Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Messina

NOTIZIE

 

 GIRO CICLISTICO DI SICILIA - INCONTRO IN PREFETTURA SULLE MISURE DI SICUREZZA

GIRO CICLISTICO DI SICILIA - INCONTRO IN PREFETTURA   GIRO CICLISTICO DI SICILIA - INCONTRO IN PREFETTURA
 
In relazione al prossimo svolgimento del Giro Ciclistico di Sicilia si è tenuto in Prefettura un incontro convocato dal Prefetto, dr.ssa Maria Carmela Librizzi, alla presenza dei vertici delle Forze dell'Ordine e della Polizia Stradale, cui hanno preso parte i rappresentanti dei Comuni interessati dal passaggio degli atleti, dei Vigili del Fuoco, dell'Azienda Sanitaria Provinciale, del 118 e della RCS Sport, Società organizzatrice dell'evento.

La manifestazione, di particolare rilievo atteso che rappresenta una sorta di "prologo" del Giro d'Italia, interesserà circa 40 Comuni della provincia di Messina, il cui territorio sarà attraversato dalla carovana - composta da 140 atleti ed 80 veicoli - nel corso della prima, seconda e quarta tappa, previste il 3 - 4 e 6 aprile prossimi.

Nell'occasione, il Prefetto ha evidenziato la necessità di approfondire ogni aspetto dell'organizzazione legato ai profili di safety e security , al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione in una cornice di sicurezza. In tal senso, ha ribadito l'importanza di una accurata redazione sia del Piano di sicurezza, con particolare riferimento all'individuazione delle vie di fuga e delle misure atte ad assicurare l'incolumità del pubblico, che del Piano sanitario, che sarà sottoposto all'attenzione dell'Azienda Sanitaria, del 118 dei Vigili del Fuoco per le valutazioni di rispettiva competenza.

I Sindaci, nel manifestare apprezzamento per l'iniziativa - che costituisce una importante vetrina per il territorio - ed assicurando massimo impegno per la migliore riuscita della stessa, hanno rappresentato alcune problematiche relative alla viabilità, che saranno oggetto di esame da parte degli Organi tecnici.

Il Prefetto, infine, ha richiamato la particolare attenzione dei Sindaci sull'adozione delle misure necessarie a regolare la viabilità sulle strade interessate, nonché a garantire la sicurezza delle aree in cui sono previste la partenza o l'arrivo della gara, in ragione della prevista maggiore concentrazione di pubblico.

Nei prossimi giorni le Forze dell'Ordine terranno dei tavoli tecnici per approfondire aspetti di dettaglio relativi ai singoli Comuni, mentre la valutazione finale sull'intera manifestazione è rimessa ad una successiva riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica.

Pubblicato il :

 Visita al Prefetto dell'Ambasciatore d'Irlanda Colm Ỏ Floinn

Visita al Prefetto dell'Ambasciatore d'Irlanda Colm Ỏ Floinn   Visita al Prefetto dell'Ambasciatore d'Irlanda Colm Ỏ Floinn

Nella mattinata odierna è giunto a Messina, l'Ambasciatore d'Irlanda Colm Ỏ Floinn, accompagnato dal Vice Capo Missione Sig.ra Margaret Ryan, accolto al suo arrivo dal Prefetto Dott.ssa Maria Carmela Librizzi presso il Palazzo del Governo, con cui si è intrattenuto per un saluto cordiale insieme ai vertici delle Forze dell'Ordine.

L'Ambasciatore d'Irlanda Ỏ Floinn ha evidenziato di avere programmato la visita a Messina come segno di riconoscenza e ringraziamento al Prefetto e alle Istituzioni preposte a fronteggiare il fenomeno dell'immigrazione in questa città, per l'accoglienza riservata alle due delegazioni irlandesi che nei mesi scorsi hanno svolto missioni finalizzate alla ricollocazione di migranti ospiti dell'Hotspot, provenienti da uno sbarco nel porto di Pozzallo lo scorso luglio e dagli sbarchi della Nave Diciotti, successivamente trasferiti in quel Paese.

Nell'ambito della riunione organizzata presso il Palazzo di Governo alle ore 11,30, il Prefetto ha illustrato all'Ambasciatore le modalità di svolgimento degli sbarchi presso il porto di Messina, con l'attivazione di un complesso modello operativo che coinvolge Forze di Polizia, Strutture sanitarie, Servizi sociali del Comune capoluogo, Volontariato, Organizzazioni umanitarie non governative, soffermandosi anche sul ruolo della Prefettura in tema di accoglienza dei migranti in questo territorio.

L'Ambasciatore d'Irlanda Ỏ Floinn, dopo avere ascoltato le diverse componenti presenti al tavolo che hanno esposto i compiti ed i ruoli ricoperti da ciascuno, ha espresso vivo compiacimento per l'attività, coordinata dalla Prefettura, che coinvolge molteplici Enti ed Istituzioni, sottolineando in particolare la piena consapevolezza e operatività dei diversi attori del sistema "immigrazione" e traendo una positiva impressione dalla complessa e puntuale organizzazione messa in campo per la gestione del fenomeno migratorio, in una cornice di massima sicurezza a tutela dei diritti degli stessi e dei cittadini italiani.

