Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Messina

Patrocinio e logo della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Il patrocinio rappresenta una forma simbolica di adesione e una manifestazione di apprezzamento della Presidenza del Consiglio dei ministri ad iniziative ritenute meritevoli.
Il patrocinio è concesso a titolo gratuito per iniziative a carattere nazionale o internazionale di alto rilievo culturale, sociale, scientifico, artistico, storico, sportivo, ad esclusione di quelle che abbiano finalità commerciali o di carattere strettamente locale.
Sono escluse, pertanto, tutte le iniziative che:
  • abbiano scopo di lucro diretto o indiretto. Non si considera con scopo di lucro l'iniziativa di raccolta fondi, avente una finalità ritenuta meritevole, da parte di ONLUS, iscritte negli appositi elenchi o riconosciute dalla legge;
  • abbiano un ambito di diffusione strettamente locale. Possono essere ammesse al patrocinio le iniziative che, pur di carattere prevalentemente locale, abbiano profili di particolare rilevanza istituzionale e che riguardino temi o eventi di interesse per tutti i cittadini italiani;
  • abbiano natura politica o esclusivamente religiosa;
  • rientrino nell'ordinaria attività di istituti di istruzione, stagioni teatrali ordinarie, seminari estivi, corsi di perfezionamento, master;
  • abbiano elementi identificativi di uno sponsor nel titolo o nel logo (title sponsor);
  • prevedano il pagamento di una quota di partecipazione, fatto salvo che il richiedente dimostri che quanto percepito per la vendita dei biglietti d'ingresso è a esclusiva copertura dei costi delle stesse iniziative.
 
Il patrocinio è concesso ad una singola iniziativa posta in essere da uno stesso organizzatore per anno solare, non si estende per analogia ad altre iniziative connesse o affini e non è accordato in via permanente.
All'Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le Onorificenze della Presidenza del Consiglio dei ministri è attribuito in via esclusiva il coordinamento generale della concessione dei patrocini e del logo della Presidenza del Consiglio dei ministri e la relativa attività istruttoria.
 
L'Ufficio provvede alla verifica della sussistenza dei requisiti sopra esplicitati, nonché della validità della manifestazione, dell'affidabilità, della serietà dell'organizzazione e dei promotori e richiede, in via esclusiva, alle Prefetture-Uffici territoriali del Governo il parere di competenza sulle iniziative oggetto di istruttoria ed eventualmente ad Amministrazioni dello Stato nelle materie oggetto di patrocinio.
 
La richiesta del patrocinio e dell'eventuale utilizzo del logo, avviene attraverso la compilazione e presentazione dell'allegato modulo pubblicato sul sito web dell'Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le Onorificenze della Presidenza del Consiglio dei ministri, nella sezione "Richiesta patrocini" ( http://presidenza.governo.it/ufficio_cerimoniale/cerimoniale/ModuloPatrocini.pdf ).
 
La richiesta di patrocinio potrà essere trasmessa direttamente insieme agli allegati esclusivamente via P.E.C. all'indirizzo: cerimonialedistato(at)pec.governo.it , ovvero, per la provincia di Cremona, tramite la Prefettura-Ufficio territoriali del Governo che invierà all'Ufficio del Cerimoniale la documentazione via PEC.
La concessione del patrocinio richiede un adeguato tempo di istruttoria. Pertanto le richieste devono pervenire all'Ufficio del Cerimoniale in tempo utile e, comunque, almeno tre mesi prima della data prevista per l'evento. Non si potrà tener conto di richieste che giungano a meno di tre mesi dall'evento, salvo eccezioni adeguatamente motivate.
 
A conclusione dell'istruttoria, l'Ufficio del Cerimoniale sottopone al Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri le richieste di patrocinio corredate di un proprio motivato parere.
 
Il patrocinio è concesso dal Segretario generale della Presidenza del Consiglio, che contestualmente autorizza l'utilizzo del logo della Presidenza del Consiglio dei ministri, laddove richiesto.
 
La concessione del logo è condizionata a quella del patrocinio. Se la richiesta dell'utilizzo del logo è successiva alla concessione del patrocinio, tale utilizzo potrà essere autorizzato direttamente dall'Ufficio del Cerimoniale. Il medesimo Ufficio, in tutti i casi, dovrà provvedere all'invio del file contenente il logo, unitamente alle istruzioni per l'utilizzo, all'indirizzo di posta elettronica del richiedente.
 
La menzione del patrocinio e l'eventuale logo della Presidenza del Consiglio, in tutte le forme di comunicazione legate all'iniziativa, devono essere collocati, in relazione ai formati e alle dimensioni dei supporti, in posizione preminente e distante da eventuali marchi di sponsor.
 
I Dipartimenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri affidati ad. Autorità politiche che ricevano direttamente istanze di patrocinio ed eventualmente di autorizzazione all'utilizzo del logo devono inoltrare all'Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le Onorificenze le stesse richieste corredate di un proprio motivato parere e di ogni utile notizia sulla natura e sulla serietà delle iniziative, nelle materie di competenza.
 
Lo stesso Ufficio del Cerimoniale, a seguito di propria istruttoria, sottopone le predette istanze, corredate di un proprio motivato parere, al Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri, che autorizza la concessione del patrocinio e l'utilizzo del logo della Presidenza del Consiglio dei ministri, laddove richiesto.
 
Subordinatamente al nulla osta del Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri, i singoli Dipartimenti titolari della richiesta potranno procedere alla concessione del patrocinio di loro competenza.
 
I Dipartimenti possono accordare direttamente patrocini nelle materie di propria competenza senza il preventivo nulla osta del Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri solo nel caso in cui le richieste provengano da istituzioni pubbliche. Comunque, tali concessioni potranno essere accordate unicamente alle iniziative aventi le caratteristiche descritte al punto 1, dandone tempestiva comunicazione all'Ufficio del Cerimoniale per l'aggiornamento dell'elenco dei patrocini concessi.
 
Nel caso in cui il patrocinio sia concesso direttamente dai Dipartimenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri affidati ad Autorità politiche, potrà essere utilizzato solo la dicitura della stessa Autorità politica, accompagnato dall'emblema della Repubblica Italiana.
 
A decorrere dal 1° settembre 2019 i Ministeri accordano direttamente i patrocini a loro richiesti nelle materie di propria competenza senza il preventivo nulla osta della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Comunque, tali concessioni potranno essere accordate unicamente alle iniziative aventi le caratteristiche descritte al punto 1, dandone tempestiva comunicazione all'Ufficio del Cerimoniale per l'aggiornamento dell'elenco dei patrocini concessi.
 
IL Segretario Generale

Data pubblicazione il 24/06/2019
Ultima modifica il 24/06/2019 alle 09:55

 
Torna su