Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Napoli

Comunicati Stampa

 

 Confronto sulle misure attivate con il Patto per la “Terra dei Fuochi”

E’ trascorso un anno dalla sottoscrizione del Patto per la “Terra dei Fuochi”, il documento che ha registrato l’impegno convergente e l’assunzione di responsabilità di cinquantasette Comuni e di enti ed amministrazioni di ogni livello per il contrasto  del fenomeno dei roghi di rifiuti.

Per un confronto sulle misure attivate con il Patto, su quelle che si rendono ancora necessarie e sulle prospettive concrete del territorio, i componenti della Cabina di Regia incontreranno giovedì 24 luglio p.v., alle ore 10.00, presso la Prefettura di Napoli, una rappresentanza di Sindaci, di Associazioni ambientaliste e di Comitati della Terra dei  Fuochi.
Pubblicato il :

 RISERVA FONDO LIRE U.N.R.R.A.2014: CONRIBUTI DA DESTINARE AD INTERVENTI SOCIO-ASSISTENZIALI

Il Ministero dell’Interno ha determinato gli obiettivi e i programmi dell’anno 2014 per la gestione della Riserva Fondo Lire U.N.R.R.A. In tale ambito sono stati individuati le priorità ed i criteri per l’assegnazione dei contributi da destinare a programmi socio-assistenziali destinati a soggetti che si trovano in condizioni di marginalità sociale ed in stato di bisogno. Tali interventi potranno avere ad oggetto servizi di accoglienza abitativa, di assistenza ai senza fissa dimora, di distribuzione di alimenti, nonché iniziative per il recupero di soggetti che versano in situazione di dipendenza da sostanze alcoliche e/o stupefacenti.

Le domande di contributo possono essere presentate da enti pubblici e organismi privati con personalità giuridica, ovvero regolarmente costituiti ai sensi degli artt.14 e segg. del codice civile o aventi requisiti previsti dalla legislazione di settore; devono, inoltre, svolgere da almeno 5 anni attività che rientrano nel medesimo ambito in cui ricade il programma presentato.

La domanda di contributo dovrà essere inoltrata, previa apposita registrazione,  utilizzando esclusivamente il portale https://fondo unrra.dlci.interno.it a partire dalle ore 12,00 del 7 luglio 2014 e non oltre le ore 12,00 del 7 agosto 2014, termine dal quale non sarà più consentito l’accesso alla funzionalità del portale.

La direttiva del Ministero ed il bando per la presentazione dei progetti da finanziare a valere sul Fondo 2014 sono disponibili sul sito http:// www.interno.gov.it   - sezione “ Bandi di gara” Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione.


Pubblicato il :

 Le istituzioni si sono riunite in prefettura per fare il punto della situazione sulle problematiche riguardanti la Strada Statale 268 del Vesuvio

Quello della messa in sicurezza della Strada Statale 268 “del Vesuvio” resta un problema sul quale le istituzioni tutte non possono abbassare la guardia. E’ questo il messaggio che ieri mattina è stato lanciato al “tavolo” della Prefettura di Napoli, nel corso di una riunione alla quale hanno preso parte l’Assessore regionale ai Lavori Pubblici e alla Protezione civile, il Capo compartimentale dell’Anas Campania, il Dirigente della sezione della Polstrada di Napoli e tutti i sindaci dei Comuni vesuviani attraversati dalla SS. 268.

Un incontro in cui è stata anche ribadita l’importanza di questa arteria stradale che rappresenta l’unica via di fuga in caso di emergenza Vesuvio.

Il raddoppio della carreggiata – come sottolineato dall’Assessore Cosenza – resta l’obiettivo prioritario da raggiungere, sia per garantire la sicurezza stradale, sia per consentire alla cittadinanza di abbandonare l’area interessata in caso di rischio di eruzione del Vesuvio. Per monitorare la situazione e dare il massimo impulso ai lavori, la Regione ha chiesto ed ottenuto di istituire un “tavolo” permanente presso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e approvato recentemente  lo schema di Atto aggiuntivo all’Accordo di Programma Quadro relativo al “Sistema di mobilità”. Come ancora precisato, tra gli  interventi da finanziare con le risorse del Fondo dello Sviluppo e Coesione dell’Unione Europea 2007/2013, è previsto anche il raddoppio e la messa in sicurezza della SS. 268.

Grande soddisfazione ha suscitato la notizia della ripresa dei lavori di ampliamento della carreggiata, comunicata dal Capo compartimentale dell’Anas, il quale ha fatto presente che l’impresa già aggiudicataria, è soggetta attualmente alla procedura di amministrazione controllata.

Intanto, sulla Statale del Vesuvio non si fermano gli interventi a tutela degli automobilisti. Da circa un mese, infatti, sono operative, lungo l’intera arteria, quattro postazioni autovelox ed altre due se ne aggiungeranno entro metà luglio, fornite in comodato d’uso alla Polstrada da parte dell’Anas.

Nel corso del mese di maggio – ha dichiarato il Comandante della sezione Polstrada di Napoli –  sono state accertate oltre 1600 infrazioni al codice della strada, anche grazie alla collaborazione delle locali polizie municipali. Il dato ha fatto ravvisare l’esigenza  di incrementare non solo i controlli lungo la strada in questione, ma, soprattutto, l’attività di sensibilizzazione e di educazione degli utenti.

Al termine dell’incontro, si è convenuto che, in attesa della realizzazione del raddoppio della carreggiata, è necessario proseguire nell’opera di messa in sicurezza e di monitoraggio della SS. 268 e innalzare il livello di vigilanza e di prevenzione, mettendo in funzione tutti i dissuasori di cui è possibile disporre ed operando anche sul fronte del miglioramento strutturale.

In questo quadro, la Prefettura continuerà a svolgere la propria attività di coordinamento tra le diverse istituzioni. 

Pubblicato il :

 
Torna su