Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Massa-Carrara

NOTIZIE

 

 27 gennaio 2016, commemorazione a Carrara per non dimenticare.

 
Nella giornata odierna, in occasione della ricorrenza dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,  è stato celebrato, presso l’istituto scolastico “G. Leopardi” di Carrara,  il  “giorno della memoria”, istituito in ricordo della persecuzione e dello sterminio del popolo ebraico, nonché dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti.
Nel corso della commemorazione, organizzata nel contesto del Consiglio Comunale straordinario congiunto dei Comuni di Massa e Carrara, alla presenza di autorità provinciali e dei rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma,  il Prefetto di Massa Carrara, Giovanna Menghini, ha consegnato le medaglie d’onore concesse, con decreto del Presidente della Repubblica, alla memoria di  4  cittadini  di questa provincia militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti. 
La cerimonia, di particolare intensità, dopo gli interventi di saluto dei rappresentanti dei Comuni di Massa e Carrara, è stata impreziosita dagli interventi del giornalista Simone Caffaz e degli alunni delle scuole primarie e secondarie, “Leopardi” e “Galilei”, della Provincia, che hanno partecipato numerosi all’evento con la lettura di celebri poesie  e l’esecuzione di intensi e commoventi brani musicali.
Il Prefetto, in chiusura, rivolgendosi, in particolare, ai giovani ha sottolineato  l’importanza di tenere viva la memoria sulla ricostruzione degli accadimenti storici affinché le esperienze riportate, custodite e tramandate, anche con il ricordo delle gesta eroiche dei “giusti” tra le Nazioni, possano rafforzare le coscienze al fine di garantire di essere vigili dinanzi alle ingiustizie, evitando l’indifferenza perché simili eventi non possano mai più accadere.

 
Il Capo di Gabinetto
   (Montemarano)
Pubblicato il :

 Prevenzione della criminalità e sicurezza nelle banche: sottoscritto un protocollo d´intesa in Prefettura.

Nella giornata odierna, presso la sede della Prefettura, ha avuto luogo la sottoscrizione del nuovo protocollo di intesa per la prevenzione della criminalità e la sicurezza nelle banche, che aggiorna il precedente  adottato nel 2014.
Il documento, firmato dal Prefetto di Massa Carrara, Dott.ssa Giovanna Menghini, dal rappresentante della Associazione Bancaria Italiana (ABI), Dott. Marco Iaconis e dai rappresentanti degli Istituti bancari della Provincia di Massa Carrara, integrato con le disposizioni contenute nel protocollo sottoscritto a Roma nel novembre 2015, a livello nazionale, tra il Ministero dell’Interno e l’Associazione Bancaria Italiana, si prefigge lo scopo di implementare le strategie e  le misure di prevenzione per contrastare, in modo sempre più efficace, i fenomeni delle rapine in banca e degli attacchi agli sportelli ATM (bancomat).
Il protocollo, nel garantire un maggiore impegno per gli Istituti di credito nell’incrementare le misure di sicurezza generali, prevede, in particolare, una specifica protezione delle apparecchiature ATM - bancomat, spesso obiettivo di attività criminale, e l’installazione obbligatoria di sistemi di videosorveglianza.
Al riguardo, le Banche si impegnano ad attuare una formazione continua, nella specifica materia, degli operatori degli Istituti di Credito, in particolar modo in materia di sicurezza anticrimine, favorendo il raggiungimento di standard comportamentali adeguati alle specifiche circostanze.
La Prefettura, nell’ambito delle attività di controllo del territorio, si farà promotrice di apposite Riunioni di coordinamento delle Forze di Polizia per la trattazione delle problematiche inerenti la sicurezza bancaria, anche a seguito di situazioni di particolare criticità che dovessero, all’occorrenza, essere segnalate dalle Forze di Polizia e/o dagli Istituti bancari.

 
Il Capo di Gabinetto
   (Montemarano)
Pubblicato il :

 Giornata di approfondimento in Prefettura sulla normativa anticorruzione.

