Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Messina

Orfani di guerra ed equiparati

Dirigente Dell'Area:Dott.ssa Caterina MINUTOLI
Email Dirigente Dell'Area: caterina.minutoli(at)interno.it

Orfani di Guerra ed Equiparati - Profughi ed Equiparati

Orari di ricevimento:
  • Martedì dalle 09:00 alle 13:00
  • Giovedì dalle 09:00 alle 13:00
 

Presso la Prefettura - U.T.G. è istituito l'Elenco Provinciale degli Orfani di Guerra.

Chiunque sia figlio di persona deceduta per cause di guerra oppure di persona equiparata ad orfano di guerra (es: figli di invalidi di guerra) può richiedere l'iscrizione al suddetto elenco al fine di acquisire il riconoscimento dello status di "orfano di guerra o categoria equiparata", necessario per usufruire dei benefici giuridici ed economici previsti dalla legislazione vigente    

Chi può fare la richiesta

I cittadini italiani :

  • orfani di genitore deceduto per cause di guerra
  • figli di invalidi di guerra , il cui genitore sia beneficiario di pensione di guerra di 1^ categoria ovvero di pensione di guerra dalla 2^ all'8^ categoria, con godimento dell'assegno di incollocabilità
Per il riconoscimento dello status di "orfano di guerra o categoria equiparata" è necessario che gli orfani o i figli fossero minorenni al momento della morte ovvero del riconoscimento dell'invalidità di guerra del genitore


Cosa fare

Domanda in carta libera, indirizzata alla Prefettura - U.T.G. di residenza del richiedente

L'interessato può richiedere alla Prefettura - U.T.G. il rilascio di certificati che attestano  lo status di "Orfano di guerra o persona equipara" 


Documentazione richiesta

  1. domanda
    (vedi il modello Mod. A - Iscrizione all'Elenco Provinciale degli Orfani di Guerra)
    (vedi il modello Mod. B - Richiesta attestato orfano di guerra)
  2. " determinazione " (mod. 331), in copia autentica, rilasciata dalla Direzione Provinciale dei Servizi Vari, dalla quale risultino la categoria e la decorrenza originaria della pensione percepita dalla vedova o dall'orfano. In caso di pensioni concesse per invalidità dovuta a ferite o malattie contratte in guerra, la determinazione deve riferirsi alla pensione originaria dell'invalido e contenere l'indicazione del godimento (da parte dell'invalido) dell'assegno di incollocabilità, se riferita a pensione dalla 2^ all'8^ categoria
  3. dichiarazione sostitutiva di certificazione, sottoscritta dall'interessato , attestante il luogo e la data di nascita, lo stato di famiglia storico e la morte del genitore
(vedi il modello di autocertificazione A)


 
Riferimenti normativi

Vedi anche:


Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 06/11/2008 alle 15:07

 
Torna su