Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lodi

Comunicati Stampa

 

 Acquisizione informazioni relative alle procedure delle gare d'appalto per la realizzazione di opere pubbliche - modelli G.A.P.

Il Ministero dell'Interno - Gabinetto del Ministro, con circolare del 16 maggio 2014, ha comunicato che è da ritenersi implicitamente abrogato l'obbligo di compilazione dei moduli "Gare d'Appalto" c.d. "Modelli G.A.P.", introdotti in attuazione di quanto previsto dall'art. 1, comma 7, del decreto legge n. 629/1982, convertito con modificazioni nella legge n. 726/1982, che imponeva alle stazioni appaltanti di fornire all'Alto Commissario per il coordinamento della lotta contro la delinquenza mafiosa la documentazione relativa alle procedure di aggiudicazione e ai contratti di opere pubbliche.

Infatti, la ratio sottesa alla previsione dell'art. 1 del citato decreto legge  n. 629/1982 si ritiene oggi soddisfatta, oltre che dal protocollo d'intesa stipulato il 23 marzo 2006 dal Ministero dell'Interno con L'Autorità per la Vigilanza sui Lavori Pubblici, cui ha fatto seguito la convenzione attuativa del 14 luglio 2009 avente durata quinquennale, tacitamente rinnovabile, dalle nuove e più articolate procedure dettate dall'art. 7, comma 8, del D. lgs. n. 163/2006 e dagli obblighi di trasparenza in capo alle stazioni appaltanti introdotti dall'art. 1, comma 32, della legge n. 190/2012.
Pubblicato il :

 Orario estivo di apertura al pubblico

Si comunica che nel periodo estivo, a partire dal 15 luglio 2014, tutti gli uffici della Prefettura di Lodi osserveranno il seguente orario di apertura al pubblico:
 
lunedì          ore 9:00 - 11:00
mercoledì   ore 9:00 - 13:00
 
L'Ufficio Patenti resterà aperto anche nei giorni dei martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9:00 alle ore 11:00 solo  per la consegna delle patenti in giacenza.
Pubblicato il :

 Protocollo d’intesa per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della violenza

Nell’ambito della più generale attività posta in essere dalle Forze dell’Ordine con costante impegno, finalizzata a combattere i fenomeni delinquenziali, si rende noto che è stato sottoscritto, in data 22 maggio u.s., il “Protocollo d’intesa per la promozione di strategie condivise finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza di genere ed in particolare della violenza sulle donne”.
Lo strumento pattizio si prefigge, in particolare, di prevenire possibili casi di violenza nei confronti delle donne, mediante lo sviluppo ed il consolidamento di una rete integrata di servizi offerti dalle Istituzioni locali coinvolte e da talune Associazioni del volontariato sociale operanti sul territorio.
Sulla base delle disposizioni previste nell’Intesa, la Prefettura promuoverà, in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, periodici momenti di verifica ed analisi sull’andamento del fenomeno, sulle ricadute delle azioni scaturite dall’applicazione del Protocollo e sull’efficacia dei dispositivi operativi predisposti.
A seguito della firma del Protocollo, il Comune di Lodi potrà accedere agli stanziamenti previsti dalla Legge Regionale n. 11/2012 (recante “Interventi di prevenzione, contrasto e sostegno delle donne vittime di violenza”), che saranno devoluti al Centro Antiviolenza di Lodi e impiegati per lo sviluppo di iniziative congiunte sul tema.
Pubblicato il :

 Attività Forze di Polizia primo semestre 2014

In sede di riunione di coordinamento sotto la scrivente Prefettura dell’8 corrente, e rapportati all’analogo periodo del 2013, sono stati esaminati gli esiti della attività operativa delle Forze dell’Ordine nella provincia di Lodi relativi al primo semestre di quest’anno.
Il dato più evidente è quello della diminuzione di circa il 25% dei reati complessivamente considerati.
I risultati più lusinghieri riguardano il fenomeno dei reati predatori, grazie alla costante attività di monitoraggio, prevenzione e contrasto messa in atto nell’ambito di mirate, coordinate strategie.
Per quanto infatti attiene ai furti in genere, il calo è del 9% e, in tale ambito, specialmente verso le cose esposte alla pubblica fede.
In diminuzione anche il trend dei furti in abitazione: l’aumento del 19,5% dello scorso quadrimestre, alla fine dell’intero semestre è sceso al 10%.
Le rapine perpetrate sono in calo di oltre il 28% e, di queste, quelle in abitazione di oltre il 45%.
Nel periodo considerato, le Forze di Polizia, già quotidianamente impegnate a fare fronte alle svariate esigenze del territorio, hanno implementato ulteriormente le attività finalizzate a realizzare una azione efficace e continua in ogni settore operativo, connaturando l'offerta di sicurezza delle necessarie trasversalità e flessibilità.
Al fine di aumentare la proiezione esterna di tale azione, è stato fatto ancora più ampio ricorso a servizi straordinari di controllo del territorio cui hanno partecipato tutte le Forze di Polizia, a carattere sia generale sia locale, onde rendere ancora maggiormente incisiva l’azione di controllo del territorio nelle aree e nelle fasce orarie a maggior rischio.
Si rammentano, infine, il nuovo Piano Provinciale Antirapina e il Vademecum per il contrasto dei furti in abitazione(distribuito, quest’ultimo, a tutti i comuni della provincia), elaborati, sotto il coordinamento di questa Prefettura, da Questura, Comando Provinciale Carabinieri e Comando Provinciale Guardia di Finanza.
Pubblicato il :

 
Torna su