Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 Stipula in Prefettura la convenzione per l'attivazione di un presidio antincendio dei Vigili del Fuoco nel Porto di Piombino.

E' stata stipulata questa mattina, presso il Palazzo del Governo, la " Convenzione per l'attuazione di un presidio antincendio del Vigili del Fuoco nel porto di Piombino " tra il Prefetto Dott.ssa Anna Maria Manzone, il Presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale Ing. Stefano Corsini ed il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Livorno Ing. Francesco Notaro.

Con la firma del documento, finalizzato al potenziamento del dispositivo di soccorso dei Vigili del Fuoco nelle giornate di maggior presenza turistica nel porto di Piombino, è stata prevista la presenza di una squadra VVF dislocata in ambito portuale, dalle ore 09.00 alle ore 19.00 dei fine settimana (venerdì, sabato e domenica) e festivi infrasettimanali, compresi tra il 23 giugno ed il 3 settembre 2017.

Detta squadra, già operativa dallo scorso fine settimana, è costituita da n. 5 Unità permanenti (n. 1 ROS, n. 1 Autista e n. 3 Operatori) ed avrà a disposizione un mezzo polifunzionale tipo Auto Pompa Serbatoio (APS). Il servizio ricalca, per finalità e modalità operative, quanto già effettuato nelle stagioni 2015 e 2016.

Protocollo intesa antincendio estivo porto di Piombino

 

sottoscrizione Protocollo Intesa antincendio estivo porto Piombino

Pubblicato il :

 Protocollo d'intesa tra Ministero dell'Interno e Conferenza dei Rettori delle Università italiane ... bando per l'assegnazione di 100 borse di studio a studenti titolari di protezione internazionale

Protocollo d'intesa tra Ministero dell'Interno e Conferenza dei Rettori delle Università italiane - bando per l'assegnazione di 100 borse di studio a studenti titolari di protezione internazionale - Anno accademico 2017-2018
 
Il Ministero dell'Interno, di concerto con la Conferenza dei Rettori delle Università italiane - CRUI e in collaborazione con l'Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (ANDISU), in attuazione del Protocollo d'Intesa siglato tra il Ministero stesso e la CRUI il 20 luglio 2016 ha messo a disposizione, per la seconda annualità, 100 borse di studio per gli studenti titolari di protezione internazionale (con status di rifugiati o beneficiari di protezione sussidiaria).

La valenza dell'iniziativa - che rappresenta un importante tassello nella strada dell'integrazione, particolarmente significativo in quanto mira ad intercettare i bisogni di una categoria vulnerabile quale quella di giovani studenti costretti ad interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d'origine - ed il positivo risultato raggiunto con il precedente bando per l'anno accademico 2016/2017, hanno indotto le Parti a procedere, anche per l'A.A. 2017/2018, alla predisposizione di un nuovo bando, riservato sia agli studenti titolari di protezione internazionale che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano, sia a coloro - già vincitori del bando per l'anno accademico in corso e regolarmente iscritti presso le università - che intendono proseguire il percorso di studi intrapreso.

Le domande per il concorso, riservato alle predette categorie di studenti, potranno essere presentate accedendo alla pagina web http://borsespi.laziodisu.it entro le ore 24.00 del 16 luglio 2017.

Il testo del bando è consultabile sul sito del Ministero dell'Interno al seguente link:


Pubblicato il :

 RIUNIONE IN PREFETTURA DEL COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA

Questa mattina al Palazzo del Governo, presieduta dal Prefetto Anna Maria Manzone, si è svolta una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, che ha visto la partecipazione dei responsabili provinciali delle Forze dell'Ordine e dei Vigili del Fuoco, del Presidente della Provincia nonché Sindaco di Rosignano Marittimo, del Sindaco di Livorno e del rappresentante del Comune di Collesalvetti, del Comandante della Capitaneria di Porto e del Responsabile del Servizio 118 dell'Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

Analogamente a quanto avvenuto nei giorni scorsi a Cecina, l'incontro è stato dedicato all'esame delle specifiche misure d'intervento da adottarsi per garantire la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica durante la stagione estiva.

Oltre all'intensificazione dell'azione di controllo del territorio da parte delle Forze di Polizia e delle Polizie Municipali, sono stati esaminati gli accorgimenti utili a prevenire i reati e a contrastare l'abusivismo commerciale e la contraffazione, attraverso l'azione coordinata delle diverse componenti istituzionali che già nella scorsa stagione estiva hanno consentito di conseguire significativi risultati.

