Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 Riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia Stabilito il rafforzamento delle misure di vigilanza con l'uso del Sistema informativo di georeferenziazione dei reati

Nel corso della riunione di coordinamento delle Forze di Polizia svoltasi nei giorni scorsi al Palazzo del Governo e presieduta dal Prefetto Tiziana Costantino, è stata effettuata una dettagliata analisi della situazione nella provincia di Livorno, nell'ottica di una più incisiva azione di prevenzione e contrasto al fenomeno dei furti e delle rapine.
In base alle indicazioni fornite dal Ministro dell’Interno per la realizzazione del piano denominato “Arrestiamo…furti e rapine”, è stato stabilito di istituire un tavolo tecnico di approfondimento settimanale con le forze delle polizie locali, per l’individuazione di nuove strategie di prevenzione dalla criminalità ed il rafforzamento delle misure di vigilanza attraverso l’adeguamento dei piani di controllo coordinato del territorio, con il monitoraggio delle zone più esposte alle citate fenomenologie criminali, tramite il Sistema informativo di georeferenziazione dei reati (SIGR).
Questo strumento sarà utile per l’elaborazione di strategie di intervento più efficaci e la pianificazione di servizi congiunti fra le Forze dell’Ordine e le polizie locali.

Pubblicato il :

 Chiusura ufficio relazioni con il pubblico

Si comunica che il 27 gennaio 2014 l'Ufficio Relazioni con il Pubblico chiuderà al pubblico alle ore 11:30
Pubblicato il :

 Cerimonia organizzata al Palazzo del Governo per la ricorrenza del Giorno della Memoria

In occasione del Giorno della Memoria la Prefettura di Livorno, in collaborazione con la Comunità Ebraica, ha organizzato una significativa cerimonia che si è svolta questa mattina nei saloni di rappresentanza del Palazzo del Governo.
L’iniziativa, che ha visto la partecipazione delle Autorità locali e di un pubblico numeroso, si è aperta con l’esibizione di oltre 50 studenti della Scuola media a indirizzo musicale “G. Borsi” di Livorno, che hanno eseguito alcuni brani della tradizione musicale ebraica.
Sono seguite una intervista a Matilde Beniacar, deportata da Livorno ad Auschwitz all’età di 18 anni e sopravvissuta all’inferno del lager nazista e le toccanti testimonianze dei due figli della Signora Beniacar.
La cerimonia è proseguita con l’esibizione dell’Istituto Musicale “Mascagni” (prof. Paolo Tommasi al contrabbasso, prof.ssa Scilla Lenzi al pianoforte e soprano prof.ssa Arianna Rondina), che ha eseguito brani di Max Bruch, Ernest Bloch ed un’aria di Giovanni Bottesini su un tema di Chopin e si è conclusa con la consegna delle Medaglie d’Onore conferite dal Capo dello Stato ai cittadini italiani deportati ed internati.
Le medaglie sono state consegnate dal Prefetto Tiziana Costantino ad Ivo Cinci, superstite del campo di internamento di Linz ed ai familiari di Pier Antonio Milianti, internato nel campo di Spandau West 3/B.
 
Studenti della scuola media  
 
  Giorno della Memoria
 
Consegna delle Medaglie d'Onore
 
Pubblicato il :

 Palazzo del Governo- Convegno in tema di anticorruzione, trasparenza e codici di comportamento

Questa mattina nei saloni di rappresentanza del Palazzo del Governo si è tenuto un seminario formativo, organizzato dalla Prefettura di Livorno in collaborazione con la Fondazione Promo P.A. di Lucca, rivolto ai responsabili della prevenzione della corruzione degli Enti Locali, degli Uffici Statali della provincia e delle Autorità Portuali di Livorno e di Piombino, in applicazione della previsione normativa che affida al Prefetto il compito di affiancare le Amministrazioni Locali nella redazione dei piani triennali anticorruzione e di monitorare la loro attività di controllo interno.
Dopo il saluto introduttivo del Prefetto di Livorno Tiziana Costantino, è intervenuto, in qualità di relatore, il Sindaco di Livorno Presidente dell’ANCI Toscana Alessandro Cosimi , che ha messo in risalto la necessità dell’attività di controllo per certificare e garantire la correttezza e la trasparenza della Pubblica Amministrazione.
Successivamente il Prof. Gaetano Scognamiglio, Presidente della Fondazione Promo P.A., nel sottolineare come la lotta alla corruzione debba entrare nella cultura del Paese come elemento di civiltà, ha illustrato quali obiettivi devono essere indicati nel piano anticorruzione e come debbano essere sviluppate le conseguenti modalità di attuazione.
Infine il Prof. Santo Fabiano , docente di Diritto degli Enti Locali all’Università Roma 3, nell’evidenziare come il Piano anticorruzione debba contenere anche la previsione temporale e la pianificazione delle attività realizzative, ha illustrato ruolo e poteri del Responsabile della prevenzione della corruzione (RAC) nel monitoraggio, nella vigilanza e nell’attuazione del Piano.
Il seminario è proseguito con le numerose domande poste dai partecipanti ai relatori e si è concluso con i ringraziamenti del Prefetto Costantino a tutti i partecipanti per gli importanti contributi forniti nel corso dei lavori.
 
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su