Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Modena

NOTIZIE

 

 SIGLATO IL PROTOCOLLO TRA IL PREFETTO E IL PRESIDENTE DELL'AVIS PER LA PROMOZIONE DEL DONO DEL SANGUE

Il Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba e il Presidente dell'AVIS provinciale Massimo Terenziani hanno siglato questa mattina in Prefettura il Protocollo d'intesa per la promozione del dono del sangue.

L'intesa si propone di sviluppare iniziative di promozione della donazione del sangue tra il personale della Prefettura, della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza, del Corpo della Polizia Penitenziaria e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, anche al fine di veicolare messaggi positivi rivolti ai cittadini.

La cultura della solidarietà e del dono e la promozione di sani stili di vita - ha sottolineato il Prefetto - sono i principi su cui si basa il Protocollo.

In particolare, l'intesa, attraverso l'educazione alla convivenza civile, sociale e solidale, intende promuovere ulteriormente in una dimensione di rete valori, esempi ed esperienze positive per una cittadinanza responsabile ed attiva.

Prima della sottoscrizione in Prefettura, il Prefetto Paba ha visitato la sede dell'AVIS provinciale, accompagnata dal Presidente Terenziani e dal Direttore Mantovani.

La sottoscrizione in Prefettura è avvenuta alla presenza del Questore, dei Comandanti Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco, del Vice Comandante della Polizia Penitenziaria, del Direttore Generale dell'Azienda USL, del Vice Dirigente della Polizia Stradale di Modena, dai vertici dell'AVIS provinciale e comunale, del Direttore del Centro trasfusionale del Policlinico e dei Dirigenti della Prefettura.
 
 
Pubblicato il :

 MODENA. RIUNIONE IN PREFETTURA PER LA PIANIFICAZIONE DEL DISINNESCO DELL'ORDIGNO BELLICO A SAN FELICE SUL PANARO

Si è svolta questa mattina in Prefettura una riunione di pianificazione delle attività finalizzate al disinnesco dell'ordigno residuato bellico rinvenuto il 24 ottobre scorso nei pressi della stazione ferroviaria di San Felice sul Panaro.

Nel corso della riunione, presieduta dal Capo di Gabinetto della Prefettura Patrizia De Angelis con la partecipazione del Sindaco di San Felice sul Panaro, di rappresentanti del Comando Forze Operative Nord dell'Esercito italiano, delle Forze dell'Ordine e dei Vigili del Fuoco, dei gestori dei servizi essenziali e delle vie di comunicazione, è stata effettuata un'analisi della bonifica e degli aspetti relativi alla sicurezza della popolazione in occasione delle operazioni di disinnesco, trasporto e brillamento in luogo sicuro dell'ordigno.

Sulla base delle condivise valutazioni effettuate, il Prefetto di Modena con propria ordinanza ha stabilito che le operazioni di bonifica si svolgeranno domenica 2 dicembre prossimo. Per la tutela della popolazione durante la bonifica dovrà essere attuata l'evacuazione degli immobili nel raggio di 550 metri dalla zona delle operazioni.

Inoltre, a titolo di massima precauzione, in un raggio di 1.816 metri dal luogo interessato dalle operazioni sarà disposta, per tutta la durata, la chiusura delle attività lavorative e commerciali e l'interdizione della circolazione stradale, anche pedonale. Si intende che in tale fascia territoriale e temporale la popolazione è chiamata a rimanere in casa. Per il medesimo periodo sarà, altresì, prevista la sospensione della circolazione ferroviaria e l'interdizione dello spazio aereo.

Il Comune di San Felice sul Panaro individuerà, nell'ambito delle zone interessate, le misure necessarie per l'evacuazione e per le sistemazioni alternative, assicurando in ogni momento la massima informazione alla popolazione.

