]]>

Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Milano


LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI


AVVISO ALL'UTENZA
  Dal 4 agosto 2014 è operativa la procedura di prenotazione obbligatoria   per l'accesso all'ufficio legalizzazione.
 
  
 
 
 
LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI

Attestazione della qualità legale Pubblico Ufficiale che appone la firma su un documento.

La "Legalizzazione" consiste nell'attestazione della qualità legale del Pubblico Ufficiale che ha apposto la propria firma su un documento (atti, copie ed estratti), nonché dell'autenticità della firma stessa.

La Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo - provvede, per delega del Ministero degli Affari Esteri, alla legalizzazione delle firme su documenti da e per l'estero.

La Prefettura-U.T.G. legalizza:
  • atti e documenti formati in territorio italiano presso la provincia di Milano affinché abbiano valore all'estero;
  • atti e documenti formati da una rappresentanza diplomatica o consolare estera avente sede nella provincia di Milano ovvero competenti sulla circoscrizione territoriale del nord Italia .       
ATTENZIONE

La legalizzazione degli atti firmati dai Notai, dai traduttori giurati, dai Funzionari di Cancelleria e dagli Ufficiali Giudiziari è di competenza della Procura della Repubblica .

La legalizzazione delle firme non è necessaria per gli atti e i documenti rilasciati da una rappresentanza diplomatica o consolare estera residente in Italia dei seguenti Stati aderenti alla Convenzione di Londra del 7 giugno 1968 o alla Convenzione di Bruxelles del 25 maggio 1987: Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Lettonia, Liechtenstein, Lussemburgo, Moldova, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia.
La legalizzazione delle firme non è necessaria per tutti gli atti e i documenti rilasciati dalle autorità amministrative dei seguenti Stati: Belgio, Danimarca, Estonia, Francia, Irlanda, Lettonia (Convenzione di Bruxelles del 25 maggio 1987), Germania (Convenzione di Roma del 7 giugno 1969), Ungheria (Convenzione di Budapest del 26 maggio 1977).

I documenti da valere negli Stati aderenti alla Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961 devono essere sottoposti alla formalità della postilla c.d. "Apostille" (prevede un timbro speciale attestante l'autenticità del documento e la qualità legale dell''Autorità rilasciante), in luogo della legalizzazione.

Dirigente Dell'Area: Dott.ssa Donatella CERA
Email Dirigente Dell'Area: donatella.cera(at)interno.it

Legalizzazione

Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: Via Servio Tullio, 4
Email dell'ufficio: legalizzazione.pref_milano(at)interno.it
Telefoni:    
Fax:
 
Nel caso in cui vi siano situazioni in cui gli atti debbano essere utilizzati con particolare urgenza, si prega di inviare una comunicazione all'indirizzo email legalizzazione.pref_milano(at)interno.it specificando le motivazioni, che dovranno essere opportunamente documentate e circostanziate, al fine di consentire a questo Ufficio ogni opportuna valutazione.
 
Gli atti da legalizzare per adozione potranno essere consegnati ogni venerdì con accesso libero dalle ore 9:00 alle ore 13:00 in via Servio Tullio, 4. La restituzione degli atti legalizzati potrà avvenire previo contestuale accordo ed in base alle possibilità dell'Ufficio.
 

Riferimenti normativi:
  • D.P.R. 28/12/2000, n. 445
  • D.P.R. 3/11/2000, n. 396 (Regolamento per la revisione e semplificazione dell'ordinamento dello Stato civile)
  • Convenzione di Atene del 15 settembre 1977
  • Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961
  • Convenzione Europea di Londra del 7 giugno 1968

Ultima modifica il 14/03/2016 alle 16:30

 



Torna su