Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Napoli

Comunicati Stampa

 

 ESPERIA S.p.a.: DISPOSTA LA STRAORDINARIA E TEMPORANEA GESTIONE

Il Prefetto di Napoli Carmela Pagano, in stretto raccordo con il Presidente dell'A.N.A.C. Raffaele Cantone, ha disposto, ai sensi dell'art. 32 comma 10 della legge n. 114/2014, la straordinaria e temporanea gestione della società "ESPERIA S.p.a.", oggetto di interdittiva antimafia, che ha in affidamento il servizio pulizia e sanificazione relativo ai contratti stipulati con la Città Metropolitana di Venezia, l'Azienda Sanitaria Locale Napoli 1 Centro, l'Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani e la società a partecipazione pubblica "Acque del Chiampo S.p.a".                        

Contestualmente il Prefetto ha nominato tre amministratori straordinari fino al 31 maggio 2019, per la gestione dei predetti affidamenti.

 

Napoli, 17 luglio 2018                                              

Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra i Sindaci dei Comuni costieri dell’Area metropolitana di Napoli sul fenomeno della contraffazione e dell’abusivismo commerciale

Nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, il Prefetto di Napoli Carmela Pagano ha presieduto una riunione con i Comuni costieri dell’area metropolitana di Napoli alla presenza dei vertici delle Forze di Polizia e della Capitaneria di Porto .

L’incontro è stato finalizzato alla disamina delle iniziative da porre in essere in occasione della stagione estiva, alla luce delle direttive diramate dal Ministro dell’Interno in materia di  “Prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione. Spiagge sicure –Estate 2018”.

Nel corso della riunione sono state esaminate le attività che saranno messe in campo dai Sindaci, tra cui pianificazioni mirate di prevenzione e contrasto e campagne di sensibilizzazione all’utenza sui rischi per la salute, prevedendo le relative sanzioni con apposite ordinanze sindacali. Detti piani saranno integrati da servizi interforze e straordinari del territorio da parte delle Forze di Polizia, che si concentreranno particolarmente sui luoghi di accesso ai comuni costieri e sui depositi di merce contraffatta.

Sono state, altresì, rappresentate ai Sindaci le intese raggiunte con le Associazioni di categoria delle attività industriali, commerciali ed artigianali in una precedente riunione di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, i quali si sono dimostrati disponibili ad un supporto agli Enti locali per il contrasto dei fenomeni in questione.  

Infine, i comuni di Forio, Ischia e Sorrento, stati individuati dal Ministero dell’Interno per l’accesso ad uno specifico finanziamento, risultando i medesimi rivestire i requisiti obiettivi della popolazione inferiore ai 50000 abitanti e del numero di presenze registrato nel 2016 almeno pari a 500000 sulla base delle risultanze ISTAT, per accedere al finanziamento dovranno presentare apposito progetto entro il 18 luglio p.v..

Nella mattinata odierna, presso il Palazzo del Governo, il Prefetto di Napoli Carmela Pagano ha presieduto una riunione con i Comuni costieri dell’area metropolitana di Napoli alla presenza dei vertici delle Forze di Polizia e della Capitaneria di Porto .

L’incontro è stato finalizzato alla disamina delle iniziative da porre in essere in occasione della stagione estiva, alla luce delle direttive diramate dal Ministro dell’Interno in materia di  “Prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione. Spiagge sicure –Estate 2018”.

Nel corso della riunione sono state esaminate le attività che saranno messe in campo dai Sindaci, tra cui pianificazioni mirate di prevenzione e contrasto e campagne di sensibilizzazione all’utenza sui rischi per la salute, prevedendo le relative sanzioni con apposite ordinanze sindacali. Detti piani saranno integrati da servizi interforze e straordinari del territorio da parte delle Forze di Polizia, che si concentreranno particolarmente sui luoghi di accesso ai comuni costieri e sui depositi di merce contraffatta.

Sono state, altresì, rappresentate ai Sindaci le intese raggiunte con le Associazioni di categoria delle attività industriali, commerciali ed artigianali in una precedente riunione di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, i quali si sono dimostrati disponibili ad un supporto agli Enti locali per il contrasto dei fenomeni in questione.  

