Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Massa-Carrara

NOTIZIE

 

 Pianificati i servizi di vigilanza e controllo del territorio in occasione delle festività pasquali

Il Prefetto di Massa Carrara, dr.ssa Giovanna Menghini,  ha presieduto questa mattina una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, dedicata alla pianificazione dei servizi finalizzati alla vigilanza dei centri abitati ed alla sicurezza della viabilità lungo le arterie stradali di questa provincia che, in concomitanza delle prossime festività pasquali, saranno, verosimilmente, interessate da un aumento degli spostamenti turistici e del traffico veicolare.

Presenti all'incontro i  rappresentanti delle Amministrazione comunali di Massa, Carrara e Montignoso, delle Forze dell'Ordine e  della Sezione di Polizia Stradale.

Nel corso dell'incontro si è proceduto ad una verifica circa la rispondenza delle misure di vigilanza e sicurezza già poste in essere ed è stata disposta un' ulteriore intensificazione dell'attività di controllo e dei servizi di vigilanza verso tutti i siti e gli obiettivi sensibili, sia nel capoluogo che in Provincia.

Sono stati, altresì, disposti ulteriori servizi di prevenzione e contrasto dei reati predatori ed una particolare attività di vigilanza sulla circolazione stradale, al fine di contenere al massimo il fenomeno infortunistico ed elevare i livelli di sicurezza.

Al riguardo, le Forze di Polizia provvederanno ad intensificare la presenza delle pattuglie sul territorio per la prevenzione e repressione delle condotte di guida maggiormente pericolose, quali l'eccesso di velocità, la guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di stupefacenti. 
Per quanto concerne, poi, gli specifici controlli della rete viaria sono stati programmati mirati accertamenti stradali lungo le arterie caratterizzate da maggior afflusso veicolare per prevenire e reprimere le violazioni al Codice della Strada, garantendo, in tal modo, la sicurezza degli automobilisti in viaggio.

In particolare, secondo la consolidata prassi operativa, la Polizia Stradale sarà impegnata nei dispositivi di vigilanza sulla viabilità autostradale e su quella extraurbana principale mentre le altre Forze dell'Ordine programmeranno i rispettivi interventi sui rimanenti itinerari stradali; le Polizie Municipali si dedicheranno ai servizi sulla viabilità nei centri abitati. 

Nel corso della riunione sono state, altresì, esaminate le misure per contrastare in tali periodi  eventuali  fenomeni di microcriminalità e abusivismo commerciale.

E' stata, infine, ribadita l'importanza di rafforzare sempre di più il dialogo e l'informazione tra le Istituzioni ed i cittadini, affinché gli stessi collaborino segnalando alle Forze di Polizia ogni elemento di interesse.

 

Il Capo di Gabinetto
   (Montemarano)
Pubblicato il :

 Massa Carrara: sotto la lente dell'Osservatorio Provinciale il fenomeno degli incidenti stradali.

Si è riunito in  Prefettura, presieduto dal Capo di Gabinetto, dr. Francesco Montemarano, l' "Osservatorio per il monitoraggio degli incidenti stradali", costituito, ai sensi della Direttiva del Ministro dell'Interno del 14 agosto 2009, per il monitoraggio dei sinistri stradali e la misurazione dell'efficacia delle attività di contrasto adottate.
 
Nel corso della riunione, svoltasi alla presenza del Comandante della Sezione di Polizia Stradale di Massa Carrara, dei rappresentanti delle Forze dell'Ordine, dell'Ente Provincia, dei Comandi di Polizia Municipale, del 118 e della Società Autostrade, sono stati analizzati, preliminarmente, i dati dell'anno 2015 concernenti il fenomeno, contenuti in un apposito report redatto dalla Prefettura, aggregati e raffrontati con quelli dell'anno precedente. 

Al riguardo, si è registrato, a fronte di un lieve calo del numero di incidenti stradali nell'anno di riferimento (1401) rispetto al 2014 (1472), un incremento delle persone interessate (3436 nel 2015 contro le 2990 nel 2014), dovuto, in parte, all'aumento del numero di veicoli coinvolti in ogni singolo evento e delle persone trasportate per veicolo.

Il numero dei decessi, invece, si è ridotto sensibilmente da 14 (anno 2014) a 7 (anno 2015).

Dal focus in parola è emerso, altresì, che il maggior numero di incidenti si è verificato in concomitanza con l'aumento della mobilità legata ai periodi di vacanza nel periodo estivo, per ridursi, seppur lievemente, nella stagione autunnale.

Le prime cause di incidentalità dipendono da comportamenti di guida errati: velocità troppo elevata, mancato rispetto della distanza di sicurezza, guida distratta o in stato di ebbrezza, mancato rispetto delle regole di precedenza. A fronte della sostanziale conferma del numero d'incidenti rispetto alla scorso anno, si è registrato un aumento, rispetto al 2014, delle persone coinvolte con meno di 30 anni  e di quelle ultrasessantenni.

