Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Oristano

Comunicati Stampa

 

 Prevenzione delle truffe finanziarie: si insedia in Prefettura il Comitato provinciale di Coordinamento.

Si è tenuta, nei giorni scorsi, presso la Prefettura di Oristano la riunione di insediamento del Comitato provinciale di coordinamento per la prevenzione delle truffe finanziarie. Il Comitato è stato istituito in attuazione del Protocollo d'intesa siglato dal Ministero dell'Interno e dall'A.B.I. (Associazione Bancaria Italiana) per prevenire il fenomeno, per il quale, soprattutto riguardo alla popolazione anziana, è necessaria una maggiore tutela.

La riunione, presieduta dal Vice Prefetto Vicario Reggente, Dott.ssa Paola Dessi, a cui hanno partecipato il Segretario della Commissione Regionale A.B.I. Sardegna, Dott. Mario Parisi e i rappresentanti delle forze di polizia, il vice Questore Aggiunto Dott. Dario Mongiovì per la Questura, il Ten.Col. David Egidi per il Comando Provinciale dei Carabinieri e il Cap. Giuseppe Chinzi per il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, si è svolta con l'obiettivo di definire le iniziative da adottarsi nel territorio provinciale, con la fattiva collaborazione di tutte le componenti istituzionali.

L'analisi degli obiettivi del Protocollo nazionale, evidenziati nel corso della riunione, quali la riduzione degli elementi di vulnerabilità e di esposizione alle truffe finanziarie, nonché dei comportamenti economicamente rischiosi per la popolazione, con particolare riferimento agli anziani, categoria maggiormente esposta, hanno orientato le proposte del Comitato verso una attività di prevenzione interforze, informativa e formativa, volta a fornire consigli generali di comportamento, per evitare possibili rischi. Nello specifico, occorre fornire agli anziani un'adeguata informazione sulle precauzioni da adottare quando si preleva contante o si fanno operazioni allo sportello, nonché suggerimenti e piccoli accorgimenti per usare in sicurezza internet, mobile banking e sportelli automatici, unitamente a numeri utili e comportamenti da adottare in caso di frode, furto o smarrimento delle carte di pagamento. 

Il rappresentante dell'Abi ha sottolineato la preesistente collaborazione tra banche, Istituzioni e forze dell'ordine nel territorio ed auspicato che l'impegno e il confronto con gli interlocutori istituzionali e le forze di polizia continui a produrre importanti risultati nell'azione di contrasto e prevenzione di fenomeni criminali come le frodi finanziarie ed informatiche, i furti e le rapine. 

Nel corso della riunione sono state definite alcune iniziative divulgative e di sensibilizzazione da attuarsi in ambito provinciale.

Pubblicato il :

 
Torna su