Pubblicato il :

 IL PREFETTO PABA INTERVIENE ALLA CERIMONIA PER L'ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI NASSIRIYA

Il Prefetto di Modena, Maria Patrizia Paba, è intervenuto questa mattina, insieme alle massime autorità provinciali, alla cerimonia della commemorazione delle vittime nel giorno del 15° anniversario della strage di Nassiriya.

Il Prefetto ha deposto insieme al Sindaco una corona d'alloro al Monumento ai Caduti.

Nel suo intervento il Prefetto ha tributato l'omaggio del rispetto e della riconoscenza alle diciannove vittime dell'attentato e ha manifestato gratitudine nei confronti dei contingenti militari impegnati nei diversi scenari di crisi per garantire stabilità, sicurezza e pace.



Pubblicato il :

 UN TAVOLO IN PREFETTURA PER LA SITUAZIONE SCOLASTICA A SERRAMAZZONI

 
Nel pomeriggio odierno il Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba ha riunito in Prefettura il tavolo concernente la situazione degli edifici scolastici del comune di Serramazzoni.

Alla riunione hanno preso parte il Sindaco e il Vice Sindaco di Serramazzoni, il Sindaco di San Prospero, la dr.ssa Paola Gazzolo, Assessore regionale alla protezione civile, il dr. Andrea Orlando, Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Emilia Romagna, la dott.ssa Rita Nicolini, Dirigente della protezione civile di Modena, Dirigenti della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Modena, la dott.ssa Silvia Menabue, Dirigente dell'Ufficio Scolastico provinciale di Modena.

Nel corso dell'incontro si è in primo luogo preso atto con soddisfazione della proficua collaborazione sviluppatasi a seguito del primo esame della situazione nella riunione del 18 settembre scorso, da parte della Regione Emilia Romagna - in termini di consulenza tecnico amministrativa e di disponibilità finanziaria - del Comune di San Prospero, delle Autorità scolastiche e del personale della scuola nei confronti della cittadinanza e dell'Amministrazione comunale di Serramazzoni.

Per quanto riguarda le scuole medie, il cui primo problema è superare il sistema dei doppi turni, il Sindaco di Serramazzoni ha individuato l'area del campo sportivo per la creazione di un plesso scolastico temporaneo mediante la collocazione di moduli, in parte donati dal Comune di San Prospero e in parte da acquisire a noleggio.

Il cronoprogramma elaborato dal Comune di Serramazzoni, che comprende diversi complessi passaggi di carattere amministrativo, tecnico e operativo, prevede che l'attività delle scuole medie possa essere trasferita nel nuovo plesso alla fine del mese di gennaio 2019, consentendo così la cessazione dei doppi turni.

La Regione Emilia Romagna ha stanziato 240.000 euro per il finanziamento delle opere da realizzare a Serramazzoni e 20.000 euro quale contributo alla risistemazione dell'area di San Prospero che verrà liberata dai moduli.

Per quanto riguarda la scuola materna, che per il momento permane nell'attuale collocazione, si attende la conclusione definitiva della procedura legale connessa al sequestro della struttura, ora all'esame dell'Autorità Giudiziaria. Il Comune di Serramazzoni ha intanto avviato lo studio progettuale per il miglioramento sismico della struttura in conformità alle disposizioni di legge.

Infine, il Comune di Serramazzoni sta portando avanti, con la disponibilità finanziaria di circa 900.000 euro della Regione Emilia Romagna, il progetto di realizzazione di un nuovo e sicuro edificio scolastico destinato ad ospitare in via definitiva le scuole medie.

Il Prefetto ha ringraziato tutti i presenti al tavolo per il fattivo e sinergico contributo fornito da tutti i soggetti interessati per l'avvio a soluzione dei problemi, che continuerà fattivamente fino alla definizione, a vantaggio della popolazione di Serramazzoni.
Pubblicato il :

 MODENA. IL PREFETTO PABA INCONTRA PER IL COMMIATO IL COMANDANTE INTERREGIONALE DEI CARABINIERI VISONE

Il Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba ha ricevuto oggi in Prefettura il Comandante Interregionale dei Carabinieri per l'Italia Nord Orientale, Generale di Corpo d'Armata Aldo Visone, nell'imminenza del suo collocamento a riposo.