Infine, i comuni di Forio, Ischia e Sorrento, stati individuati dal Ministero dell’Interno per l’accesso ad uno specifico finanziamento, risultando i medesimi rivestire i requisiti obiettivi della popolazione inferiore ai 50000 abitanti e del numero di presenze registrato nel 2016 almeno pari a 500000 sulla base delle risultanze ISTAT, per accedere al finanziamento dovranno presentare apposito progetto entro il 18 luglio p.v..
Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra i Sindaci neo eletti dell' area metropolitana

Nella mattinata di ieri, presso il  Palazzo del Governo, il Prefetto di Napoli Carmela Pagano ha ricevuto per la prima volta i Sindaci neo eletti dell'area metropolitana di Napoli alla presenza dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine e dell'Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania.

Il Prefetto Pagano, nel corso di un cordiale confronto, ha illustrato le linee degli interventi già avviati nelle materie di comune interesse, auspicando di operare sempre in un clima di leale collaborazione istituzionale ed evidenziando la fondamentale esigenza, pur nel pieno rispetto dei reciproci ruoli, di lavorare in stretta sinergia per affrontare e dare risposte ai delicati e complessi problemi del territorio.

Napoli, 12 luglio 2018

Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra il Comandante della nave Ammiraglia della Marina Militare della Cina

 
 
Nella mattinata odierna, presso il  Palazzo del Governo, il Prefetto di Napoli Carmela Pagano ha ricevuto il Comandante della nave ammiraglia  della Marina Militare della Cina  di scorta alla flotta mercantile cinese, accompagnato dall'addetto militare dell'Ambasciata cinese,  nel corso di un colloquio svoltosi in un clima di grande cordialità.


Napoli, 12 luglio 2018

Pubblicato il :

 IL PREFETTO E LE FORZE DI POLIZIA INCONTRANO LE CATEGORIE ECONOMICHE SUL TEMA DELLA SICUREZZA

Nella mattinata odierna il Prefetto Carmela Pagano, unitamente ai vertici delle Forze di Polizia, ha incontrato i rappresentanti delle categorie imprenditoriali dell'Area Metropolitana di Napoli, che ne avevano fatto richiesta con particolare riferimento alla situazione di sicurezza della città di Napoli, evidenziando  una certa percezione di insicurezza dei cittadini e delle imprese.                                                                       

Il Prefetto ha sottolineato che, stando ai fatti, emerge un trend decrescente, soprattutto nel capoluogo, dell'andamento dei fatti criminosi, anche di natura predatoria, (nel raffronto tra il primo semestre 2018 con l'analogo periodo del 2017,  i delitti complessivi registrano: -6,01 nell'area metropolitana e - 7,89 nella sola citta di Napoli a fronte rispettivamente del - 4,20 e - 0,28 del raffronto dello stesso periodo 2017 rispetto al 2016; per i reati predatori , nel raffronto tra il primo semestre 2018 con l'analogo periodo del 2017 si registra   - 2,48% nell'area metropolitana e - 6,08% nella città capoluogo; per i medesimi reati, dal confronto tra il primo semestre 2017 e il corrispondente periodo del 2016,  i valori risultavano rispettivamente -6,13 e -1,32% )*.

E' stato, inoltre, evidenziato che su tutti i fatti che negli ultimi mesi  hanno suscitato allarme sociale (es. casi di violenza giovanile), è stata fatta rapidamente piena luce sui responsabili.

Nel corso dell'approfondito confronto sui temi della sicurezza delle attività imprenditoriali, che ne è seguito, il Prefetto e le Forze dell'Ordine hanno rappresentato la necessità di collaborazioni sinergiche per combattere la criminalità diffusa e la criminalità organizzata, che ha interesse a infiltrarsi nelle attività economiche.

Sono stati, in particolare esaminati i seguenti temi: - le opportunità offerte dall'adozione di adeguati ed innovativi strumenti tecnologici di videosorveglianza, per i quali sono in atto numerose iniziative, finanziate anche dal Ministero dell'Interno (progetto Argo Panoptes, ormai entrato nell'operatività, che metterà a sistema tutte le telecamere pubbliche e private esistenti sul territorio); la necessità di efficaci azioni di contrasto alla contraffazione, soprattutto in questo territorio in cui, tra l'altro, risulta ancora consistente la produzione dei marchi contraffatti, con l'inevitabile contesto di lavoro sommerso, sfruttamento lavorativo e danni ambientali e per la salute; l'importanza di una collaborazione concreta delle vittime di estorsione per contrastare il racket; l'assunzione di responsabilità da parte del mondo produttivo, componente rilevante della società civile, per supportare, con iniziative concrete, le opportunità, anche  lavorative, delle fasce giovanili, soprattutto nelle zone a più forte degrado, in modo da sottrarli al coinvolgimento in ambienti criminali.

