Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 Livorno - Riunione in Prefettura - Cerimonia del Giuramento Solenne Allievi Accademia Navale.

Il Prefetto Gianfranco Tomao ha presieduto, nella mattinata odierna, una riunione dedicata all'esame degli aspetti relativi all'ordine e alla sicurezza pubblica nonché alle misure di viabilità da prevedersi in occasione della cerimonia del Giuramento Solenne degli Allievi dell'Accademia Navale in programma il prossimo 1° dicembre.

Alla riunione erano presenti il Questore Suraci, i Comandanti Provinciali dell'Arma dei Carabinieri Magro e della Guardia di Finanza Cutarelli e il Comandante dell'Accademia Navale Ribuffo.

La cerimonia del giuramento, che rappresenta un evento di rilievo per la città, per la quale è atteso un notevole afflusso di persone con la prevista partecipazione di circa 2500 unità tra familiari degli allievi ed autorità, ha richiesto, soprattutto in relazione alle fasi che si svolgeranno all'esterno della sede, un'attenta pianificazione di tutti momenti, anche al fine di ridurre al massimo l'impatto sulla viabilità cittadina.

Infatti come già avvenuto per la prima volta lo scorso anno, l'Istituto, che lega la sua storia alla città, ha deciso di prevedere anche due momenti volti a condividere l'evento con la cittadinanza prevedendo due sfilate degli allievi lungo Viale Italia: la prima la sera del 30 novembre, dalle 22,00 alle 22,45, quando è prevista la tradizionale "ritirata degli allievi", accompagnati dalla Fanfara dell'Accademia Navale, che terminerà con il rientro in Accademia e la seconda durante la mattinata del 1° dicembre, dopo il giuramento.

Limitatamente al tempo di percorrenza sarà disposta la chiusura della viabilità.

            A cornice dell'evento saranno presenti un'unità navale e alcune imbarcazioni a vela alla fonda.

            Inoltre, per motivi di sicurezza, nelle acque antistanti l'Accademia, per la durata della cerimonia, sarà interdetta la navigazione.

Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra al Palazzo del Governo il Console provinciale della Federazione Maestri del Lavoro d'Italia.

Questa mattina il Prefetto Gianfranco Tomao ha ricevuto la visita del Console Provinciale della Federazione Maestri del Lavoro d'Italia, Mario Scarpellini, accompagnato da una delegazione di associati.

Nel corso del cordiale colloquio sono state illustrate al Prefetto le varie attività ed iniziative di formazione ed informazione svolte dalla Federazione sul territorio provinciale dove la stessa conta oltre 100 insigniti con la decorazione di Maestri del Lavoro.

Vivo apprezzamento è stato rivolto dal Prefetto per le iniziative svolte dalla Federazione, in particolare nei confronti degli studenti, soprattutto degli Istituti Superiori, frutto di un consolidato rapporto con le scuole volto a favorire il contatto tra il mondo del lavoro e quello della scuola e mirato a fornire agli studenti indicazioni utili per il futuro approccio con l'ambiente lavorativo mediante l'illustrazione di competenze trasversali utili nelle dinamiche lavorative.

            Al termine dell'incontro è stato sottolineato il reciproco impegno e l'auspicio per la più proficua collaborazione istituzionale e la massima sinergia nella programmazione di iniziative comuni.

 


 

Pubblicato il :

 Palazzo del Governo - Visita della dott.ssa Marida Bessi ... Presidente della Provincia.

Il Prefetto Gianfranco Tomao ha ricevuto nella mattinata odierna la neo Presidente della Provincia e Sindaco del Comune di Capraia Isola, Marida Bessi. 

L'incontro, improntato alla massima cordialità, ha costituito l'occasione per una reciproca conoscenza e per un primo proficuo scambio di notizie ed informazioni utili a gettare le basi per una rinnovata collaborazione istituzionale, nonché per uno scambio informale sui temi inerenti il territorio.

In particolare il dialogo, incentrato sulla situazione del territorio livornese, ha permesso di inquadrare alcune tematiche legate alle attività della Provincia che, oltre alle funzioni primarie relative a viabilità, trasporti ed edilizia scolastica, è sempre più di supporto ai Comuni, nonché di evidenziare oltre alle problematiche anche che le notevoli opportunità di un territorio, quale quello di questa provincia, vario e ricco di potenzialità, anche dal punto di vista ambientale e degli insediamenti produttivi, a volte ancora inespresse.

Nel corso dell'incontro il Prefetto ha assicurato la massima disponibilità ad operare in sinergia rispetto alle necessità del territorio sottolineando la reciproca e proficua collaborazione che ha sempre contraddistinto i rapporti tra l'Amministrazione Provinciale e la Prefettura.

