Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 VERTICE IN PREFETTURA ... IN PRIMO PIANO LA SICUREZZA IN OCCASIONE DELLE FESTIVITÀ NATALIZIE E DI FINE ANNO.

Il Prefetto Gianfranco Tomao ha presieduto questa mattina una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicata al rafforzamento delle misure di sicurezza in occasione delle prossime festività caratterizzate, come di consueto da cerimonie ed eventi sentiti e partecipati che faranno registrare una notevole affluenza di persone ed un incremento del flusso turistico.

Erano presenti il Sindaco del Comune di Livorno Nogarin, il Questore Suraci, i Comandanti Provinciali dell'Arma dei Carabinieri Magro e della Guardia di Finanza Cutarelli ed un rappresentante dell'Amministrazione Provinciale.

Nel corso della riunione è stato disposto il rafforzamento dei servizi di prevenzione, vigilanza e controllo generale del territorio e degli obiettivi sensibili tenuto anche conto del maggior rilievo che assume il tema della sicurezza alla luce dei recenti eventi di cronaca riguardanti l'attentato terroristico di Strasburgo e la tragedia nella discoteca in provincia di Ancona. 

Massima attenzione sarà rivolta alle zone della città di Livorno e degli altri Comuni della provincia dove sono programmati eventi, spettacoli e mercatini natalizi, mediante la pianificazione, in sede di tavolo tecnico in Questura, di specifici servizi interforze, con la partecipazione della Polizia Municipale. 

E' stato, pertanto, effettuato un attento monitoraggio degli eventi e delle iniziative in programma sul territorio provinciale, per i quali si prevede un'elevata affluenza di persone, al fine di assicurare l'applicazione delle misure di sicurezza previste dalle direttive ministeriali in materia con una particolare attenzione ai festeggiamenti di fine anno in particolare a Terrazza Mascagni che rappresenta uno dei luoghi più frequentati e di maggiore attrattiva per i festeggiamenti all'aperto e dove come ogni anno il Comune di Livorno organizzerà un concerto, preceduto da intrattenimento musicale radiofonico, evento gratuito e di libero accesso.

Analogamente è stato posto all'attenzione del consesso il tema della sicurezza delle discoteche e dei locali di pubblico spettacolo e sono state approfondite possibili iniziative per ulteriore innalzamento delle misure, anche in attuazione dell'apposito Protocollo d'Intesa, sottoscritto nell'aprile 2017, nell'ambito di un accordo quadro nazionale, dal Prefetto e dai rappresentanti delle organizzazioni di categoria dei gestori di discoteche e dei servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo per il rafforzamento della sicurezza nelle discoteche e nei luoghi di intrattenimento danzante.

L'obiettivo del protocollo, che potrà essere aggiornato con nuove misure, di concerto con i rappresentanti di categoria, è quello di promuovere un sistema avanzato di collaborazione tra Forze dell'Ordine e operatori del settore, per una più stretta sinergia operativa finalizzata a prevenire situazione di illegalità e comportamenti non consoni.

Saranno, inoltre, potenziate le azioni di contrasto alla cd. "criminalità diffusa" e ai reati suscettibili di incremento in relazione alla maggiore circolazione di denaro e merci e alle maggiori giacenze di liquidità in istituti bancari, uffici postali, centri commerciali e altri esercizi a rischio. 

Sarà inoltre intensificata l'attività di contrasto al commercio ambulante abusivo, alla commercializzazione di prodotti contraffatti e alla produzione e commercializzazione illegale di artifizi pirotecnici, al fine di prevenire abusi e turbative all'ordine pubblico ed alla pubblica incolumità.

In relazione ai maggiori spostamenti saranno rafforzati tutti i controlli e i servizi di polizia su strade e autostrade e in ambito portuale e ferroviario.

Tenuto conto del prevedibile aumento del traffico e delle possibili criticità che potrebbero riguardare la viabilità della provincia, in relazione all'incremento del traffico veicolare o di particolari condizioni climatiche, saranno rafforzati i dispositivi di intervento e pronta assistenza per garantire la sicurezza negli spostamenti su strada, nonché, al fine di contenere l'incidentalità stradale saranno intensificati i controlli sul rispetto delle norme di comportamento previste dal codice della strada, con particolare riferimento al contrasto della guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

A conclusione dell'incontro il Prefetto Tomao nell'auspicare che le prossime festività si svolgano in un clima di serenità ha confermato il costante e proficuo impegno delle Forze dell'ordine che, mediante un efficace dispiegamento dei dispositivi di prevenzione e controllo del territorio, contribuiranno a garantire una maggiore sicurezza ai cittadini affinché possano trascorrere in serenità le imminenti festività.

Pubblicato il :

 CONSEGNA DELLE ONORIFICENZE AL PALAZZO DEL GOVERNO.

Nella serata odierna, nei saloni di rappresentanza del Palazzo del Governo, il Prefetto Gianfranco Tomao ha consegnato le onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana", conferite dal Capo dello Stato a cittadini della provincia che si sono particolarmente distinti in ambito professionale e sociale.

