Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Messina

NOTIZIE

 

 PROTEZIONE CIVILE: BORRELLI VISITA I CENTRI INGV A VULCANO E STROMBOLI

Il 3 luglio test del sistema di allertamento acustico di protezione civile a Stromboli

 

Il prossimo 2 luglio, in occasione dell'apertura stagionale del Centro Informativo "M.Carapezza" dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) di Vulcano, il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli si recherà sull'isola per visitare la struttura e il Punto Informativo INGV situato al Porto di Levante. La giornata proseguirà con il trasferimento di Borrelli al Centro informativo INGV di Stromboli per una breve presentazione delle attività di divulgazione che si svolgono quotidianamente nel periodo estivo.

La visita del Capo Dipartimento sarà anche l'occasione per testare il sistema di allertamento acustico di protezione civile. Nella mattinata di martedì 3 luglio, infatti, verrà effettuato il primo test di funzionamento delle nove sirene acustiche posizionate su Stromboli, Ginostra, Panarea e Milazzo. Le prove, effettuate dal Comune di Lipari, saranno precedute da un messaggio vocale multilingue, trasmesso attraverso le stesse sirene, che preannuncerà il test esercitativo e a cui seguirà la verifica del funzionamento dell'allarme acustico.

Oltre all'utilizzo delle nove sirene, interconnesse tra loro attraverso una rete radio dedicata e collegate ad una postazione di gestione remota che ne garantisce l'attivazione simultanea in caso di emergenza, il sistema di allertamento per il rischio maremoto per le isole Eolie, si compone anche di un accurato monitoraggio multi-parametrico dell'attività vulcanica, gestito dall'INGV e dall'Università di Firenze. Attraverso due boe ondametriche, posizionate a largo di Stromboli in prossimità della costa, il sistema di monitoraggio è volto a identificare in tempo reale possibili anomalie, tra cui anche l'individuazione delle onde di maremoto innescato da un eventuale collasso della Sciara del fuoco.

Il sistema di allertamento acustico, oltre che per il rischio maremoto, può essere uno strumento utile per fornire messaggi di allerta alla popolazione anche per altre tipologie di rischio che consentano una prevedibilità nell'evoluzione dei fenomeni. Nel caso, invece, di eventi improvvisi ed imprevedibili il sistema di allertamento potrà essere comunque utilizzato per dare un segnale di allarme alla popolazione al manifestarsi dell'evento. 

Roma, 28 giugno 2018
Pubblicato il :

 'PATTI PER L'ATTUAZIONE DELLA SICUREZZA URBANA": SOTTOSCRITTI DAL PREFETTO DI MESSINA SPECIFICHE INTESE PER LA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA INTEGRATA SUL TERRITORIO DI 88 COMUNI

Sono 88 (su un totale di 108) i Comuni che hanno raccolto l'invito del Prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi, a sottoscrivere i "Patti per l'attuazione della Sicurezza urbana" diretti ad affermare, pur nel rispetto delle diverse prerogative istituzionali, come anche i comuni, i sindaci e la polizia locale, debbano concorrere alla promozione della sicurezza integrata sul territorio.

La sottoscrizione dei predetti documenti, infatti, nello stimolare ogni possibile sinergia istituzionale che possa utilmente concorrere a soddisfare la domanda di sicurezza dei cittadini, rappresenta l'avvio di un percorso condiviso per la realizzazione di forme più efficaci ed incisive di collaborazione istituzionale nel controllo delle aree e delle attività a rischio, anche attraverso l'implementazione di nuovi sistemi di videosorveglianza che potranno alimentare lo scambio informativo tra le Forze di Polizia locale e quelle statali.

Allo scopo di definire sollecitamente le proposte acquisite per la realizzazione degli impianti tecnologici nelle zone maggiormente a rischio, gli elaborati progettuali presentati da tutte le Amministrazioni comunali che hanno aderito all'iniziativa, saranno portati all'esame del Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, che dovrà verificare l'idoneità degli stessi ad inserirsi in maniera coerente e funzionale nel sistema complessivo di controllo tecnologico del territorio gestito dal Ministero dell'Interno; spetterà poi ad una Commissione centrale decidere l'ammissione a finanziamento dei progetti e la graduazione degli stessi.

Va però sottolineato come la massiccia e convinta adesione da parte degli Enti locali alla predetta iniziativa, testimoni il progressivo e confortante sviluppo di una piena e radicata consapevolezza; ovvero quella che l'innalzamento dei livelli di sicurezza non dipende solo dalle attività di prevenzione e repressione dei reati, demandate costituzionalmente allo Stato, ma anche dallo sviluppo di un partenariato interistituzionale capace di affiancare ed integrare le tradizionali politiche di "ordine pubblico" con strumenti di "nuova prevenzione", capaci di incidere sulla qualità della vita, sull'equilibrio e la coesione sociale, affidate al concorso di Regioni ed Enti locali.
Pubblicato il :

 Riunione in Prefettura tra Sindacati e i vertici di Energiefuture S.P.A. - A2A e di Sicindustria | Approfonditi gli aspetti di criticità nelle aziende dell'indotto alla Centrale Termoelettrica A2A

Nel pomeriggio di ieri, 3 luglio 2018, si è tenuta in Prefettura una riunione, presieduta dal Vice Prefetto Vicario Dott.ssa Maria Carolina Ippolito, alla quale hanno partecipato i Segretari provinciali di CGIL, CISL (delegati del Segretario provinciale) e UIL, i vertici di Energiefuture S.P.A. - A2A e di Sicindustria, oltre che i Direttori dell'Ispettorato Provinciale del Lavoro, I.N.P.S. e rappresentante Centro per l'Impiego, nell'ambito della quale sono stati approfonditi gli aspetti di criticità nelle aziende dell'indotto alla Centrale Termoelettrica A2A che hanno determinato astensione dalla attività lavorative da parte dei lavoratori dell'indotto, ponendo l'attenzione specificatamente al rispetto dei termini contrattuali, delle condizioni di sicurezza nelle aziende e della salvaguardia dei posti di lavoro.

Nel corso delle riunione, le parti hanno confermato l'Accordo intercorso tra A2A e OO.SS. Confederali CGIL, CISL, UIL il 6 dicembre scorso in materia di gestione e di governo dei flussi occupazionali ed hanno convenuto sia sugli aspetti inerenti la gestione degli affidamenti di attività di appalto che A2A Energiefuture S.p.A. porrà in essere per la selezione delle imprese e nell'aggiudicazione dei contratti già dal prossimo mese di ottobre 2018, sia sulla puntuale attività di vigilanza ad opera della committente nei confronti delle ditte dell'indotto finalizzata alla verifica del rispetto delle clausole contrattuali.

Al riguardo, si è convenuto che gli esiti delle verifiche effettuate saranno portate a conoscenza delle OO.SS., le quali si sono impegnate ad adire le Autorità competenti.

Per quanto riguarda la sicurezza sul luogo di lavoro, è stato confermato da A2A Energiefuture S.p.A. il rispetto delle normative di salute e sicurezza quale elemento fondamentale e imprescindibile per la qualificazione delle imprese fornitrici anche nella prospettiva della costituzione e del mantenimento di un rapporto di collaborazione.

A conclusione dell'incontro, si è concordato che le azioni di sciopero venissero immediatamente revocate.

Messina, 4 luglio 2018
Pubblicato il :

 
Torna su