Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lodi

Comunicati Stampa

 

 Presidio del Comparto Sicurezza e dei Vigili del Fuoco

Anche a Lodi, nella mattinata odierna, si è svolta la manifestazione nazionale indetta da tutte le sigle sindacali del comparto Sicurezza e dei Vigili del Fuoco, conclusasi con un presidio davanti alla Prefettura così come in tutti i capoluoghi di provincia.
Al centro della protesta “il disegno di legge di stabilità e per la difesa della dignità professionale e della specificità funzionale degli operatori del settore e per la difesa del diritto dei cittadini ad avere una sicurezza e un soccorso pubblico efficiente e qualificato, all’altezza di un paese civile.”
 
Al termine del presidio, una delegazione ricevuta dal Signor Prefetto, ha evidenziato la propria preoccupazione per i tagli spesa nel settore della sicurezza ed il timore che tutto questo possa avere ripercussioni negative sulla qualità e quantità delle prestazioni erogate.
 
 
Lodi, 19 novembre 2013
F.TO   IL VICE PREFETTO VICARIO
(Savastano)                                                                                             
Pubblicato il :

 Conferenza Provinciale Permanente sul tema della ‘Gestione associata obbligatoria delle funzioni fondamentali tra Comuni’

Nella giornata odierna si è svolta una seduta della Conferenza Provinciale Permanente, presieduta dal Prefetto Pasquale Gioffrè, dedicata al tema della ‘Gestione associata obbligatoria di funzioni fondamentali tra Comuni’, alla quale hanno preso parte i 53 Comuni della provincia – su un totale di 61 – soggetti all’obbligo previsto dal D.L. n. 95/2012, convertito nella legge n. 135/2012.
Durante l’incontro, al quale sono intervenuti anche la Regione, l’ANCI Lombardia e l’Associazione dei Comuni del Lodigiano, i Sindaci dei 12 raggruppamenti di Comuni costituiti hanno fornito puntuali aggiornamenti sulle iniziative in corso, confermando l’impegno di concludere comunque entro fine anno le procedure per la gestione associata delle rimanenti funzioni fondamentali.
La maggior parte dei raggruppamenti di Comuni ha espresso il proprio orientamento per lo strumento della convenzione, mentre due raggruppamenti hanno prescelto il modello dell’Unione di Comuni.
I Sindaci – nell’esprimere apprezzamento per la sensibilità dimostrata dalla Prefettura - non hanno sottaciuto, comunque, le grosse difficoltà che stanno incontrando in questa delicata fase di transizione, riconducibili, soprattutto, all’organizzazione comune delle risorse umane e strumentali.
Conclusivamente, il Prefetto, nell’annettere grande importanza all’iniziativa odierna, che ha consentito di perfezionare un proficuo percorso di collaborazione e di confronto fra tutti gli amministratori locali su tematiche di strettissima attualità, ha programmato, d’intesa con i Sindaci, ulteriori momenti di approfondimento su specifiche problematiche ancora in via di risoluzione.
Pubblicato il :

 
Torna su