Nell'occasione il Prefetto ha formulato alle autorità civili, militari e religiose, gli auguri per le prossime festività natalizie.

Questi i nomi degli insigniti: 

CAVALIERE

  • Signora Stefania PALMA
  • Capitano di Vascello Massimiliano GIACHINO
  • Dottor Carmine CARBONE
  • Dottor Enrico CIOFFI
Pubblicato il :

 Livorno 13 dicembre ... Conclusa positivamente l'esercitazione di Protezione Civile in Prefettura.

Si è svolta con successo, nella giornata odierna, coordinata dalla Prefettura, l'esercitazione di protezione civile, per posti di comando, denominata "Aree Sicure " organizzata per testare i Piani di Emergenza Esterna degli stabilimenti a rischio di incidente rilevante compresi nell'area portuale di Livorno e in zona Stagno in Comune di Collesalvetti.

All'esercitazione hanno partecipato rappresentanti di Regione Toscana , Provincia, Comuni di Livorno e Collesalvetti, Vigili del Fuoco, Forze dell'Ordine, Capitaneria di Porto, Azienda USL Toscana Nord-Ovest, CRI, ARPAT, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale di Livorno, Presidio Territoriale RFI S.p.A., nonché i rappresentanti degli stabilimenti industriali coinvolti nell'esercitazione, ovvero, Eni, Costieri D'Alesio, Costiero Gas, Neri, Masol Continental e Biofuel.

Nel corso della giornata sono stati simulati tre diversi scenari, che hanno interessato gli stabilimenti individuati.

Gli incidenti simulati (incendio di liquido infiammabile, rilascio di gas ed esplosione e rilascio di sostanza tossica e infiammabile con successivo incendio) hanno permesso di testare le modalità di intervento dei soccorsi, previste dai singoli Piani di Emergenza Esterna degli stabilimenti, e consentito altresì di verificare i possibili riflessi di un evento originato all'interno di un singolo stabilimento sugli altri insistenti nella medesima area, nonché su persone, strutture ed infrastrutture presenti nell'area interessata.

Alla simulazione degli accadimenti è seguita l'attivazione della "macchina dei soccorsi" con il coinvolgimento di tutte le componenti della protezione civile, coordinate in sede di Centro Coordinamento Soccorsi, tempestivamente convocato in Prefettura, che ha monitorato e gestito, in tempo reale, tutte le fasi dell'emergenza, fino al superamento della stessa.

Gli operatori sono stati inoltre chiamati a gestire   gli ulteriori accadimenti di volta in volta proposti, in corso d'opera, dalla cabina di regia, volti a rendere più complicato lo scenario, prevedendo la necessità di fronteggiare i possibili sviluppi della situazione con la previsione di un progressivo aggravamento della situazione iniziale.

Lo scenario esercitativo ha previsto tre distinte simulazioni di incidenti presso alcuni stabilimenti industriali. In una delle simulazione si è verificato anche il coinvolgimento reale di personale e mezzi dei Vigili del Fuoco.

La prima simulazione, iniziata intorno alle 9.00, ha riguardato la Raffineria Eni di Stagno, all'interno della quale si è ipotizzato l'incendio di un liquido infiammabile in un serbatoio che ha successivamente originato una nube che, a causa del vento, si è diretta prima verso il Porto di Livorno e poi, a causa della variazione della direzione del vento, si è spostata verso l'abitato di Guasticce. Ciò ha comportato tutta una serie di ulteriori interventi, da parte del 118, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, Ferrovie dello Stato, Polizia, Carabinieri, Autostrade per portare assistenza alle persone ferite o colte da malore nonché per evitare o arginare blocchi alla viabilità stradale, ferroviaria e navale.

la seconda simulazione, iniziata alle ore 11.00, ha riguardato lo stabilimento Costiero Gas con coinvolgimento degli stabilimenti limitrofi Costieri D'Alesio, Neri Depositi Costieri, Masol Continental. Lo scenario ha previsto, in questo caso, una fuoriuscita di gpl presso lo stabilimento Costiero Gas Livorno sulla linea di discarico di una nave.

A seguito del rilascio si è verificata l'esplosione del gas, generando una onda di pressione che, oltre ad interessare lo stabilimento COSTIERO GAS, ha determinato gravissimi danni agli impianti degli Stabilimenti limitrofi.

Il terzo evento, infine, iniziato alle ore 14.30 ha riguardato il deposito Costieri del Tirreno con il coinvolgimento degli stabilimenti limitrofi presenti in Area Scolmatore.

In questo caso si è verificato un rilascio significativo di metanolo durante le operazioni di riempimento di un serbatoio. La situazione si è ulteriormente aggravata a seguito dell'incendio nel serbatoio, con conseguente irraggiamento termico verso lo stabilimento Costieri D'Alesio, nonché verso le aree esterne.

A conclusione dell'esercitazione il Prefetto Tomao, nell'esprimere soddisfazione per la positiva riuscita dell'esercitazione, che ha consentito di effettuare una simulazione realistica della gestione di possibili eventi incidentali, ha ringraziato tutti i partecipanti per l'impegno e la professionalità dimostrati.



