Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Matera

Comunicati Stampa

 

 MISURE DI SOSTEGNO POST COVID-19

IL PREFETTO SANTE COPPONI ISTITUISCE L'OSSERVATORIO PER IL MONITORAGGIO E LA TUTELA DELLA LEGALITA'

Con decreto adottato in data odierna il Prefetto di Matera, dott. Sante Copponi, ha istituito nell'ambito della Conferenza Provinciale Permanente istituita ai sensi dell'art. 11 del D. Lgs. n. 300/1999 e s.m.i., l'Osservatorio Provinciale per il monitoraggio delle misure di sostegno sociale, economico e finanziario connesse all'emergenza da COVID-19 e per la promozione della legalità.

L'Osservatorio provinciale, composto dai rappresentanti delle Istituzioni Statali, locali, del settore finanziario e creditizio, delle Associazioni di categoria, delle Organizzazioni Sindacali e di tutti gli altri attori istituzionali e stakeholders a vario titolo coinvolti, è costituito con il compito di:

  • - analisi ed approfondimento sulla situazione economico-sociale della provincia;
  • - monitoraggio delle misure di sostegno sociale, economico e finanziario a beneficio delle famiglie ed imprese;
  • - individuazione a analisi dei settori a rischio di possibili infiltrazioni della criminalità organizzata;
  • - proposta di intese ai fini del rafforzamento dell'attività di prevenzione antimafia.
 

L'Osservatorio si riunisce in composizione plenaria due volte l'anno. In relazione ai temi trattati, possono essere convocate riunioni dell'Osservatorio in forma ristretta, riservate alla partecipazione dei soli organismi interessati.

 

Nell'ambito di specifici spazi di operatività dell'Osservatorio provinciale riservati al tema della individuazione dei settori a rischio di infiltrazione criminale, l'attenzione può essere focalizzata anche sulla emersione di eventuali indici sintomatici di pressioni e condizionamenti illeciti nel distretto imprenditoriale di riferimento, con lo scopo di favorire la più ampia circolarità informativa ed il proficuo confronto tra gli attori istituzionali coinvolti.

 

L'Osservatorio provinciale è altresì sede privilegiata per l'approfondimento, l'analisi e la congiunta disamina delle principali questioni strategiche ed operative sottese al tema della prevenzione e contrasto al fenomeno dell'usura, al fine di individuare le migliori scelte ed azioni politico-amministrative capaci di supportare una adeguata azione di anticipazione e prevenzione della fattispecie criminosa in parola, anche in attuazione di eventuali intese sottoscritte a livello regionale o provinciale.

Matera, 17 gennaio 2022

Pubblicato il
:

 EVOLUZIONE EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 ULTERIORE INCONTRO IN PREFETTURA

Nella giornata di ieri presieduta dal Prefetto di Matera Sante Copponi si è tenuta una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per l'esame congiunto dell'attuale fase pandemica, con riferimento alla ripresa delle attività didattiche, all'attività di tracciamenti e andamento dei controlli per il puntuale rispetto delle disposizioni normative adottate.

All'incontro, tenutosi in videoconferenza, hanno partecipato, oltre ai vertici delle Forze di Polizia, i Sindaci dei Comuni della Provincia, il Dirigente dell'Ufficio Scolastico e i gestori del traporto pubblico locale.

Per la circostanza è intervenuto in Prefettura il dott. Rocco Luigi Eletto, responsabile del Dipartimento Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell'ASM di Matera, per illustrare ai Sindaci della Provincia la situazione complessiva del contagio in Provincia e rispondere alle richieste di chiarimento relative alle tante problematiche insorte in questo periodo e riguardanti il funzionamento della Piattaforma regionale SISI, la gestione sanitaria dei tamponi antigenici e di quelli fai da te, i disservizi provocati dalla mancata interazione tra il Sistema Tessera Sanitaria e la Piattaforma SISI della Regione Basilicata.

Al riguardo, sono state fornite informazioni anche sulle iniziative che si ritiene di poter assumere a livello di sanitario per una efficace gestione nell'ambito della piattaforma SISI dei tamponi antigienici positivi, già inseriti nel sistema T.S.

Per quanto riguarda la ripresa delle attività didattiche dopo le festività natalizie e di fine anno il dirigente dell'ufficio scolastico provinciale ha rappresentato che la situazione è attentamente gestita dai dirigenti scolastici per la pronta attuazione delle nuove disposizioni legislative di recente intervenute per la gestione delle attività didattiche qualora venga accertata la presenza di studenti positivi nelle classi. Al riguardo si è data notizia che nella giornata di sabato si terrà un incontro dei dirigenti scolastici con l'ASM per l'ulteriore esame di problematiche riguardanti l'applicazione delle succitate disposizioni. Gli enti gestori del TPL non hanno segnalato criticità al riguardo.