Il mondo imprenditoriale ha manifestato massima disponibilità alle forme di collaborazione richieste e si farà portavoce presso i propri iscritti sia in ordine alla necessità di potenziare gli impianti di videosorveglianza che di collaborare con le Istituzioni al rafforzamento del sistema di prevenzione. A titolo esemplificativo, le categorie presenti si sono impegnate ad elaborare proposte progettuali concrete per interventi di valorizzazione e sviluppo di alcune realtà del territorio.

Un primo esempio potrà essere  quello di una maggiore finalizzazione della formazione professionale, d'intesa con la Regione Campania, per l'avviamento di giovani al lavoro, affinché le eccellenze imprenditoriali del territorio, che stanno contribuendo alla crescita dell'immagine della città, tramandino le proprie competenze alle giovani generazioni in un percorso virtuoso di legalità. Analogamente collaboreranno alle iniziative che le istituzioni metteranno in campo contro la contraffazione e il commercio abusivo.

*Dati SDI, non consolidati

 

Napoli, 12 luglio 2018    
 
Pubblicato il :

 Comune di Grumo Nevano - Il Prefetto di Napoli nomina il Commissario

Il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, a seguito delle dimissioni del Sindaco del Comune di Grumo Nevano divenute efficaci ed irrevocabili alla data odierna, ha avviato la procedura di scioglimento del consiglio comunale e, per motivi di grave e urgente necessità, ha sospeso il consiglio comunale nominando Commissario prefettizio il Viceprefetto Vicario della Prefettura U.T.G. di Napoli, dr. Demetrio Martino, incaricandolo della provvisoria gestione dell'Ente.  

 

Napoli 10 luglio 2018

Pubblicato il :

 Il Prefetto Carmela Pagano ha incontrato questa mattina nel Palazzo di Governo, l'Ambasciatore della Serbia in Italia, Goran Aleksic

 
 
 
L'Ambasciatore di Serbia in Italia, Goran, Aleksic, ha incontrato nella mattinata odierna il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, nel corso di un colloquio svoltosi in un clima di grande cordialità.
Ha partecipato all'incontro anche una delegazione dei vertici istituzionali serbi formata dal Vice Ministro per la cultura Dedic ed il Primo Ministro Segretario Dott.ssa Garcevic.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Proseguono le Conferenze di Servizi organizzate dall'ANBSC

Si è svolta questa mattina, presso la sede della Prefettura di Napoli, alla presenza del Prefetto Carmela Pagano, la Conferenza di Servizi per consentire agli enti pubblici partecipanti di esaminare i beni confiscati presenti nei territori della Città Metropolitana di Napoli. 



 


 

Nel corso dei lavori, sono stati presentati  440 beni per un valore di oltre 38 milioni di euro . Si tratta di appartamenti, box e terreni confiscati in via definitiva dalle autorità giudiziarie competenti e che appartenevano a soggetti pienamente inseriti nella criminalità organizzata. 

 

Fra i beni: alcuni immobili a Napoli ubicati nel quartiere Sanità e riconducibili a storici gruppi camorristici di spicco, 85 immobili confiscati a un ex amministratore locale e riconducibili ad esponenti di spicco del panorama criminale locale, diversi appartamenti confiscati al capo del clan PUCA nel Comune di Sant'Antimo e un parco commerciale con annesso fabbricato ad uso uffici nel Comune di Casoria.

 

Alla fine, le manifestazioni d'interesse si sono perfezionate per il 68% dei beni presentati in conferenza, percentuale che raggiunge l'80% comprendendo quelle preannunciate nel corso della conferenza di servizi.

 Nella maggior parte dei casi, le manifestazioni sono state presentate dai comuni. La maggior parte degli immobili sono liberi e quindi prontamente utilizzabili per le finalità previste dalla legge, in particolare per far fronte a esigenze di emergenza abitativa.