 

 

Pubblicato il :

 Il Prefetto dispone il rafforzamento delle attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in prossimità delle scuole.

Nell'ambito delle iniziative varate con la direttiva del Ministero dell'Interno "Scuole Sicure", finalizzata al contrasto dello spaccio di stupefacenti nelle adiacenze delle scuole, che ha registrato il conseguimento di significativi risultati su tutto il territorio provinciale grazie alla intensa attività condotta dalle locali Forze dell'Ordine, il Prefetto Gianfranco Tomao ha presieduto questa mattina una riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia, allargata alla partecipazione della Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale e dei responsabili delle Scuole Superiori.

Nell'occasione i rappresentanti delle istituzioni scolastiche hanno espresso la piena condivisione dell'iniziativa e l'apprezzamento per le operazioni sino ad ora condotte dalle Forze di Polizia, che saranno ulteriormente implementate, ai fini della prevenzione e contrasto allo spaccio in prossimità delle sedi scolastiche.

Il Prefetto ha anche proposto la sottoscrizione di un apposito protocollo d'intesa con l'Ufficio Scolastico Provinciale, volto a favorire una maggiore formazione e informazione dei docenti sul fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti.

I responsabili delle Forze dell'Ordine, nell'accogliere la proposta del Prefetto, hanno assicurato piena disponibilità a proseguire il programma di incontri con gli insegnanti e gli studenti per svolgere una mirata attività di sensibilizzazione.

Nel corso della riunione è stata altresì richiamata l'attenzione sulla possibilità di utilizzo, anche da parte degli studenti, in forma anonima, dell'applicazione "YouPol" messa a disposizione dalla Polizia di Stato per segnalare in tempo reale episodi bullismo e spaccio di droga, tramite foto, messaggi scritti e video.

Il Prefetto Tomao ha richiesto, inoltre, la collaborazione dell'Amministrazione Comunale sia per il concorso della Polizia Municipale nei servizi di controllo e prevenzione che per l'individuazione delle aree di maggiore diffusione del fenomeno dello spaccio, che potranno essere soggette all'applicazione del cd. "DASPO urbano".

Pubblicato il :

 Livorno, riunione in Prefettura - Esercitazione di Protezione Civile per testare i Piani di Emergenza Esterna degli Stabilimenti ricompresi nell'area industriale portuale.

Si è svolta questa mattina in Prefettura una riunione per la definizione degli aspetti operativi relativi all'esercitazione congiunta, che si terrà giovedì prossimo 13 dicembre, volta a testare i Piani di Emergenza Esterna, recentemente aggiornati, degli stabilimenti compresi nell'area portuale di Livorno.

Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti di tutti gli Enti che prenderanno parte all'esercitazione, ovvero Vigili del Fuoco, Comuni di Livorno e Collesalvetti, Forze dell'Ordine, Regione Toscana, Provincia, Capitaneria di Porto, Azienda USL Toscana Nord-Ovest, CRI, ARPAT, Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale di Livorno, Presidio Territoriale RFI S.p.A., Tim, nonché i rappresentanti degli stabilimenti industriali coinvolti nell'esercitazione.

L'evento è stato programmato per testare le modalità di intervento previste dai singoli Piani di Emergenza Esterna degli stabilimenti presenti nell'area industriale del porto di Livorno e in zona Stagno.

L'esercitazione sarà inoltre utile per verificare i possibili riflessi che un evento accaduto all'interno di un singolo stabilimento potrebbe avere sugli altri insistenti nella medesima area e su persone e strutture situate nella zona.

In particolare il documento di impianto dell'esercitazione prevede tre distinte simulazioni per posti di comando. In almeno una delle simulazione si prevede il coinvolgimento reale di personale e mezzi dei Vigili del Fuoco.

La prima avrà inizio intorno alle 9.00 e riguarderà la Raffineria Eni di Stagno, la seconda inizierà alle ore 11.00 e riguarderà lo stabilimento Costiero Gas con coinvolgimento degli stabilimenti limitrofi Costieri D'Alesio, Neri Depositi Costieri, Masol Continental. La terza infine si svolgerà a partire dalle ore 14.30 e riguarderà il deposito Costieri del Tirreno con il coinvolgimento degli altri stabilimenti limitrofi (Area Scolmatore).

Il Prefetto Tomao nel sottolineare l'importanza dell'esercitazione, che consentirà di migliorare e affinare le procedure previste dagli attuali piani di emergenza dei singoli stabilimenti, che potranno così essere verificate ed eventualmente migliorate, nel comune interesse della sicurezza, ha altresì rappresentato l'assoluto rilievo che riveste, in materia, la comunicazione sia preventiva, ai fini della redazione e dell'aggiornamento dei piani, che nella fase dell'emergenza, allo scopo di condividere tutte le informazioni necessarie per garantire, nell'immediatezza dell'accadimento, la salvaguardia della cittadinanza, dei lavoratori dell'area portuale e degli operatori del soccorso.

Pubblicato il :

 
Torna su