Il Generale era accompagnato dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Giovanni Balboni.

Nel corso dell'incontro, svoltosi in un clima molto cordiale, il Prefetto ha manifestato al Generale Visone il suo compiacimento per la sua brillante carriera a servizio dell'Arma e dello Stato.

Al termine, il Prefetto ha formulato al Generale Visone i più fervidi auguri di un futuro prospero e sereno.
Pubblicato il :

 RIUNIONE IN PREFETTURA SULLA VERTENZA A.U.S.L. SOSPESO LO STATO DI AGITAZIONE

Si è tenuta questa mattina questa mattina in Prefettura a Modena una riunione di conciliazione l'Azienda U.S.L. di Modena e le organizzazioni sindacali che avevano proclamato lo stato di agitazione.

Nel corso dell'incontro l'Azienda USL ha manifestato l'impegno all'erogazione immediata del saldo del premio di produttività 2017 e al pagamento della quota delle progressioni economiche orizzontali 2018 nella busta paga di novembre.

Sono stati, inoltre, condivisi fra la AUSL e i sindacati i criteri di erogazione dei ratei per la produttività relativi all'anno 2018 e del premio per la performance organizzativa per l'anno 2018.

Tali criteri saranno ora sottoposti alla valutazione delle assemblee dei lavoratori e, successivamente, del Collegio sindacale dell'Azienda. L'Organizzazione FSI, che non ha siglato l'intesa relativa ai ratei per la produttività 2018, si è comunque impegnata, in spirito costruttivo, a prospettarla all'assemblea dei lavoratori.

Preso atto della disponibilità dell'Azienda sulla base degli impegni assunti e delle intese raggiunte, i sindacati hanno sospeso lo stato di agitazione impegnandosi a convocare al più presto le assemblee dei lavoratori.

Soddisfazione per le conclusioni dell'incontro è stata espressa dal Prefetto, che ma manifestato apprezzamento per l'individuazione di soluzioni concrete per le istanze dei lavoratori e per i servizi resi alla cittadinanza.

Pubblicato il :

 IL PREFETTO PARTECIPA ALLE CELEBRAZIONI PER LA GIORNATA DELL'UNITA' NAZIONALE E DELLE FORZE ARMATE

Il Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba ha partecipato con il Sindaco di Modena,  il Comandante dell'Accademia militare e le Autorità civili e militari della provincia, alle celebrazioni per la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, ricorrenza che ha assunto quest'anno un particolare significato poiché si è celebrato anche il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale.

Il percorso commemorativo è iniziato con la deposizione di una corona ai Caduti presso il monumento di Via Rimembranze; poi è proseguito in Prefettura con la deposizione, per la prima volta, di una corona presso la Lapide che ricorda il sacrificio di Ferdinando Ruffini, Sottoprefetto del Frignano che rifiutò l'esonero, che avrebbe ottenuto in ragione del suo incarico, per arruolarsi e cadere in combattimento il 6 novembre 1915 a San Michele del Carso, con il grado di Capitano dei Bersaglieri. L'omaggio reso oggi in Prefettura si estende a tutti i caduti appartenenti al Ministero dell'Interno ricordando anche il ruolo del Ministero, attraverso le sue diverse componenti, per assicurare la coesione sociale e l'unità nazionale. Quindi, le massime Autorità provinciali hanno reso onore ai Caduti presso il Sacrario della Ghirlandina.

Nel quadro delle celebrazioni il Prefetto partecipa oggi alla manifestazione organizzata dal Comune di Modena dedicata al giornalismo nella grande guerra.




Pubblicato il :

 
Torna su