Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Mantova

FASE 2 - ADEMPIMENTI PREVISTI DAL D.P.C.M. 26.4.2020 A PARTIRE DAL 4.5.2020

A partire dal 4 maggio 2020, data di entrata in vigore del D.P.C.M. 26.4.2020, reperibile in questo settore Coronavirus, nella sezione dedicata agli atti normativi, si intendono sospese solo le attività non elencate negli allegati 1,2 e 3 al citato D.P.C.M., come integrati dal Decreto MISE del 4.5.2020 (anch'esso reperibile su questo sito).
Le attività sospese dal D.P.C.M. possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile.
Sono comunque consentite le attività che erogano servizi di pubblica utilità, nonché servizi essenziali a norma della legge nr. 146/1990.
E' inoltre sempre consentita l'attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici, nonché di prodotti agricoli e alimentari. Resta altresì consentita ogni attività comunque funzionale a fronteggiare l'emergenza.
Le imprese che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020 possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dal 27 aprile 2020.
 
Le imprese le cui attività non sono sospese devono rispettare i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile tra Governo e parti sociali (in allegato 6) e gli ulteriori protocolli, anch'essi allegati al D.P.C.M., riguardanti i cantieri, il trasporto e la logistica.
 
La mancata attuazione dei protocolli che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
Non sono più da ritenersi sospese, a partire dal 4 maggio, le attività produttive la cui sospensione era stata decretata dal Prefetto ai sensi dei previgenti D.P.C.M. del 22.3.2020 e del 10.4.2020, salvo che non si ritengano nuovamente sospese dal D.P.C.M. 26.4.2020.
 
Per le attività produttive che risultano sospese per effetto del D.P.C.M. 26.4.2020 (ovvero, quelle che hanno codici ATECO non indicati in allegato 3 o che saranno sospese per il mancato rispetto dei protocolli) è ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attività di vigilanza, attività conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonché attività di pulizia e sanificazione. E' consentita, previa comunicazione al Prefetto, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture.
Per queste comunicazioni le aziende interessate potranno utilizzare il modello che si pubblica in calce, da trasmettere alla Prefettura secondo le istruzioni riportate nello stesso modello.
Sempre in calce al presente avviso sarà possibile consultare l'elenco delle aziende che hanno inviato la comunicazione al Prefetto. L'elenco sarà periodicamente aggiornato.

Data pubblicazione il 30/04/2020
Ultima modifica il 13/05/2020 alle 20:03

 
Torna su