A conclusione dell'incontro, il Prefetto ha richiamato l'attenzione dei Sindaci intervenuti sulla assoluta necessità di ponderare l'adozione delle ordinanze contingibili ed urgenti ai sensi dell'art. 50 del T.U.E.L. con le quali vengono sospese le attività didattiche. subordinandole alla imprescindibile sussistenza dei presupposti di fatto e di diritto.

In particolare, per quanto riguarda la disciplina delle attività didattiche in presenza, la materia è stata compiutamente disciplinata dalle disposizioni nazionali, di rango primario e dunque sovraordinate rispetto all'eventuale esercizio del potere amministrativo. Ciò esclude la possibilità che possa residuare spazio nel settore considerato per l'emanazione di ordinanze sindacali contingibili ed urgenti, se non in presenza di situazioni preventivamente acclarate dall'autorità sanitaria.

 

Matera, 14 gennaio 2022 Situazione epidemiologica

Pubblicato il
:

 Fenomeno migratorio: analisi e valutazioni del Consiglio Territoriale per l'immigrazione

L'andamento del fenomeno migratorio della provincia, con le dinamiche e criticità che lo contraddistinguono, ha formato oggetto di una approfondita analisi nel corso di una riunione del Consiglio Territoriale per l'Immigrazione, tenutasi nella giornata di ieri, presieduta dal Prefetto di Matera, dott. Sante Copponi.

 

Il Consiglio Territoriale, organismo preposto al monitoraggio della presenza dei cittadini stranieri immigrati nel territorio e della capacità di quest'ultimo di assorbire i flussi migratori, è composto da rappresentanti delle amministrazioni statali, degli Enti locali, della Camera di Commercio, delle associazioni che operano nel campo dell'assistenza e dell'integrazione, delle organizzazioni datoriali e di lavoratori, configurandosi quindi come organo di supporto strategico del Prefetto nella gestione del fenomeno stesso.

 

Il Prefetto Copponi nell'introdurre la riunione ha dichiarato che scopo dell'incontro era quello di raccogliere e mappare le problematiche locali legate all'immigrazione, per la promozione di ogni utile iniziativa per l'integrazione socio-territoriale degli immigrati, anche mediante la formulazione ai diversi livelli istituzionali delle proposte idonee a superare le criticità avvertite.

 

Dalla lunga e approfondita disamina che è seguita, è emerso che il primo grande problema che affligge la provincia di Matera è quello della sistemazione abitativa dei migranti, soprattutto di quelli - e sono tanti - impegnati nei lavori agricoli nel metapontino.

 

In sede di riunione è emerso che questo è un fenomeno annoso che si è caratterizzato, nel corso degli anni, con le conosciute sistemazioni precarie in casolari abbandonati, in ruderi fatiscenti in condizioni di estrema precarietà e degrado igienico-ambientale e sociale. Il culmine del fenomeno è stato raggiunto con lo sgombero della Felandina, in Comune di Bernalda, dove si è registrata la morte di una migrante.

 

E' stata pertanto rappresentata in numerosi interventi l'improcrastinabile necessità di trovare prontamente una soluzione in grado di corrispondere a quello che si configura come un bisogno primario, all'ombra del quale si intersecano fenomeni di illegalità diffusa, quale il caporalato.

 

Nel corso della riunione diversi interventi di esponenti del mondo associativo e sindacale hanno segnalato il problema riguardante la necessità della definizione dell'iter amministrativo previsto per consentire il completamento del Centro di accoglienza presso la "Città della Pace" di Scanzano Jonico, per cui a suo tempo è stato condiviso un progetto e per il quale è stato stanziato un cospicuo finanziamento, anche con fondi PON Legalità, che, altrimenti, andrebbe perduto. Al riguardo, il Prefetto, aderendo alle sollecitazioni rappresentate, ha assicurato il suo interessamento presso la Regione per conoscere lo stato amministrativo della pratica e chiedere notizie sui tempi di definizione della stessa.

 

 Particolarmente significativi sono risultati gli interventi del sig Questore, del dirigente dell'ufficio scolastico provinciale, del dirigente provinciale dell'I.N.P.S. e del rappresentante dell'Ispettorato territoriale del lavoro che hanno segnalato le attività di competenza poste in essere nei confronti del fenomeno migratorio.