Al termine è stato sottolineato il reciproco impegno per la più proficua collaborazione istituzionale e il Prefetto Tomao ha rivolto al Presidente Bessi i migliori auguri di buon lavoro per il nuovo e prestigioso incarico.


Pubblicato il :

 Riunione in Prefettura per testare i Piani di Emergenza Esterna degli Stabilimenti ricompresi nell'area industriale portuale di Livorno.

Si è tenuta nella mattinata odierna una riunione, presieduta dal Prefetto Gianfranco Tomao, riguardante la sicurezza dell'area industriale portuale di Livorno.

Alla riunione, nel corso della quale sono stati esaminati gli aspetti concernenti l'organizzazione di una prossima esercitazione congiunta, da tenersi entro il mese di dicembre, volta a testare i Piani di Emergenza Esterna, recentemente aggiornati, degli stabilimenti compresi nell'area portuale, hanno preso parte i Comandanti Provinciali dei Vigili del Fuoco, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza ed erano, inoltre, rappresentati i seguenti enti: Regione Toscana, Comitato Tecnico Regionale, Provincia, Comuni di Livorno e Collesalvetti, Questura , Capitaneria di Porto, Azienda USL Toscana Nord-Ovest, Agenzia Regionale per la protezione ambientale della Toscana -Settore Rischio Industriale- di Firenze, Dipartimento ARPAT di Livorno, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale di Livorno, Presidio Territoriale RFI S.p.A., nonché gli Stabilimenti interessati.

Il Prefetto ha avviato la riunione sottolineando l'importanza di effettuare le esercitazioni per testare e verificare concretamente le modalità di intervento previste dai singoli Piani di Emergenza Esterna degli stabilimenti.

Un ulteriore momento di riflessione sarà quello della verifica dei possibili riflessi che un evento accaduto all'interno di un singolo stabilimento potrebbe avere sugli altri, insistenti nella medesima area e su persone e strutture situate nella zona.

Aspetto, quest'ultimo, da considerare di particolare importanza per quanto riguarda l'eventualità del verificarsi di effetti a catena, considerato che l'area in argomento risulta ad alta concentrazione di insediamenti produttivi e che pertanto richiede la redazione di un Piano di Area che possa delineare le linee operative volte a gestire un'emergenza di carattere più ampio e quindi più complesso.

Il Prefetto ha rimarcato l'assoluto rilievo che riveste la comunicazione sia preventiva, ai fini della redazione e dell'aggiornamento dei piani sia nella fase dell'emergenza, allo scopo di condividere tutte le informazioni utili per garantire, nell'immediatezza dell'accadimento, la salvaguardia della cittadinanza, dei lavoratori dell'area portuale e degli operatori del soccorso.

Il risultato atteso è quello di ottenere, nell'immediato, un miglioramento ed affinamento delle procedure codificate negli attuali piani nel comune interesse della sicurezza.

Successivamente potranno essere definite le linee di pianificazione comuni per tutta l'area interessata che dovrà essere previamente individuata e delimitata.

Nei prossimi giorni sarà redatto, con il concorso degli enti e delle amministrazioni interessati, un documento d'impianto dell'esercitazione, che considerata la sovrapposizione delle aree di rischio, come individuate dai singoli piani, comporterà necessariamente il coinvolgimento di tutti gli stabilimenti insistenti nell'area, e che si terrà entro la fine del mese di dicembre.

L'esercitazione rappresenterà sicuramente l'occasione per dare il massimo impulso allo sviluppo di un piano comprensoriale dell'Area industriale portuale di Livorno, come peraltro previsto dagli artt. 19 e 21 del D. Lgs. 105/2015, che delinei le azioni da porre in essere qualora si debba fronteggiare un'emergenza estesa oltre l'ambito del singolo stabilimento.

Pubblicato il :

 LIVORNO RIUNIONE IN PREFETTURA SICUREZZA IN ZONA GARIBALDI.

Prosegue l'attività di prevenzione sulle problematiche evidenziate dai residenti del quartiere Garibaldi riguardo la presenza di fenomeni di degrado urbano, spaccio di sostanze stupefacenti e consumo di bevande alcoliche.

Il Prefetto Gianfranco Tomao, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per richiamare l'attenzione di tutti gli interlocutori istituzionali interessati sulla necessità di accrescere la percezione di sicurezza dei cittadini nel quartiere il cui contesto urbano potrebbe essere migliorato anche attraverso una rimodulazione degli orari di divieto di somministrazione delle bevande alcoliche e l'eventuale ricorso all'adozione di provvedimenti di "Daspo urbano".

Nel corso dell'incontro, alla quale erano presenti, oltre ai responsabili provinciali delle Forze dell'Ordine - il Questore Suraci, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri Magro e della Guardia di Finanza Cutarelli- il Vice Sindaco Sorgente l'Assessore Apolloni e il Comandante della Polizia Municipale del Comune di Livorno sono state approfondite le problematiche riferite allo specifico contesto urbano. 