 
Nella giornata odierna si è tenuto, in previsione dell’adozione, da parte degli enti locali, del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2016-2018, un incontro per illustrare gli strumenti che la normativa vigente mette a disposizione per prevenire, contenere e contrastare il rischio di corruzione.
Oltre alla presenza di molti sindaci e segretari comunali, hanno partecipato all’incontro i dirigenti degli uffici statali ed i rappresentanti delle Forze dell’Ordine.
Il Prefetto di Massa Carrara, dr.ssa Giovanna Menghini, ha introdotto i lavori e, nel rivolgere un saluto ai presenti, ha sottolineato l’importanza della prevenzione per contrastare un fenomeno che è fortemente percepito dalla popolazione  nel nostro Paese e che mina il rapporto fiduciario tra i cittadini e le istituzioni.
E’ intervenuto, in qualità di relatore, il Prof. Alberto Vannucci, docente di Scienza politica  presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa, che ha posto l’accento sulla percezione e l’analisi del fenomeno corruttivo, inteso nella sua più ampia accezione, e dei relativi costi, economici e sociali, evidenziando gli effetti nocivi della c.d. maladministration e rappresentando la necessità per le pubbliche amministrazioni di cogliere per tempo i sintomi del fenomeno e spezzare il circolo vizioso, di sfiducia nel sistema pubblico e di eccessiva burocrazia, che lo alimenta.
Successivamente, la dott.ssa Roberta Carpanese, Viceprefetto, Dirigente dell’Area I – Ordine e Sicurezza pubblica della Prefettura,  ha approfondito le indicazioni e gli aggiornamenti forniti dall’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) con la determinazione n. 12 del 28 ottobre 2015 ed, infine, la dott.ssa Elisa Puvia, ricercatrice dell’Università degli studi di Pisa, ha illustrato un modello di gestione del rischio nell’ambito della prevenzione del fenomeno corruttivo.
Nel corso dell’incontro, ricco di interessanti spunti sociologici ed indirizzi normativi, è stata ribadita la necessità di promuovere l’integrità morale e la legalità come modelli di riferimento per tutti gli operatori del sistema, nella consapevolezza che gli obblighi normativi e le sanzioni costituiscano utili strumenti di lotta all’illegalità nell’azione amministrativa e che, soprattutto, la cultura della legalità sia  un’arma vincente per lo sviluppo del Paese. 

 
Il Capo di Gabinetto
  (Montemarano)
Pubblicato il :

 RAPPORTO AI CITTADINI SULL´ATTIVITA´ SVOLTA DALLA PREFETTURA NEL CORSO DELL´ANNO 2015.

 
Nella consapevolezza che la comunicazione istituzionale non può prescindere dalla conoscenza che i cittadini devono avere della Prefettura, nell'ottica dell'attuazione del principio di trasparenza cui deve ispirarsi la Pubblica Amministrazione, anche quest’anno, per la seconda volta, si rinnova l’appuntamento con la pubblicazione del report sull’attività svolta dalla Prefettura di Massa Carrara nel corso dell’anno 2015.

Il sopracitato documento, rivolto in primo luogo ai cittadini, costituisce uno strumento per condividere le  principali attività svolte e l’occasione per fare un bilancio dei risultati raggiunti.

 

Il Capo di Gabinetto
   (Montemarano)
Pubblicato il 20/01/2016 ultima modifica il 20/01/2016 alle 16:53:29

 RIUNITO IL COMITATO PROVINCIALE PER L´ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA. SOTTO STRETTA OSSERVAZIONE GLI EPISODI DI FURTO.

Nella giornata di ieri, alla luce dei recenti episodi di furto registrati sul territorio provinciale, si è tenuta, presieduta dal Prefetto di Massa Carrara, dr.ssa Giovanna Menghini, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, cui hanno preso parte i Sindaci dei Comuni di Massa e Fivizzano, maggiormente coinvolti nei recenti episodi delittuosi, il Questore, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato.
 
Al riguardo, in relazione alla circostanza che i fatti occorsi destano allarme sociale, si è concordato che saranno intensificate, ulteriormente, le attività di controllo del territorio.

Si è, di seguito, svolta un’attenta verifica del Piano di coordinamento e controllo del territorio, oltre che un complessivo esame congiunto delle misure in atto a tutela della sicurezza pubblica, al fine di rassicurare la popolazione residente sul territorio provinciale.

Per quel che concerne l’aspetto della prevenzione del fenomeno è stata ribadita l’importanza di assicurare la massima sinergia tra tutti i soggetti istituzionalmente deputati al controllo del territorio e la cittadinanza stessa e, al riguardo, verrà valutata dai Comuni interessati la progettazione e l’istallazione di sistemi di videosorveglianza in raccordo con le Forze di Polizia.

  Il Capo di Gabinetto
   (Montemarano)
Pubblicato il :

 
Torna su