e nell’ora all’uopo comunicate. Potranno presenziare alla seduta i rappresentanti legali (o loro delegati) dei soggetti partecipanti alla gara. L’appalto è affidato con il criterio del prezzo più basso rispetto alla base d’asta di € 35,00 iva esclusa pro-capite pro-die. Ai sensi del combinato disposto d i cui agli artt. 69 ed 89 del Regolamento di contabilità generale dello Stato, si procederà all’aggiudicazione dell’appalto anche in presenza di una sola offerta valida. Se due o più concorrenti presenteranno offerte di pari importo , si procederà per sorteggio.

Le singole strutture d’accoglienza, individuate a seguito della procedura di cui al presente avviso, dovranno ospitare fino ad un massimo di 100 migranti per struttura e non oltre 250 migranti per Comune. O ltre tale limite dov ranno essere utilizzate altre strutture, purché ubicate in altri Comuni della provincia . Limitatamente al Comune capoluogo, potranno essere ospitati fino a 500 migranti, purché non venga superata la soglia di 100 ospiti per struttura.

Si procederà all’affidamento del servizio di accoglienza mediante la sottoscrizione della convenzione ( di cui all’allegato schema - all.1 ), previa acquisizione d’ufficio della documentazione di seguito evidenziata:  

-) documento unico di regolarità contributiva - D.U.R.C. attestante la regolarità contributiva e assicurativa ;

-) certificato antimafia , salvo quanto previsto dall’art. 92 comma 3 del D. lvo 159/201 1;

-) documentazione comprovante il versamento della prescr itta cauzione ex art. 113 del D. lvo 163/06.   

e’ facoltà della stazione appaltante di non procedere all’aggiudicazione della gara qualora nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto o, se aggiudicata, di non stipulare il contratto d’appalto.

L’offerta vincolerà il concorrente per 180 giorni dal termine indicato nel bando per la scadenza della presentazione dell’offerta, salvo proroghe richieste dalla stazione appaltante.

Fatto salvo l’esercizio dei poteri di autotutela nei casi consentiti dalle norme vigenti e l’ipotesi di differimento espressamente concordata con l’aggiudicatario, il contratto di appalto verrà stipulato nel termine di 40 giorni che decorre dalla data in cui l’aggiudicazione definitiva è divenuta efficace. Le spese relative alla stipulazione del contratto sono a carico dell’aggiudicatario.

La stipulazione del contratto è subordinata, comunque, al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia ed al controllo del possesso dei requisiti prescritti. L’Amministrazione procederà al recesso dalla convenzione in caso di sopraggiunta comunicazione interdittiva antimafia, ai sensi dell’art. 92 comma 4 del D. lvo 159/2011.

Per quanto non previsto nel presente avviso pubblico, si rinvia alle norme di cui al D. lvo 163/2006 e al D.P.R. 207/10.

Ai sensi degli artt. 65 e 225 del D. lvo 163/06, si fa presente che tutte le comunicazioni, le eventuali rettifiche e l’avviso sull’esito della procedura di affidamento di cui è cenno saranno resi noti, analogamente al presente avviso, tramite pubblicazione sul sito internet di questa Prefettura ( www.prefettura.it/palermo ) , con ogni effetto di pubblicità legale.

Il Responsabile del procedimento è la Rag. Giuseppina Patti, Funzionario economico finanziario del Servizio “ Amministrazione - Servizi generali e Attività contrattuale ” (tel. 091.338447, mail giuseppina.patti(at)interno.it ).

 

Palermo, lì 1 agosto 2014                                         
I L VICEPREFETTO VICARIO ( Trio)
Pubblicato il 01/08/2014
Ultima modifica il 23/09/2014 alle 16:46:28

 
Torna su