Nell'occasione il Prefetto ha rammentato come le problematiche evidenziate dai residenti del Quartiere Garibaldi siano state, a più riprese, attenzionate in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica al fine di verificare l'andamento della situazione e monitorare i risultati delle iniziative poste in essere per aumentare la percezione di sicurezza nell'area. 

In particolare, sono stati esaminati i significativi risultati conseguiti nel corso dei numerosi servizi di controllo effettuati dalle Forze dell'Ordine, anche in forma congiunta, in Piazza Garibaldi e zone limitrofe al fine di prevenire e contrastare i reati di criminalità diffusa, con particolare riferimento allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché fenomeni come il disturbo della quiete pubblica. 

Nella zone in argomento è stata condotta dalle Forze dell'Ordine, sia congiuntamente che in forma autonoma, una intensa attività di prevenzione e controllo che continua ad essere frequente e costante con l'effettuazione di numerosi interventi, anche di carattere specialistico, quali i controlli effettuati dai NAS dell'Arma dei Carabinieri e quelli, anche di carattere fiscale, condotti dalla Guardia di Finanza.

Il Vice Sindaco ha illustrato gli interventi promossi dall'Amministrazione comunale per il rilancio urbano e sociale, evidenziando altresì l'importanza del ruolo attivo e sinergico di residenti e commercianti per il raggiungimento del comune obiettivo di completare la riqualificazione dell'area. 

A conclusione dell'incontro il Prefetto nel rammentare ai presenti la necessità di mantenere nell'area un'attenzione alta e costante, mediante la prosecuzione di capillari e scrupolosi servizi, nell'esprimere apprezzamento per le iniziative avviate dell'Amministrazione comunale, ha invitato la stessa a proseguire nella promozione di ogni intervento utile volto a favorire la riqualificazione e la vivibilità della zona.

Pubblicato il :

 Riunito dal Prefetto Tomao il Comitato Prov. per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica - "Scuole Sicure" - Attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di stupefacenti nei pressi degli Ist. Scolastici.

Il Prefetto di Livorno, dott. Gianfranco Tomao, ha presieduto, nella serata di ieri, 6 novembre, una riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per effettuare un aggiornato punto di situazione congiunto sull'andamento dell'iniziativa "Scuole Sicure" , varata con la recente direttiva diramata dal Ministro dell'Interno, in relazione all'avvio dell'anno scolastico, che prevede controlli straordinari anti-droga per prevenire lo spaccio di sostanze stupefacenti vicino ai plessi scolastici.

Alla riunione, oltre ai responsabili provinciali delle Forze dell'Ordine - il Questore Suraci, il Comandante Provinciale dell'Arma dei Carabinieri Magro e della Guardia di Finanza Cutarelli- erano presenti il Vice Sindaco Sorgente e il Comandante della Polizia Municipale del Comune di Livorno, nonché una rappresentante dell'Ufficio Scolastico Provinciale.

Nell'ambito dell'attività di prevenzione, già condivisa prima dell'inizio dell'anno scolastico in sede di Comitato Provinciale, sono state effettuate numerose operazioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità degli istituti scolastici della provincia, mediante l'effettuazione di controlli all'esterno dei plessi scolastici, anche con il supporto di unità cinofile e posti di controllo alla circolazione stradale nelle aree limitrofe. Ad oggi sono state effettuate da parte delle Forze dell'Ordine, in prossimità degli istituti scolastici della provincia, circa 50 operazioni finalizzate a garantire una cornice di sicurezza e una maggiore percezione della legalità nelle scuole.

Nel corso della riunione il Prefetto ha nuovamente evidenziato la gravità del fenomeno dello spaccio degli stupefacenti che determina effetti gravemente deleteri per la salute e comporta un'inevitabile scadimento dei principi valoriali nelle giovani generazioni, rinnovando l'invito a continuare nell'impegno condiviso delle Forze dell'Ordine e dei dirigenti scolastici al fine di attuare sempre più efficaci azioni preventive e repressive del fenomeno.

La Rappresentante dell'Ufficio Scolastico Provinciale ha assicurato l'impegno delle istituzioni scolastiche a veicolare ogni utile informazione alle Forze dell'Ordine riguardo alla sussistenza del fenomeno all'interno e/o all'esterno dei plessi scolastici nonché la massima sensibilizzazione al tema e la disponibilità a favorire la partecipazione dei Dirigenti scolastici ad una prossima riunione sul tema che sarà convocata a breve.

E' stata, altresì, ribadita l'esigenza di continuare nella promozione di iniziative congiunte tra le Forze di Polizia, la Prefettura e le istituzioni scolastiche per la sensibilizzazione degli studenti sui vari aspetti della legalità.

