Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lodi

Comunicati Stampa

 

 Giornata Nazionale in Memoria delle Vittime della Strada

Si comunica che in occasione della "Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada", istituita con legge 29 dicembre 2017 n. 227, questa Prefettura, in collaborazione con la Polizia Stradale di Lodi, sta organizzando nella mattinata di  domani, mercoledì 21 novembre, alle ore 9.30, nell'Aula Magna dell'Istituto Tecnico Economico "A. Bassi" di Lodi, una iniziativa di sensibilizzazione tra gli studenti tesa a ricordare quanti sulla strada hanno perso la vita o hanno riportato gravi lesioni ed a responsabilizzare le nuove generazioni a comportamenti e stili di vita corretti.

Pubblicato il 20/11/2018
Ultima modifica il 20/11/2018 alle 12:30:23

 Celebrazione del 4 novembre 2018

4 novembre 2018 cerimonia Anche a Lodi, oggi 4 novembre, si è tenuta la cerimonia celebrativa del Giorno dell'Unità Nazionale e della Giornata delle Forze Armate alla presenza del Prefetto, Patrizia Palmisani in rappresentanza del Governo, delle massime autorità civili, religiose e militari del territorio.

Notevole entusiasmo, sin dalle prime ore del mattino, per i cittadini che hanno potuto ammirare in Piazza della Vittoria un pezzo d'artiglieria antico ed in particolare un cannone storico Fried Krupp - modello 1906 utilizzato durante le guerre Risorgimentali e la 1^ e 2^ Guerra Mondiale, messo a disposizione dall'Esercito.

La manifestazione ha avuto poi inizio con la deposizione di corone d'alloro presso una lapide commemorative presso i portici di Palazzo Broletto per poi proseguire con la celebrazione della Santa Messa in Duomo, officiata da S.E. Mons. Maurizio Malvestiti, Vescovo della Diocesi.

Altre corone d'alloro sono state deposte in Piazza Medaglie d'Oro e in Piazza Zaninelli, dove sono ubicati lapidi e monumenti ai Caduti, cari alla memoria storica della città con un folto corteo in cui hanno preso parte anche un capitano e un cavalleggero con uniformi storiche del 1915-1918 con indosso l'elmetto "Adrian" rimasto poi tristemente simbolo della Grande Guerra.

A seguire, in Piazza della Vittoria alla presenza anche  del picchetto d'onore interforze costituito da Esercito Italiano, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco e Polizia Locale del Comune di Lodi, si è tenuta l'alzabandiera.

Durante la cerimonia, un Ufficiale della Marina Militare ha, con grande commozione, letto la "Preghiera per i Caduti".

Particolarmente apprezzato è stato il messaggio del Capo dello Stato  letto sempre durante la cerimonia con il richiamo ai valori del sacrificio e della fedeltà alla Repubblica oltre a un riferimento alla ricorrenza del centenario della conclusione del primo conflitto mondiale e la raggiunta Unità d'Italia, episodio estremamente doloroso per i soldati e le popolazioni coinvolte.  A seguire, la lettura del messaggio del Ministro della Difesa da parte di un Ufficiale del 2° Reggimento Artiglieria "A Cavallo" dell'Esercito Italiano.

Il Prefetto ha poi tenuto la sua allocuzione e prendendo spunto dalle parole del Presidente Mattarella,  ha ricordato il ruolo che le Forze Armate continuano a svolgere per il mantenimento della pace nel mondo ed in diversi impegnativi contesti nazionali ed internazionali, spiegando come proprio l'odierna ricorrenza, possa essere occasione e spunto di riflessione, non soltanto in una chiave meramente "celebrativa" ma anche "educativa". Ancora un riferimento particolare a concetti forti e di grande significato come "servizio" e "Patria".

A seguire anche le allocuzioni del Sindaco e del Presidente della Provincia di Lodi.

 
Pubblicato il 04/11/2018
Ultima modifica il 06/11/2018 alle 12:02:21

 
Torna su