Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Modena

L'attività

La protezione civile è il concorso coordinato di più componenti e strutture operative, istituzionali e volontarie, a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale mirato ad assicurare, per quanto di rispettiva competenza, la previsione, la prevenzione, la pianificazione, il soccorso ed il superamento delle emergenze.


COMPETENZE LOCALI

Alla Prefettura spetta, nell'ambito del territorio provinciale, la direzione dei servizi di soccorso e di assistenza alle popolazioni colpite dalla calamità e coordina le attività svolte da tutte le amministrazioni pubbliche, dagli enti e dai privati. Fermo restando quanto previsto dall'art. 14 della legge 225/1992 il Prefetto, che in sede locale rappresenta il Governo, assicurerà agli enti territoriali il concorso dello Stato e le relative strutture periferiche per l'attuazione degli interventi urgenti di protezione civile, attivando tutti quei mezzi ed i poteri di competenza statale, e così realizzando quella insostituibile funzione di "cerniera" con le ulteriori risorse facenti capo agli altri enti pubblici. Al Prefetto spetta, altresì, la competenza esclusiva nella pianificazione dell'emergenza esterna per il rischio industriale e nelle emergenze di difesa civile (attività di emergenza poste in essere in occasione di crisi causate da situazioni che mettono in pericolo la sicurezza dello Stato, fino all'ipotesi estrema della guerra).

Alla Regione spetta, sulla base degli indirizzi nazionali, la competenza in ordine alla attività di predisposizione dei programmi di previsione, prevenzione ed attuazione degli interventi urgenti in caso di calamità e di quelli necessari a garantire il ritorno alle normali condizioni di vita, unitamente alla formulazione degli indirizzi per la predisposizione dei piani provinciali di emergenza; svolge, altresì, le funzioni relative allo spegnimento degli incendi boschivi. Gestisce gli interventi per l'organizzazione e l'utilizzo del volontariato di protezione civile, per il quale è previsto un apposito albo regionale.

Alla Provincia spetta la competenza in ordine alla predisposizione dei piani provinciali di emergenza, nonché all'attuazione delle attività di previsione e prevenzione previste dai relativi piani regionali, oltre che la vigilanza sulla predisposizione dei servizi urgenti, anche di natura tecnica, da parte delle strutture provinciali di protezione civile.

Ai Comuni spetta l'attribuzione, nell'ambito territoriale di competenza ed in quello intercomunale, di funzioni analoghe a quelle conferite alle amministrazioni provinciali, nonché l'ulteriore compito relativo all'attivazione dei primi soccorsi necessari a fronteggiare l'emergenza. Per quanto riguarda le aziende a rischio di incidente rilevante, i comuni sono tenuti a fornire l'informazione alla popolazione sulle procedure da seguire in caso di evento che interessi l'area esterna agli stabilimenti individuati dalla pianificazione di emergenza.


NORMATIVA DI RIFERIMENTO
- Legge 24 febbraio 1992, n. 225 - "Istituzione del servizio nazionale della protezione civile"
- Legge Regionale Emilia-Romagna 19 aprile 1995, n. 45 "Disciplina delle attività e degli interventi della Regione Emilia-Romagna in materia di protezione civile"
- Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 112 (art. 107, 108 e 109) "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli altri enti locali in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59"
- Legge Regionale Emilia-Romagna 21 aprile 1999, n. 3 (art. 176, 177 e 178 che recepiscono e articolano le prescrizioni del D. Lgs. 112/98)
- Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 14, 79, 80, 81 e 82)
- Legge 3 agosto 1999, n. 265 (art. 12) "Disposizioni in materia di autonomia e ordinamento degli enti locali, nonché modifiche alla legge 8 giugno 1990, n. 142"
- Decreto Legislativo 17 agosto 1999, n. 334 "Attuazione della direttiva 96/82 CE relativa al controllo dei pericoli di incidenti rilevanti connessi con determinate sostanze pericolose"
- Legge 9 novembre 2001, n. 401 "Conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 343/2001, recante disposizioni urgenti per assicurare il coordinamento operativo delle strutture preposte alle attività di
protezione civile" .


Ultima modifica il 04/05/2010 alle 11:59

 
Torna su