Dichiarazioni prefetto  Guessarian.

"Le conferenze  di servizi promosse dall'ANBSC nel 2018 hanno coinvolto il territorio nazionale dal nord al sud disegnando una mappa che è una doppia testimonianza  - ha dichiarato Franca Guessarian, vicedirettore dell'Agenzia che oggi ha coordinato i lavori in Prefettura.  Da una parte riflette un dato oggettivo: la criminalità organizzata ha ormai presenze consolidate su tutto il territorio nazionale. Dall'altra, testimonia l'incessante impegno dello Stato nella lotta contro le mafie.  Le conferenze di servizio sono uno degli strumenti di una ben più ampia azione tesa a colpire le organizzazioni criminali non solo nei loro interessi economici. Garantire infatti nel pieno rispetto delle norme la restituzione dei beni all'uso sociale o istituzionale significa non solo togliere risorse al malaffare, ma anche rilanciare l'economia legale e i servizi ai cittadini: in breve, riaffermare la prevalenza della legge e delle istituzioni rispetto a qualunque azione deviante.  Solo oggi tanto per citare fatti -  ha proseguito il prefetto -  abbiamo raggiunto un punto decisivo nel percorso di legalità che farà rientrare nel circolo virtuoso quasi 40 milioni di euro È il risultato di un lavoro complesso che vede la sinergia e la costante collaborazione di tanti soggetti istituzionali, a cominciare dai sindaci, dai prefetti sul territorio, dai rappresentanti degli enti locali e dalle associazioni. Li ringrazio tutti.  Per chiunque lavori in agenzia è di grande soddisfazione vedere commissariati o scuole o nuove risorse alloggiative dove prima regnava l'illegalità".

Dichiarazione prefetto Napoli

Al termine dei lavori è intervenuta anche il prefetto di Napoli, Carmela Pagano, che ha dichiarato: " La giornata di oggi assume un significato particolarmente pregnante nel territorio della Città metropolitana di Napoli, dove la criminalità organizzata storicamente registra una presenza pervasiva nelle attività economiche e tenta di condizionare pesantemente la vita degli enti locali. L'operazione odierna rappresenta, quindi, un'indispensabile completamento dell'azione di contrasto alle organizzazioni criminali, cui partecipano con grande sinergia e collaborazione tutti gli apparati dello Stato, dalla magistratura alle forze dell'ordine, e cui sono chiamati a partecipare anche i comuni. I sindaci, infatti, con le destinazioni di oggi, danno il loro contributo alla restituzione alla collettività di beni accumulati con attività illecite, che hanno sottratto ricchezza ai loro territori, rendendo evidente ai cittadini e alle giovani generazioni l'importanza di riappropriarsi delle scelte di sviluppo della loro comunità ".

Nei territori della Città Metropolitana di Napoli  sono 1.948 i beni immobili destinati dal 1992, dei quali 347 nel 2017. 158 sono invece le aziende destinate nello stesso periodo.

 

 

 

Pubblicato il :

 UNA CONFERENZA DI SERVIZI PER ASSEGNARE I BENI CONFISCATI ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Si svolgerà domani 3 luglio alle 11.00 presso la Prefettura di Napoli, la Conferenza di Servizi dedicata alla presentazione dei beni confiscati in via definitiva alla criminalità organizzata presenti nella città metropolitana di Napoli.

La riunione è stata convocata dal Direttore dell'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Ennio Mario Sodano, d'intesa con il Prefetto di Napoli Carmela Pagano. Sarà presente ai lavori, il prefetto Franca Guessarian, vicedirettore dell'ANBSC.  

L'obiettivo della Conferenza è quello di consentire agli enti pubblici partecipanti di prendere visione dei 440 beni situati nei propri territori per  presentare le manifestazioni di interesse Si tratta di appartamenti, box e terreni per un valore complessivo di oltre 38 milioni di euro .

Interverranno all'incontro anche i rappresentanti della Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli, del Demanio e dei Comuni in cui si trovano i beni confiscati.

Al termine della riunione, alle ore 12.30 circa, si terrà una conferenza stampa.

Napoli, 2 luglio 2018

Pubblicato il :

 
Torna su