Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Milano

Deposito e minuta vendita degli esplosivi di I, IV e V categoria

Deposito e/o minuta vendita degli esplosivi di I, IV e V categoria
Rilascio della autorizzazione al deposito e/o alla minuta vendita per le materie esplodenti
Rilascio della autorizzazione al deposito e alla minuta vendita degli esplosivi di I, IV e V categoria, ai sensi dell'art. 47 Regio Decreto 18/06/1931 n. 773, a seguito di sopralluogo della Commissione tecnica per le materie esplodenti. La licenza ha validità triennale dalla data del rilascio.

DIRIGENTE IN POSIZIONE DI STAFF - Viceprefetto Aggiunto:Dott.ssa Sabrina PANE
Email DIRIGENTE IN POSIZIONE DI STAFF - Viceprefetto Aggiunto: sabrina.pane(at)interno.it

Esplosivi

Addetto: Ornella FASANELLA
Orari di ricevimento:
  • Martedì dalle 10:00 alle 12:00
  • Giovedì dalle 10:00 alle 12:00
Ubicazione dell'Ufficio: Corso Monforte, 31 - Secondo Piano - Stanza 66
Email dell'ufficio:
Telefono:


Chi può fare richiesta Il richiedente non deve trovarsi nelle condizioni previste dagli artt. 11 e 52 del T.U.L.P.S. (Regio Decreto 18/06/1931 n. 773) e deve dimostrare di essere in possesso della capacità tecnica di cui all'art. 52 del T.U.L.P.S. mediante un esame da sostenere presso la Commissione Tecnica Provinciale per la materie esplodenti.
I locali adibiti alla minuta vendita (fino a complessivi Kg. 200 netti di prodotti esplodenti di I, IV e V categoria) devono avere le caratteristiche di cui al d.m. 23/09/1999.
Indirizzo P.E.C.:
(nell'Oggetto della P.E.C. indicare "Armi e esplosivi")
 
Istanza
Domanda in carta da bollo da € 16,00 indirizzata al Prefetto, e per conoscenza al Comando Provinciale Vigili del Fuoco, e contenente la seguente documentazione:
  1. nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza del richiedente. In caso di Società la domanda deve essere presentata dal legale rappresentante;
  2. specie e quantità del materiale esplodente che si vuole detenere per la vendita;
  3. documentazione comprovante la disponibilità dei locali, ovvero dichiarazione sostitutiva di notorietà;
  4. n. 2 copie della planimetria dei locali e relazione tecnica redatta ai sensi del d.m. 04/05/98, allegato I, da tecnico abilitato iscritto all'ordine professionale;
  5. documentazione comprovante la capacità tecnica, ovvero dichiarazione sostitutiva di notorietà;
  6. documentazione comprovante la stipulazione delle assicurazioni previste dalla legge per il personale dipendente nonchè di polizza assicurativa a garanzia dei rischi;
  7. richiesta del certificato di prevenzione incendi presentata al Comando Provinciale Vigili del Fuoco, ai sensi del D.P.R. 37/1998 (ai quali va presentata altresì copia della domanda di rilascio licenza);
  8. marca da bollo da € 16,00.
Alla domanda dovrà essere allegata copia di un documento di identità.
 
 

Data pubblicazione il 27/01/2009
Ultima modifica il 11/01/2019 alle 10:01

 
Torna su