Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Milano

Neocomunitari

I cittadini neocomunitari possono entrare liberamente in Italia e, se in possesso dei requisiti, richiedere la Carta di Soggiorno direttamente alle Questure competenti o tramite gli uffici postali.
Per quanto riguarda l'avviamento al lavoro, ogni paese neocomunitario dovrà essere verificato di volta in volta il regime transitorio.
Sono esclusi i seguenti settori per i quali l'accesso è stato completamente liberalizzato:  
  • agricolo e turistico alberghiero;
  • lavoro domestico e di assistenza alla persona;
  • edilizio;
  • metalmeccanico;
  • dirigenziale e altamente qualificato;
  • lavoro stagionale.
I datori di lavoro che intendono procedere all'assunzione di lavoratori neocomunitari, rientranti nelle predette tipologie, dovranno effettuare le ordinarie comunicazioni ai Centri per l'Impiego e ai competenti Enti previdenziali ed assistenziali.
Pertanto, le pratiche di ricongiungimento familiare e quelle riguardanti i suddetti settori di lavoro, sono da intendersi archiviate.

Il datore di lavoro dovrà procedere all'invio mediante raccomandata A/R) allo Sportello Unico per l'Immigrazione competente della richiesta di Nulla Osta utilizzando l'apposita modulistica.
Per l'invio della corrispondenza:
Sportello Unico per l'Immigrazione
c/o Prefettura di Milano - U.T.G.
Corso Monforte, 31
20122 Milano


Data pubblicazione il 01/01/2001
Ultima modifica il 08/08/2014 alle 12:25

 
Torna su