Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Padova

Comunicati stampa

 

 Celebrazioni Internato Ignoto

 
Domenica 23 settembre il Prefetto di Padova prenderà parte alla cerimonia commemorativa del 75° anniversario dell'internamento dei Militari Italiani nei lager nazisti che avrà luogo presso il Tempio Nazionale dell'Internato Ignoto a Terranegra - Padova, alle ore 9.
Dopo gli interventi previsti, il Prefetto consegnerà le medaglie d'onore ai militari e civili deportati ed internati nei lager nazisti o ai loro familiari.

Si indica, di seguito, l'elenco degli insigniti.

INSIGNITI MEDAGLIA D'ONORE EX INTERNATI
  1. ORLANDO DRAGHI (alla memoria) - ALBIGNASEGO
  2. ANGELO LORENZETTI (alla memoria) - ALBIGNASEGO
  3. LUIGI LESSIO (alla memoria) - ARRE
  4. BENIAMINO MIOTTO (alla memoria) - CADONEGHE
  5. MARIO BASTIANELLO (alla memoria) - CAMPODORO
  6. ANGELO LAGO (alla memoria) - FONTANIVA
  7. GIOVANNI DIMA (alla memoria) - GALZIGNANO TERME
  8. ANTONIO COGNOLATO (alla memoria) - MASERA' DI PADOVA
  9. PRIMO VIOLATTO (alla memoria) - MASERA' DI PADOVA
  10. ALDO VOLPIN (alla memoria) - MASERA' DI PADOVA
  11. FAUSTO D'AGOSTINI (alla memoria) - MERLARA
  12. NATALINO MONTANARO (alla memoria) - RUBANO
  13. GIOVANNI CAPPELLOTTO (alla memoria) - SAN GIORGIO IN BOSCO
  14. GIUSEPPE MENGARDO (alla memoria) - SANTA GIUSTINA IN COLLE
  15. GIUSEPPE SACCARDO (alla memoria) -VILLAFRANCA PADOVANA
Pubblicato il :

 Scuole sicure - Riunione del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica

 
Il Prefetto Renato Franceschelli ha presieduto questa mattina una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica nel corso della quale è stata, tra l'altro, esaminata la recente direttiva del Ministro dell'Interno in tema di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole.
Alla riunione hanno partecipato, oltre ai vertici delle Forze dell'Ordine, i rappresentanti del Comune di Padova e dell'Ufficio Scolastico Provinciale.
Il Prefetto, nel richiamare i contenuti della citata direttiva, ha sottolineato la pericolosità dei reati connessi allo spaccio di stupefacenti, ancor più avvertita quando gli stessi sono commessi nei pressi delle scuole, luoghi nei quali frequentemente i giovani maturano le prime esperienze di contatto con il mondo delle sostanze psicotrope con gravi conseguenze sotto il profilo della salute e dei comportamenti individuali.
E' pertanto necessario intensificare ulteriormente le iniziative in essere tanto sotto il fronte della prevenzione che su quello della repressione ottimizzando la collaborazione tra le diverse componenti del sistema per fronteggiare un problema particolarmente sentito nella provincia di Padova e, in particolare, nel capoluogo non a caso inserito tra le 15 città italiane destinatarie di appositi finanziamenti ministeriali.
Nelle prossime settimane verranno pertanto individuati i progetti ai quali dovranno essere destinate le somme stanziate.
Un apposito tavolo tecnico, coordinato dal Questore, individuerà le aree pertinenti alle singole realtà scolastiche da sottoporre a mirati servizi di controllo in collaborazione con la Polizia Locale. Analoga collaborazione sarà richiesta dal Prefetto ai Sindaci della provincia per le iniziative da mettere in campo nei rispettivi territori.
Pubblicato il :

 
Torna su