Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Palermo

Cupola 2.0 - Summit di mafia in parruccheria - Il Prefetto adotta interdittiva antimafia.

Il Prefetto di Palermo, proseguendo nell'analisi delle evidenze investigative disvelate con l'operazione di polizia giudiziaria Cupola 2.0, ha adottato un provvedimento interdittivo, ai sensi dell'art.89 bis del D. Lgs. 159/2011, nei confronti dell'esercizio commerciale denominato Parrucchieri La Rosa Marco, avente sede a Palermo, in Viale Maria SS Mediatrice n.100, di cui risulta titolare Civiletti Maria Grazia, non iscritta alla Camera di Commercio.
 
La decisione si è resa necessaria poiché nel provvedimento giudiziario di fermo, emesso dalla Procura della Repubblica - DDA di Palermo nei confronti di 49 indiziati di gravi delitti, tra cui Settimo MINEO, nuovo referente di cosa nostra palermitana e componenti dell'organizzazione mafiosa, è emerso che uno degli arrestati, indagato per il delitto associativo mafioso, è LA ROSA Marco il cui esercizio di parruccheria " era stato scelto quale luogo di elezione per gli incontri durante i quali si discutevano e pianificavano le strategie per il conseguimento dei fini del sodalizio mafioso. Il LA ROSA, tuttavia, non aveva un ruolo meramente passivo rispetto allo svolgimento di tali summit ...ma ....si attivava al fine di far sì che i sodali potessero discutere fra di loro ed in maniera riservata dei propri affari, invitando di volta in volta con un pretesto i vari interlocutori a recarsi presso il detto esercizio commerciale, e così facendo da tramite fra di loro" .
Inoltre, il LA ROSA utilizzava, al suddetto scopo, le utenze telefoniche intestate alla Civiletti.
Il provvedimento interdittivo è comunicato al Comune di Palermo, per i conseguenziali adempimenti di competenza.
   
L'Addetto Stampa
(Viceprefetto Mongiovì)
 

Data pubblicazione il 15/12/2018
Ultima modifica il 09/01/2019 alle 10:38

 
Torna su