Pubblicato il :

 Cerimonie commemorative a Livorno e Collesalvetti per il Giorno dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate.

Nella mattinata di ieri, 5 novembre, il Prefetto Gianfranco Tomao ha preso parte alla cerimonia di commemorazione della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate che si svolta nel Comune di Collesalvetti presso il Monumento ai Caduti. La cerimonia, alla quale con il Prefetto è intervenuto anche il Presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, è stata organizzata dal Sindaco Lorenzo Bacci il giorno 5 per favorire la più ampia partecipazione degli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado dell'Istituto Scolastico "A. Picchi" di Collesalvetti, accompagnati dai docenti e dalla Dirigente Scolastica. 

Nella circostanza il Prefetto ha ricordato l'importanza di mantenere vivo, soprattutto nelle giovani generazioni, il ricordo del sacrificio di coloro che combatterono nel corso della 1^ Guerra Mondiale per l'unificazione dell'Italia, sottolineando, altresì, il ruolo fondamentale svolto dalle famiglie, con particolare riferimento alle donne, impegnate sia di supporto al fronte che nell'assicurare la continuità della produzione economica nel Paese e nella gestione della attività agricole e familiari.

A conclusione dell'intervento, il Prefetto ha altresì sottolineato l'importanza della Carta Costituzionale e dei principi e dei valori fondanti di democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo in essa contenuti, evidenziando come la libertà e la democrazia di cui oggi godiamo grazie alla Costituzione, che rappresenta un testo da preservare e difendere, nonché una conquista alla quale si è giunti, in virtù dell'imponente opera dell'Assemblea Costituente, dopo i drammatici anni in cui il nostro paese è stato dilaniato da due conflitti mondiali.

L'evento di Collesalvetti ha fatto seguito alla tradizionale cerimonia istituzionale del 4 novembre che, organizzata dalla Prefettura, di concerto con il Presidio Militare, il Comune e la Provincia di Livorno, si è invece tenuta domenica mattina nel capoluogo ed è iniziata con la deposizione, da parte del Prefetto e delle massime Autorità cittadine, di una corona al Bassorilievo al Partigiano di Via Ernesto Rossi. Successivamente, in Piazza della Vittoria, dopo l'alzabandiera e la deposizione delle Corone al Monumento ai Caduti, è stata data lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa. In Piazza della Vittoria, oltre ai Gonfaloni del Comune di Livorno, della Provincia e della Regione Toscana e alle rappresentanze del Presidio Militare, erano presenti anche le Associazioni Combattentistiche e d'Arma con i rispettivi Labari.



 

Pubblicato il :

 Il Prefetto interviene alla consegna di un defibrillatore al Commissariato P.S. di Cecina da parte dell'Amministratore Comunale e poi incontra i componenti della Giunta Comunale.

Il Prefetto Gianfranco Tomao è intervenuto questa mattina alla consegna di un apparecchio defibrillatore per uso mobile da parte del Comune di Cecina al Commissariato P.S. di Cecina. Erano presenti il Sindaco di Cecina Samuele Lippi, il Questore Lorenzo Suraci e il Dirigente del Commissariato P.S. Alfredo Alabiso. L'iniziativa rientra nel progetto "Cecina Cuore", che ha portato anche all'installazione di 23 defibrillatori pubblici sul territorio comunale.

Successivamente il Prefetto ha incontrato i componenti della Giunta Comunale presso la sede comunale di Piazza della Libertà.

Nel corso dell'incontro, improntato ad un clima di massima cordialità, sono stati affrontati alcuni argomenti di interesse della comunità locale, soffermandosi in particolare sulle questioni relative al tessuto economico e sociale e alla sicurezza.

Il Prefetto ha inoltre evidenziato il proficuo rapporto sinergico con le Forze dell'Ordine a salvaguardia della cittadinanza cecinese e, al riguardo, il Questore ha confermato l'efficace collaborazione in atto tra Questura e Polizia Municipale, soffermandosi in particolare sul progetto di potenziamento del sistema di videosorveglianza cittadino.

Il Prefetto ed il Questore hanno altresì manifestato ampia disponibilità a contribuire alla soluzione delle problematiche esaminate nel corso dell'incontro.

Al termine il Prefetto Tomao, nel ringraziare il Sindaco Lippi per l'accoglienza ricevuta, ha sottolineato l'importanza della collaborazione tra lo Stato e gli Enti locali, che valorizza e potenzia l'esercizio delle responsabilità e delle competenze proprie di ciascun livello di governo, rinnovando l'impegno della Prefettura ad una sempre più stretta collaborazione tesa a favorire la risoluzione delle specifiche problematiche che interessano il territorio di Cecina.



 

Pubblicato il :

 
Torna su