E' emersa, ancora, una concentrazione degli incidenti  nelle ore diurne, primo pomeriggio; mentre, per quanto attiene alla caratteristica del luogo del sinistro, la maggior parte degli eventi mortali e dei ferimenti  avviene su rettilineo a causa di scontri frontali/laterali.

Per quanto concerne, invece, le strade che appaiono interessate con più alta frequenza da sinistri stradali, si segnalano gli assi viari, anche nel contesto urbano, che intersecano il territorio con direzioni est-ovest e nord-sud.

Dopo ampia discussione su alcune problematiche inerenti la sicurezza di alcuni tratti stradali del territorio provinciale, sono state concordate le iniziative congiunte per individuare le soluzioni a garanzia dell'incolumità degli utenti della strada.

In particolare, i componenti dell'Osservatorio hanno convenuto di avviare, nel corso di prossimi incontri, lo studio di alcune iniziative finalizzate all'informazione sulla sicurezza ed educazione stradale, da rivolgere in particolar modo ai giovani che frequentano le classi delle scuole superiori della provincia.

L'obiettivo, pienamente condiviso da tutti i livelli istituzionali presenti, è quello di proseguire in una mirata azione di sensibilizzazione che consenta di conseguire sempre migliori risultati,  in linea con le indicazioni nazionali e comunitarie che, come noto, in attuazione del "Programma Europeo di Azione per la Sicurezza Stradale 2011-2020", prevedono un ulteriore dimezzamento del numero dei morti e dei feriti sulle strade entro il 2020.

 
Pubblicato il :

 Educare alla legalità per prevenire le dipendenze . Aperta la 7^ edizione di 'CreativaMente".

 
Nella giornata odierna, presso la sala della Resistenza di Palazzo Ducale, alla presenza del Prefetto di Massa Carrara, dr.ssa Giovanna Menghini, si è aperta la 7^edizione del progetto "CreativaMente", promosso dal Dipartimento delle Dipendenze dell'A.S.L. Toscana nord ovest con la collaborazione  della Prefettura di Massa Carrara, dell'Ufficio Scolastico Provinciale e di altri componenti dell'Osservatorio Provinciale delle Dipendenze.
 
L'incontro di questa mattina, cui erano presenti i rappresentanti provinciali delle Forze dell'Ordine, ha visto anche la partecipazione, molto gradita ai ragazzi, delle Unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza.
 
Il progetto "CreativaMente", che nelle passate edizioni si è arricchito del contributo di molteplici esperti, rinnovandosi nei contenuti, anche quest'anno avrà come finalità  la promozione  di sani stili di vita  e la prevenzione dell'uso ed abuso di sostanze psicoattive lecite e illegali, nella consapevolezza che ogni intervento di prevenzione debba essere rivolto ad educare  le nuove generazioni a svolgere l'essenziale ruolo di cittadinanza attiva, evitando l'adozione di comportamenti a rischio.
 
Sono 40 gli studenti degli Istituti Scolastici Superiori "Barsanti" ,"Salvetti", "Rossi" , "Pascoli"  e "Palma" di Massa e degli Istituti  "Zaccagna" ,"Galilei" e "Marconi" di Carrara che quest'anno partecipano al progetto che, in una prima fase, li vedrà coinvolti, guidati da medici, psicologi,  educatori,  esperti del mondo della scuola,  dell'ordine dei Farmacisti e delle Forze dell'Ordine, in un percorso di formazione cui seguirà la seconda fase  consistente nella promozione e diffusione degli insegnamenti acquisiti secondo il principio della peer education  ed, al termine dell'anno scolastico,  il consueto meeting dei tutor,  dove potranno raccontare la loro esperienza, confrontandosi con gli esperti che li hanno formati nel percorso progettuale. 
 
Come nelle passate edizioni, il progetto non si occuperà soltanto dell'uso ed abuso di droghe ma anche della prevenzione  di altre forme di dipendenza che  minacciano gli adolescenti, quali, ad esempio, l'abuso di alcol e del gioco d'azzardo patologico.
Un importante momento formativo, alla presenza dei rappresentanti della Polizia Postale, sarà, inoltre, dedicato ai rischi del web per gli adolescenti.
 
 "CreativaMente - ha ribadito il Prefetto Menghini - rappresenta il segnale del consolidato e crescente interesse verso le "buone pratiche" sul territorio in tema di  prevenzione delle dipendenze, che i soggetti pubblici e privati coinvolti, con spirito di collaborazione ed intensa sinergia, hanno realizzato favorendo la diffusione più strategica e capillare della metodologia della peer education, educazione tra pari, che responsabilizza i ragazzi a farsi protagonisti della propria salute, a diventare consapevoli dei comportamenti a rischio, ad essere promotori della cultura della legalità presso coetanei e più piccoli, incoraggiando i destinatari a seguire il loro esempio".
 
Il Capo di Gabinetto
   (Montemarano)
Pubblicato il :

 
Torna su