Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Padova

Comunicati stampa

 

 Comunicato stampa n. 4

In relazione alla situazione di diffusa emergenza provocata dalle abbondanti precipitazioni piovose degli ultimi giorni, questo pomeriggio il Prefetto Patrizia Impresa ha presieduto una riunione del Centro Coordinamento Soccorsi nel corso della quale è stata analizzata la situazione del territorio provinciale.
Alla riunione hanno preso parte il responsabile del Genio Civile di Padova ed i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile provinciale, e del Consorzio di Bonifica Bacchiglione-Brenta.
Secondo quanto relazionato dagli organi tecnici è emerso che i livelli idrometrici dei principali corsi d’acqua che attraversano la provincia mantengono attualmente un livello costante; tuttavia la situazione rimane allo stato critica in particolare per i fiumi Bacchiglione, Fratta-Gorzone e Bisatto.
Per questo motivo per tutta la notte è stata disposta la prosecuzione della sorveglianza dei tratti arginali ritenuti maggiormente a rischio, con un vasto spiegamento di volontari della protezione civile.
Nel contempo sono state riscontrate situazioni di particolare disagio per la popolazione in vari Comuni della provincia nei quali sono presenti zone allagate, con interessamento anche di scantinati e piani terra di edifici, nelle quali stanno operando unità di personale dei VV.F. e squadre di volontari della Protezione Civile.
Per tali situazioni, peraltro, non risulta possibile, allo stato, procedere a interventi di prosciugamento ma solo interventi di assistenza, in quanto i corsi d’acqua non possono ricevere in questa fase ulteriori apporti.
Il Genio Civile ha inoltre comunicato di aver diramato già dalla giornata di ieri l’ordine di spegnimento degli impianti idrovori consortili, al fine di evitare il sovraccarico del sistema idraulico generale.
Lo stesso ha altresì illustrato l’impraticabilità tecnica di cd. laminazioni forzose mediante rotture arginali, in quanto tali manovre comportano la perdita di controllo del flusso d’acqua del fiume, con conseguenti gravi imprevedibili conseguenze.
La Sala Operativa della Prefettura rimarrà aperta anche nelle prossime ore per la prosecuzione del monitoraggio della situazione e per gli eventuali interventi necessari.
Si raccomanda alla popolazione di osservare la massima prudenza, evitando di avvicinarsi a zone potenzialmente pericolose.

Pubblicato il :

 
Torna su