Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lodi

Comunicati Stampa

 

 Visita del Prefetto presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza

Nella giornata di martedì 25 febbraio scorso, il Prefetto di Lodi, Antonio Corona, si è recato in visita presso il locale Comando Provinciale della Guardia di Finanza, accolto dal Comandante, Col. Marco Selmi.
    Il Prefetto ha incontrato i Comandanti dei Reparti del Corpo dislocati nel territorio della provincia e, dopo aver visitato la struttura organizzativa, ha salutato personalmente tutti i militari.
    Nell’occasione il Prefetto ha espresso  parole di vivo apprezzamento per l’attività svolta e la collaborazione prestata ponendo in evidenza la delicatezza dei compiti assolti dalle Fiamme Gialle, specie in questo particolare periodo di crisi economica, nonché l’esigenza di mantenere alta l’attenzione sui fenomeni che alterano il regolare funzionamento del mercato.

Pubblicato il :

 A Sant’Angelo Lodigiano un importante segnale di rinnovata legalità

Nella mattinata di ieri, lunedì 24 febbraio, si è svolta a Sant’Angelo Lodigiano una breve, ma intensa cerimonia, nel corso della quale il Prefetto di Lodi, Antonio Corona, ha consegnato al Sindaco della città le chiavi di un immobile confiscato alla criminalità organizzata.

Alla seduta del Consiglio Comunale, appositamente convocata, oltre ai vertici territoriali delle Forze di polizia, erano presenti anche numerose scolaresche, decine di studenti di ogni ordine e grado ai quali è giunto chiaro e forte il messaggio del Prefetto, nelle cui parole sta il senso dell’intera manifestazione: “ La legalità non è un concetto astratto, ma va assimilato fin da piccoli, a partire dalla famiglia. Oggi a Sant’Angelo lo Stato reimmette un bene della criminalità nel circuito legale. L’appartamento confiscato viene restituito ai cittadini e sarà utilizzato a fini sociali ”.

L’aggiudicazione del bene è giunta alla conclusione di un articolato procedimento che ha visto coinvolto in prima linea il Nucleo di Supporto all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata, istituito presso la Prefettura ai sensi dell’art. 3, co. 3, del D.L. 4 febbraio 2010, n. 4, come convertito nella legge 31 marzo 2010, n. 50. Successivamente, dopo avere acquisito dagli Enti Territoriali e dalle Amministrazioni Statali le manifestazioni di interesse, il Consiglio direttivo dell’ANBSC ha emanato la delibera con la quale ha assegnato definitivamente il bene al patrimonio comunale per finalità sociali.

Il Comune ha ritenuto di acquisire la proprietà della struttura allo scopo di arginare talune problematiche abitative particolarmente avvertite sul territorio. L’immobile sarà destinato, infatti, ad offrire ospitalità temporanea a famiglie, sfrattate o sloggiate, con presenza di minori.

Pubblicato il :

 Visita Prefetto Corona alla Casa Circondariale

Nella giornata di martedì 18 febbraio u.s., il Prefetto di Lodi, Antonio Corona, si è recato in visita presso la locale Casa Circondariale, accolto dalla direttrice, Stefania Mussio, dal comandante della Polizia Penitenziaria, Melania Manini e dal vice comandante, Simona De Cesare.
Durante la visita il Prefetto ha avuto modo di constatare l’impegno e la dedizione profusi nella conduzione della struttura, congratulandosi con la direttrice, i suoi più stretti collaboratori, gli operatori, gli educatori e il personale sanitario per la sensibilità, il senso del dovere e l’abnegazione con cui svolgono la loro difficile missione.
Il Prefetto ha incontrato personalmente i detenuti ivi ristretti, ai quali ha espresso parole di conforto e di incoraggiamento rammentando, altresì, la finalità educativa del periodo di detenzione che deve costituire arricchimento personale dal quale trarre insegnamento per il futuro.
Al termine della visita, il Prefetto ha rinnovato l’attenzione della Prefettura nei riguardi della complessa e delicata realtà carceraria.
Pubblicato il :

 Estrazione Revisori dei Conti

Si rende noto che, oggi venerdì 14 febbraio 2014, presso questa Prefettura-U.T.G., ai sensi del Decreto del Ministro dell'Interno 15 febbraio 2012 n. 23, si è proceduto all'estrazione, dall'elenco dei revisori dei conti degli Enti Locali, dei nominativi per la nomina dei revisori dei Comuni i San Martino in Strada e Marudo.
Pubblicato il :

 Nuove modalità di svolgimento del test di italiano

A partire dal 11 febbraio 2014 sono in vigore nuove procedure per lo svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana da parte dei richiedenti il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, che incidono principalmente sulle modalità di prenotazione di una sessione di test. Rispetto all’assetto previgente in cui non vi erano regole sulle modalità di prenotazioni reiterate, a oggi si distingue tra richieste di nuova prenotazione in caso di: assenze ingiustificate; assenze giustificate; impedimento; mancato superamento del test.

In particolare, in caso di assenza ingiustificata o in caso di mancato superamento di un test , è possibile effettuare una nuova prenotazione solo decorsi 90 giorni dalla data della sessione di test interessata . Inoltre, in caso di assenza giustificata , determinata esclusivamente da motivi di salute, è necessario produrre un certificato di un medico di base o della A.S.L. alla commissioni incaricata del test presso il C.T.P. E’ fatta salva la possibilità per l’interessato, in caso di impedimento , e prima dello svolgimento del test, di chiedere allo Sportello unico per l’immigrazione lo spostamento della data .

Si segnala infine che nel modulo di prenotazione è necessario indicare un indirizzo di posta elettronica cui verranno inviate le comunicazioni relative ai test (convocazione ed esito).

Si ricorda che la mancanza del requisito della conoscenza della lingua italiana è condizione che determina il rigetto dell’istanza per l’ottenimento del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo; è pertanto necessario che l’istanza per il suddetto permesso venga presentata solo dopo aver superato il test di conoscenza della lingua italiana.

Per ulteriori informazioni è possibile recarsi allo Sportello unico sito in via Fanfulla n. 2 a Lodi negli orari di apertura al pubblico (lun. dalle ore 9 alle ore 11 e mercoledì dalle ore 9 alle ore 16) ovvero inviare una mail a immigrazione.pref_lodi(at)interno.it .
Pubblicato il :

 Visita del Prefetto Corona al Comando Provinciale dei Carabinieri

Nella giornata di mercoledì 12 febbraio u.s., il Prefetto di Lodi, Antonio Corona, si è recato in visita presso il locale Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri accolto dal Comandante, Ten. Col. Alessandro Magro.
Il Prefetto, dopo aver reso omaggio alla stele dedicata ai Caduti di Nassiriya, ha incontrato gli Ufficiali e ha quindi visitato le diverse articolazioni degli uffici salutando personalmente tutti i militari.
Nel corso della visita, il Prefetto ha espresso sentimenti di stima e gratitudine per l’attività quotidiana svolta al servizio della comunità con elevata professionalità e alto spirito di servizio.

Lodi, 13 febbraio 2014
                                F.TO   IL PREFETTO
                                                (Corona)
 
Pubblicato il :

 
Torna su