Il Prefetto, a conclusione dell'incontro, ha espresso "gratitudine per l'attenzione rivolta dall'Ambasciatore alla comunità messinese, ringraziando con l'occasione l'Irlanda per l'ospitalità riservata a 32 migranti, recentemente transitati da Messina".

L'Ambasciatore, nel primo pomeriggio, accompagnato dal Prefetto, ha poi fatto visita al C.P.S.I. - Centro di Primo Soccorso e Identificazione - sito in questa città, dove si è soffermato chiedendo informazioni sull'organizzazione del centro, puntualmente fornitegli dai presenti.  

Messina, 5 marzo 2019

IL CAPO DI GABINETTO

Minutoli

Pubblicato il :

 Minori e tossicodipendenza - Riunione in Prefettura

Minori e tossicodipendenza - Riunione in Prefettura   Minori e tossicodipendenza - Riunione in Prefettura
L'incontro ha visto la partecipazione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni Dott. Andrea Pagano, dei vertici delle Forze dell'Ordine, del Dirigente del Dipartimento Servizi Sociali del Comune di Messina e dei Dirigenti e rappresentanti del Ser.T - Servizio Tossicodipendenze, Consultori Familiari e Neuropsichiatria infantile dell'A.S.P.

Il Prefetto ha sottolineato l'importanza di affrontare con tutte le Istituzioni a vario titolo preposte, la delicata problematica, considerato che dagli studi sull'argomento ed anche da recenti articoli di stampa emerge che il consumo di sostanze stupefacenti da parte dei giovani continua ad essere diffuso e addirittura in crescita relativamente a fasce di età che riguardano anche ragazzi di 13/14 anni.

Il fenomeno della tossicodipendenza e dell'uso di sostanze stupefacenti, regolato dalla normativa del settore che prevede interventi preventivi e colloqui con i ragazzi in caso di uso personale di sostanze stupefacenti e attività sanzionatoria e di contrasto nel caso di reati di spaccio, specie se effettuato da minori, suscita particolare allarme sociale per gli sviluppi negativi che può determinare sulla crescita dei ragazzi. Risulta, pertanto, fondamentale organizzare interventi condivisi che, nel rispetto delle competenze di ciascuno, consentano di individuare percorsi virtuosi di presa in carico e di accompagnamento delle famiglie dei minori coinvolti.

Tale esigenza è stata evidenziata anche dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni che, concordemente agli altri attori del sistema, ritiene molto importante dare impulso ad ogni iniziativa che consenta di affrontare al meglio ed in modo coordinato le molteplici sfaccettature del problema, che concerne sia la presa in carico del minore, sia l'attenzione alla capacità genitoriale che l'idonea valutazione della sussistenza di eventuali problemi psichiatrici.

I servizi dell'ASP preposti, il Ser.T - Servizio Tossicodipendenze dell'ASP in particolar modo ed i Servizi Consultori familiari e Neuropsichiatria infantile, hanno espresso massima disponibilità a collaborare per implementare, attraverso dinamiche di confronto e lavoro di rete, il sistema di approccio alle tossicodipendenze, specie nel caso di minori, evidenziando che le attività poste in essere rispondono alla normativa vigente del settore, che attribuisce competenze ben precise all'ASP, attuate attraverso figure professionali individuate.

Anche il Dirigente del Dipartimento dei Servizi Sociali del Comune di Messina ha auspicato la predisposizione di un modello operativo di rete che parta dalla presa in carico del minore che viene segnalato per uso di sostanze stupefacenti e sia finalizzato a costruire un mirato progetto operativo che punti al suo sviluppo.

Con tali premesse, il Prefetto, il Procuratore del Tribunale per i Minorenni ed i presenti concordano di realizzare un gruppo di lavoro che definisca delle linee guida finalizzate a regolamentare il flusso di informazioni tra i diversi uffici competenti, a partire dalla segnalazione delle Forze dell'Ordine ex D.P.R. n. 309/90, per arrivare agli interventi di competenza dell'ASP con la individuazione di un percorso terapeutico anche in collaborazione con Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni e della comunità terapeutica più idonea.

Tali iniziative vedranno il coinvolgimento dell'Istituzione scolastica, il cui contributo è da ritenersi molto importante in quanto agenzia educativa privilegiata per i minori, già oggetto di specifiche iniziative del Ministero dell'Interno nell'ambito del Progetto "Scuole sicure", finalizzato al contrasto del fenomeno di uso di sostanze stupefacenti negli istituti scolastici.

 

Messina, 28 febbraio 2019

IL CAPO DI GABINETTO

(Minutoli)

Pubblicato il :

 
Torna su