Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lodi

Amministrazione trasparente

Referente della trasparenza :
Vice Prefetto Vicario dr. Mariano Savastano
Referente per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella Pubblica Amministrazione :
Vice Prefetto Vicario dr. Mariano Savastano
Responsabile dell'Anagrafe per la Stazione Appaltante (RASA) :
dr. Mario Rapuano

Contatti:
Vice Prefetto Vicario dr. Mariano Savastano
e-mail: mariano.savastano@interno.it
tel.: 0371.447.415/457

dr. Mario Rapuano
e-mail: mario.rapuano@interno.it
tel.: 0371.447.408


Documento di analisi del rischio corruzione
Il documento di analisi del rischio corruzione è stato elaborato ai sensi della legge 6 novembre 2012, n. 190 - recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione” nel mese di febbraio 2015 - e con esso si adegua alla specifica realtà Lodigiana il contenuto del “Piano triennale di prevenzione della corruzione per il triennio 2018/2020” adottato dal Ministero dell’Interno con D.M. 2 febbraio 2018.

[Documento di analisi del rischio corruzione della Prefettura di Lodi]

Con questo documento la Prefettura-Utg di Lodi si impegna ad assicurare piena ed immediata evidenza pubblica al proprio operato ed a garantire la completa trasparenza dell’attività amministrativa in tutti i settori maggiormente esposti a rischio di fenomeni corruttivi.

Accesso civico generalizzato
Il diritto all'accesso civico generalizzato riguarda la possibilità di accedere a dati, documenti, e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. La legittimazione a esercitare il diritto è riconosciuta a chiunque, a prescindere da un particolare requisito di qualificazione. Sono ritenute inammissibili richieste generiche o relative a un numero manifestamente irragionevole di documenti, tale da imporre un carico di lavoro in grado di compromettere il buon funzionamento dell'amministrazione; la stessa può ponderare, da un lato, l'interesse all'accesso dei documenti, dall'altro, l'interesse al buon funzionamento dell'attività amministrativa.
Il rilascio dei dati da parte dell'amministrazione è gratuito, salvo l'eventuale costo per la riproduzione degli stessi su supporti materiali.
Il diritto di accesso civico generalizzato si esercita compilando il modulo predisposto [da questo link] , senza indicare motivazioni, e inviandolo agli indirizzi e-mail istituzionali.
E' stato istituito il registro di accesso civico e ad oggi è stata presentata un'unica istanza regolarmente evasa.
Data pubblicazione il 30/01/2014
Ultima modifica il 27/03/2018 alle 15:33:39


 
Torna su