Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Napoli

Conferenza permanente

 
Ufficio della conferenza permanente
 
Dirigente in posizione di staff:  Viceprefetto Dr. G. Lucchese
 
 
Compiti relativi al raccordo delle strutture statali periferiche e alla gestione delle  conferenze permanenti; in particolare:

Compiti relativi al raccordo delle strutture statali periferiche e alla gestione delle  conferenze permanenti;

in particolare:
supporto al Prefetto nel raccordo tra le Istituzioni dello Stato presenti sul territorio attraverso le Conferenze di cui all' articolo 11 del decreto legislativo 30/7/1999, n.300 al fine di garantire la rispondenza dell' azione amministrativa all'interesse generale, il miglioramento della qualità dei servizi resi al cittadino e di favorire e rendere più agevole il rapporto con il sistema delle autonomie;

analisi delle tematiche inerenti la cooperazione tra gli organi dello Stato e quelli della Regione;

iniziative volte ad assicurare l' esercizio coordinato dell' attività amministrativa degli uffici periferici dello Stato e a garantire la leale collaborazione tra di detti uffici con la Regione e con gli Enti Locali;

attività di segreteria e altre attività connesse al funzionamento della Conferenza Permanente di livello provinciale (cioè composta dai responsabili delle strutture amministrative periferiche dello Stato che svolgono la loro attività nella provincia nonché da rappresentanti degli Enti locali);

attività di segreteria e altre attività necessarie al funzionamento della Conferenza Permanente di livello regionale (cioè composta dai rappresentanti delle strutture periferiche regionali dello Stato, alla quale possono essere invitati i rappresentanti della Regione);

presidenza, su delega generale o specifica del Prefetto, di una o di tutte le predette Conferenze Permanenti;

Attività (svolte in rapporto di staff) relative al potere sostitutivo del Prefetto di cui all'art.11 del D. Leg.vo n.300/99 e in particolare :

richiesta (sia in sede di Conferenza Provinciale sia con interventi diretti) ai responsabili delle strutture amministrative periferiche dello Stato dell'adozione di provvedimenti volti a evitare un grave pregiudizio alla qualità dei servizi resi alla cittadinanza anche ai fini del rispetto della leale collaborazione con le autonomie territoriali;

istruttoria dei provvedimenti sostitutivi da adottare a firma del prefetto previo assenso del Ministro competente per materia;

cura dell'informazione preventiva al Presidente del Consiglio dei Ministri sui predetti provvedimenti sostitutivi.

 

Ultima modifica il 04/02/2016 alle 08:41

 
Torna su