Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 Limitazioni della circolazione dei mezzi pesanti su tratti della SS 1 Aurelia e della SR 206 Emilia nel periodo estivo

Il provvedimento, firmato dal Prefetto Tiziana Costantino, sarà in vigore dall'11 luglio al 31 agosto, nella fascia oraria compresa tra le ore 07,00 e le ore 22,00

  A nche quest'anno, nel periodo di più intenso traffico legato all'esodo estivo, si è reso necessario limitare la circolazione dei mezzi pesanti nel territorio di questa provincia, prevedendone il dirottamento dalla viabilità ordinario all'autostrada A12.
Dal prossimo 11 luglio e fino al 31 agosto 2016, nella fascia oraria compresa tra le ore 07.00 e le ore 22.00, scatterà il divieto della circolazione dei mezzi pesanti in entrambi i sensi di marcia nord-sud sulla SS 1 Aurelia nel tratto compreso tra Stagno e Rosignano Marittimo e sulla SR 206 Emilia, nel tratto compreso tra Vicarello e la rotatoria in loc. Malandrone (Km.5+350).

Il provvedimento, firmato in data 13 giugno dal Prefetto Tiziana Costantino, prevede la deviazione del traffico degli autoveicoli a tre o più assi e comunque di massa superiore a 7,5 tonnellate sull'autostrada A12 nel tratto compreso tra il casello di Collesalvetti e, alternativamente, il casello di Rosignano M.mo o la nuova barriera in località Malandrone.
Pubblicato il 16/06/2016
Ultima modifica il 07/09/2016 alle 15:40:13

 RIUNITO A CASTIGLIONCELLO IL COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA

Questa mattina si è tenuta a Castiglioncello una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la sicurezza pubblica, allargata ai Sindaci ed ai rappresentanti dei Comuni della provincia di Livorno, isola d'Elba esclusa.

L'incontro, presieduto dal Prefetto Tiziana Costantino e che ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle Forze dell'Ordine, della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato, è stato pianificato con l'approssimarsi della stagione estiva, durante la quale si rende necessario adottare specifiche misure di intervento volte a tutelare l'ordine e la sicurezza pubblica.

I partecipanti hanno espresso innanzitutto generale soddisfazione per l'efficacia dei moduli organizzativi dello scorso anno, che hanno consentito di compiere un'attenta opera di prevenzione e repressione dei reati, nonché attuare misure di salvaguardia a tutela della sicurezza e della vita umana durante l'intera stagione estiva.

Pertanto è stato disposto anche per quest'anno di replicare tali strategie, le quali, partendo dall'analisi complessiva della situazione legata all'incremento delle presenze e della mobilità dovuta ai flussi turistici, si fondano sullo strumento dei tavoli tecnici interforze e si avvantaggiano della preziosa collaborazione degli enti locali, nell'ottica di un potenziamento continuo del sistema integrato di controllo del territorio.

E' stato stabilito di porre particolare attenzione alla prevenzione e al contrasto dei reati legati all'abusivismo commerciale e alla vendita di prodotti contraffatti, al contrasto degli incendi boschivi e alla prevenzione di incidenti, assicurando il rispetto delle norme in materia di circolazione stradale e della navigazione, con il fattivo coinvolgimento delle associazioni di volontariato, anche al fine della promozione di campagne di sensibilizzazione della popolazione.

E' stata condivisa, inoltre, la prosecuzione di forme di collaborazione e cooperazione tra le diverse componenti istituzionali, richiamando la funzione fondamentale degli enti locali, in sintonia con la Prefettura, di adozione di ordinanze sindacali dirette a migliorare la gestione della sicurezza urbana con particolare riferimento al territorio costiero.

In merito all'attività di accoglienza di migranti richiedenti protezione internazionale nella provincia, il Prefetto, in un quadro di perdurante emergenza, ha lanciato un rinnovato appello alle amministrazioni comunali affinché proseguano nella collaborazione finora dimostrata sia in merito all'individuazione di strutture idonee all'accoglienza, sia in merito alla realizzazione di progetti di integrazione ed inclusione sociale, anche attuando o potenziando i protocolli di volontariato già stipulati.

Il Prefetto Costantino, inoltre, ha assicurato che vengono svolti accurati controlli preventivi e successivi volti a garantire il massimo rispetto dei requisiti igienico-sanitari e di sicurezza delle strutture destinate ad ospitare i migranti.

In chiusura di riunione, il Prefetto ha informato le Istituzioni presenti in merito al prossimo avvio di una sezione staccata della Commissione Territoriale per il diritto d'asilo di Firenze, la quale, procedendo all'esame delle domande di protezione internazionale, consentirà una più rapida definizione delle stesse, nell'interesse dei richiedenti protezione internazionale e delle collettività ospitanti.

 


 

Pubblicato il :

 
Torna su