Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Padova

Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni è lo strumento fondamentale per misurare le principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia. Il nuovo Censimento permanente, a cadenza annuale e non più decennale, è stato inaugurato nell'ottobre 2018 e ha registrato una forte partecipazione, con oltre il 92% di risposte.
 
A differenza delle passate tornate censuarie, la rilevazione non coinvolge più tutte le famiglie nello stesso momento, ma solo un campione di esse. Ciò comporta un forte contenimento dei costi della rilevazione (circa il 50% in meno) e una riduzione del fastidio a carico delle famiglie, a fronte di una restituzione di informazioni sempre aggiornate e con forte dettaglio territoriale. Il nuovo censimento permanente interessa ogni anno in Italia un campione di circa un milione e 400 mila famiglie, per un totale di 3,5 milioni di persone residenti in 2.852 comuni italiani
 
In provincia di Padova nel 2018 sono stati coinvolti 35 comuni. Anche nel 2019, a partire dal mese di ottobre, sono interessati 35 comuni dalle operazioni censuarie. Entro il 2021, tutti i comuni avranno preso parte alle rilevazioni. 
 
I comuni coinvolti dal 2018 al 2021. Sono chiamati a partecipare al censimento per tutti e quattro gli anni i comuni di: Abano Terme, Albignasego, Brugine, Cittadella, Limena, Mestrino, Montegrotto Terme, Padova, Piove di Sacco, Selvazzano Dentro, Vigonza e Villa del Conte.
 
I comuni coinvolti nel 2019. Nel 2019 sono interessati anche i Comuni di: Arzergrande, Bagnoli di Sopra, Borgo Veneto, Bovolenta, Cadoneghe, Campodoro, Camposampiero, Carceri, Carmignano di Brenta, Cinto Euganeo, Due Carrare, Galliera Veneta, Gazzo, Massanzago, Ponso, Rovolon, San Martino di Lupari, Saonara, Teolo, Tribano, Vighizzolo d'Este, Villa Estense e Villanova di Camposampiero. 
 
I comuni coinvolti nel 2018. I Comuni interessati dalle operazioni censuarie nel 2018, in aggiunta a quelli coinvolti per i quattro anni, sono stati: Arre, Barbona, Borgo Veneto, Borgoricco, Casale di Scodosia, Conselve, Correzzola, Fontaniva, Granze, Masi, Montagnana, Ospedaletto Euganeo, Pernumia, Polverara, Rubano, San Pietro in Gu, San Pietro Viminario, Solesino, Stanghella, Terrassa Padovana, Torreglia, Trebaseleghe, Vigodarzere.
 
Come si svolge il censimento
Il Censimento, anche nel 2019, si compone di due rilevazioni campionarie (areale e da lista). Le famiglie possono essere chiamate a partecipare a una delle due oppure non essere coinvolte dall'edizione in corso. Più nel dettaglio:
  • un campione di famiglie riceve una lettera con cui si invitano le famiglie a compilare il questionario esclusivamente online, in quanto fanno parte del campione della rilevazione da lista . Al questionario si potrà rispondere fino al 20 dicembre 2019 ;
  • un altro campione sarà invece chiamato a partecipare alla rilevazione areale , attraverso un'intervista faccia a faccia presso il proprio domicilio con un rilevatore, o mediante autocompilazione del questionario su un tablet fornito dallo stesso rilevatore presso il proprio domicilio. In alternativa potranno effettuare l'intervista presso uno dei Centri comunali di rilevazione. Per tutelare i cittadini da eventuali truffe, le famiglie saranno informate preventivamente della visita attraverso una lettera non nominativa e una locandina affissa negli androni, nei cortili dei palazzi, nelle abitazioni. Tutti i rilevatori saranno muniti di apposito cartellino identificativo e, in caso di dubbi, potranno essere contattati gli uffici comunali.
 
Come ricevere assistenza
E' possibile ricevere supporto e assistenza attraverso diversi canali:
  • rivolgersi in forma del tutto gratuita ai Centri Comunali di Rilevazione (CCR) istituiti in ciascun Comune;
  • consultare le F.A.Q. (domande frequenti) pubblicate sul sito Censimenti giorno dopo giorno ;
  • scrivere a censimentipermanenti.popolazionelista(at)istat.it ;
  • chiamare il numero verde Istat 800 188 802 (ore 9-21) attivo fino al 20 dicembre 2019.
 
Si ricorda che la partecipazione al Censimento è un obbligo di legge che prevede, in caso di mancata risposta, sanzioni amministrative. Inoltre, la rilevazione consente di raccogliere informazioni indispensabili ai decisori pubblici - Stato, Regioni, Province, Comuni - per programmare e monitorare gli interventi sul territorio. Pertanto, quanto maggiore sarà la collaborazione di tutti i soggetti, istituzioni e cittadini, coinvolti nel processo di rilevazione dei dati tanto migliore risulterà la qualità del patrimonio di dati statistici disponibili e la conoscenza del nostro Paese.
 
Per ulteriori informazioni

Data pubblicazione il 30/10/2019
Ultima modifica il 07/11/2019 alle 14:26

 
Torna su