Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 RIUNITO DAL PREFETTO TOMAO IL COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA - PREVENZIONE DELLE OCCUPAZIONI ABUSIVE DI IMMOBILI

Il Prefetto di Livorno, dott. Gianfranco Tomao, ha presieduto, nella giornata odierna, una riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicata all'esame delle misure da adottare per la prevenzione delle occupazioni abusive di immobili, alla luce delle recenti modifiche normative e delle direttive ministeriali in materia.

Alla riunione erano presenti il Procuratore della Repubblica Squillace Greco, il Presidente del Tribunale Orlando, il Vice Sindaco Sorgente e il Comandante della Polizia Municipale del Comune di Livorno, i responsabili provinciali delle Forze dell'Ordine -il Questore Suraci, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri Magro e della Guardia di Finanza Cutarelli, i Sindaci , o loro rappresentanti, dei Comuni di Piombino, Cecina, Campiglia Marittima e Collesalvetti, rappresentanti dell'amministrazione provinciale e dell'Agenzia del Demanio.

Nel corso dell'incontro, tenuto conto che spesso il fenomeno dell'occupazione di immobili è favorito anche dallo stato di degrado in cui versano talune aree cittadine, è stata condivisa la necessità di mettere in campo specifiche iniziative finalizzate alla messa in sicurezza degli edifici non utilizzati presenti in tali aree.

Il Prefetto ha quindi avviato una ricognizione delle situazioni di abbandono degli immobili che possano costituire motivo di preoccupazione, sia sul piano dell'ordine e della sicurezza pubblica che su quello della tutela della pubblica e privata incolumità e delle condizioni igienico-sanitarie delle aree interessate.

Pertanto, nel corso della riunione, in linea con le recenti direttive ministeriali diramate al riguardo,   è stata effettuata una prima mappatura, relativamente al comune capoluogo ed ai comuni della provincia di maggiori dimensioni, circa le situazioni di abbandono di immobili che possano rappresentare situazioni preoccupanti sotto il profilo dell'ordine e della sicurezza pubblica ed igienico - sanitario.

Da tale prima ricognizione, escluso il comune capoluogo, per il resto dei comuni della provincia, non sono emerse situazioni di particolare criticità; tuttavia, per le aree individuate come maggiormente sensibili, il Prefetto ha richiamato l'impegno, anche delle Polizie Locali, nel presidio del territorio, allo scopo di individuare e prevenire possibili situazioni critiche che possano agevolare l'impossessamento o l'illecito utilizzo di edifici in stato di abbandono, sia pubblici che privati.

Il Prefetto ha, altresì, sensibilizzato gli Amministratori locali a richiedere ai proprietari privati degli immobili che si trovino in tali condizioni di intraprendere iniziative volte alla messa in sicurezza degli stessi, mediante l'installazione di sistemi di difesa passiva o qualsiasi altro mezzo idoneo a scongiurare l'occupazione.
Pubblicato il :

 Sportello Unico per l'Immigrazione. D. Lgs. 7 marzo 2005 n. 82. Sistema pubblico per la gestione dell'identità digitale - SPID.

Si invitano gli utenti dello Sportello Unico per l'Immigrazione a prendere visione delle nuove modalità di invio delle domande telematiche, come indicate sull' home page del Portale di alimentazione delle domande https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/ , ove è precisato che dal 15 gennaio 2019 sarà possibile accedere esclusivamente con SPID .

Prerequisito necessario per l'attivazione di ogni nuova utenza è il possesso di un'identità SPID da parte dell'operatore che si intende abilitare.

Per istruzioni più dettagliate si prega di voler consultare il manuale d'uso scaricabile dal predetto link .

Pubblicato il :

 Servizio civile universale: bando per la selezione di 613 volontari da impiegare in progetti nell'ambito delle finalità istituzionali individuate dal Ministero dell'Interno - Scadenza: 30/01/2019

È indetta la selezione di 613 volontari da impegnare nei 15 progetti di servizio civile universale presentati e finanziati dal Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione del Ministero dell'Interno. Informazioni e modulistica  sito del Servizio Civile Nazionale .
E' possibile presentare una sola domanda al Ministero dell'Interno oppure alla Prefettura sede del progetto scelto.
Di questi, 3 sono destinati alla realizzazione di un progetto attivato presso la Prefettura di Livorno per le attività inerenti la gestione dei richiedenti asilo e per le procedure di R.A.V.
Per i progetti destinati alla Prefettura di Livorno la domanda potrà essere inoltrata nelle seguenti modalità:
  • tramite PEC all'indirizzo protocollo.prefli(at)pec.interno.it avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf e inserendo nell'oggetto che si tratta di domanda del bando di concorso per il Servizio Civile Nazionale;
  • con raccomandata a/r all'indirizzo : Prefettura di Livorno - Piazza Unità d'Italia n.1 - 57122 Livorno
  • a mano presso la Prefettura di Livorno, in Piazza Unità d'Italia n.1, Piano 1, stanza n. 20 - Ufficio Protocollo- , aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
La data di scadenza è il 30 gennaio 2019 (in caso di consegna a mano, entro le ore 18:00 solo per il 30 gennaio 2019).

Per eventuali informazioni scrivere a:  profughi.pref_livorno(at)interno.it
Pubblicato il 07/01/2019
Ultima modifica il 07/01/2019 alle 14:32:13

 
Torna su