 Il Prefetto a conclusione dell'incontro si è riservato di procedere alla convocazione del Consiglio Territoriale con cadenza mensile, al fine di dar vita ad una sorta di osservatorio permanente rivolto all'esame congiunto tra istituzioni, mondo delle associazioni di volontariato, di categoria, delle organizzazioni sindacali dei problemi relativi a specifiche questioni, tra le quali assume rilevanza il fenomeno del caporalato, che si presenteranno in questo territorio al fine di trovare soluzioni condivise.

Matera, 12 gennaio 2022

 


Pubblicato il
:

 AVVENUTA ESTRAZIONE NOMINA REVISORE DEI CONTI ... COMUNE DI BERNALDA

In data 4 gennaio 2022, presso questa Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo, alla presenza del Vice Prefetto dott.ssa Emilia Felicita CAPOLONGO, si è proceduto, tramite il sistema appositamente predisposto dal Ministero dell'Interno, all'estrazione a sorte, dall'elenco dei Revisori dei Conti degli Enti Locali vigente alla data odierna, riferito all'articolazione regionale della Basilicata e alla rispettiva fascia di appartenenza, dei nominativi per la nomina dell'Organo di Revisione Economico-Finanziaria del Comune di Bernalda;

 

A seguito delle operazioni di cui sopra, risultano estratti i seguenti nominativi (come da documentazione circa "l'esito del procedimento di estrazione dalla banca dati revisori"):

1° MAZZUOLI Romina - Primo Revisore Estratto

2 ° MANIERI Enrico - Prima Riserva Estratta

3° CALAMIELLO Maria Teresa - Seconda Riserva Estratta

Pubblicato il
:

 ESTRAZIONE NOMINA REVISORE DEI CONTI ... COMUNE DI MATERA

 

Si rende noto che in data 20 gennaio 2022, alle ore 10:00, presso questa Prefettura-U.T.G., alla presenza del Vice Prefetto dott.ssa Emilia Felicita Capolongo, dirigente Area 2^, si procederà all'estrazione a sorte - con procedura tramite sistema informatico - dei nominativi dei componenti dell'organo di revisione economico-finanziaria per il Comune di Matera.

La presente pubblicazione ha effetto di pubblicità legale ai sensi dell'art. 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69.

 

Matera, 10 gennaio 2022

Pubblicato il
:

 EVOLUZIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 INCONTRO IN PREFETTURA

Il Prefetto di Matera Sante Copponi ha presieduto oggi, una nuova riunione nel corso della quale  è stata esaminata, l'attuale fase pandemica, per i profili della stessa sotto i diversi aspetti dello screening, della ripresa delle attività didattiche, dei tracciamenti e dell'andamento dei controlli per il più puntuale rispetto delle disposizioni normative adottate.

Il Prefetto, durante la riunione - a cui hanno partecipato oltre ai Vertici delle Forze dell'Ordine, il Presidente della Provincia, i Sindaci, il Capo Gabinetto della Regione Basilicata, i Dirigente dell'Ufficio Scolastico Regionale e Provinciale, nonché il Direttore Generale dell'A.S.M. - ha precisato che scopo dell'incontro odierno è l'esame congiunto delle numerose problematiche connesse all' incremento dei casi registrati nella provincia di Matera, al fine di individuare soluzioni attuative delle disposizioni assunte da Governo e dalla Regione Basilicata in grado di definire modalità standard per il superamento delle difficoltà che, per la connotazione attuale del fenomeno, incontrano le Istituzioni e i cittadini e riguardanti le attività di vaccinazione, lo screening nei confronti della popolazione studentesca, il funzionamento della piattaforma digitale per l'inserimento dei dati relativi alle persone positive e/o in isolamento.

Dopo una dettagliata disamina delle questioni sottoposte all'attenzione del tavolo, e di un proficuo confronto tra Sindaci, Direttore ASM e Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale il Prefetto si è riservato di convocare, se necessario anche con cadenza settimanale, analoghe riunioni sulla base del presupposto che un'adeguata conoscenza condivisa del fenomeno e delle criticità riscontrate in ciascun territorio, sia fondamentale per il superamento, per quanto possibile, delle difficoltà registrate "in corso d'opera".

Per quanto riguarda i controlli, il Questore ha assicurato che gli stessi vengono eseguiti con mirati e specifici servizi, oltre che nell'ambito dei servizi coordinati del territorio. Nell'occasione, inoltre, sono anche stati invitati i Sindaci, sentinelle sul territorio, a segnalare agli Uffici di P.S. o ai Comandi Stazione Carabinieri, eventuali situazioni in contrasto con il quadro normativo vigente.

 

            Matera, 7 gennaio 2022


Pubblicato il
:

 
Torna su