Attenzione particolare sarà dedicata anche alla prevenzione dell'incidentalità stradale e al rispetto delle norme in materia di circolazione stradale e della navigazione.

E' stata inoltre esaminata la direttiva inviata recentemente del Capo della Polizia, contenente le linee guida per la gestione di eventi e manifestazioni pubbliche, che durante la stagione estiva dovranno svolgersi in una cornice di massima sicurezza, anche attraverso il coinvolgimento di privati organizzatori di eventi e spettacoli.

In particolare sono state illustrate le diverse competenze e i rispettivi ambiti delle istituzioni coinvolte, specificando e distinguendo gli interventi di safety (capienza delle aree, divieto di vendita di alcolici e di bevande in vetro e lattine, aree di afflusso e deflusso, indicazione dei varchi, previsione di aree di rispetto e di accesso ai mezzi del soccorso, ecc.) da quelli di security , necessariamente integrati, in quanto requisiti di sicurezza imprescindibili per lo svolgimento delle manifestazioni.

Pubblicato il :

 RIUNITO A CECINA IL COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA

Nella mattinata odierna, presieduta dal Prefetto Anna Maria Manzone, si è tenuta presso il Comune di Cecina una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica cui hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, al Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, alla Responsabile del Servizio 118 per l'A.S.L. Nord-Ovest, i Sindaci di Cecina, Castagneto Carducci, Bibbona e Sassetta, i rappresentanti della Provincia e dei Comuni di Piombino, Campiglia Marittima e San Vincenzo, nonché della Capitaneria di Porto di Livorno, dell'Ufficio Circondariale  di Piombino e delle Delegazioni di Spiaggia del territorio.

L'incontro è stato dedicato all'approssimarsi della stagione estiva, durante la quale si renderà necessario adottare misure specifiche d'intervento per garantire la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica.

In considerazione dell'incremento della mobilità dovuta ai flussi turistici sono stati individuati utili accorgimenti volti a prevenire i reati e a contrastare l'abusivismo commerciale, attraverso mirati interventi congiunti delle Forze di Polizia e delle Polizie Municipali, che si aggiungono all'intensificarsi dell'azione di controllo del territorio.

Particolare attenzione sarà rivolta alla prevenzione dell'incidentalità stradale e ai controlli per il rispetto delle norme in materia di circolazione stradale e della navigazione, attraverso forme di collaborazione e cooperazione tra le diverse componenti istituzionali.

E' stata inoltre esaminata la recente direttiva del Capo della Polizia volta a definire la gestione di eventi e manifestazioni pubbliche che si svolgeranno nella prossima stagione estiva, al fine di garantirne lo svolgimento in una cornice di massima sicurezza, coinvolgendo anche i privati organizzatori di eventi e spettacoli.

Sono state al riguardo illustrate le competenze delle istituzioni coinvolte, specificando i rispettivi ambiti e distinguendo gli interventi di safety (capienza delle aree, divieto di vendita di alcolici e di bevande in vetro e lattine, aree di afflusso e deflusso, con indicazione dei varchi e la previsione di aree di rispetto e di accesso ai mezzi del soccorso, ecc.) da quelli di security , necessariamente integrati, in quanto requisiti imprescindibili di sicurezza per lo svolgimento delle manifestazioni.

Nel corso dell'incontro sono state inoltre condivise iniziative volte alla prevenzione e al contrasto all'abusivismo commerciale e alla contraffazione, le cui linee di azione sono finalizzate principalmente al rafforzamento dell'attività di contrasto alla filiera della contraffazione e alla rete illecita di acquisizione, immagazzinamento e trasporto delle merci destinate al commercio ambulante abusivo, all'intensificazione dei servizi coordinati di controllo del territorio, nonché alla valorizzazione dell'apporto delle Associazioni di categoria per campagne di informazione sui rischi derivanti dall'acquisto di prodotti contraffatti o venduti abusivamente.

 

In ordine a tale fenomeno si è concordato che la prevenzione ed il contrasto di tali forme di illegalità rappresentano uno degli obiettivi prioritari da perseguire per accrescere il senso di sicurezza delle comunità e favorire condizioni di migliore decoro nei centri urbani e nelle località turistiche, in particolare quelle costiere.

In tale direzione sono state già sviluppate incisive strategie di contrasto al fenomeno che, grazie all'azione sinergica e coordinata delle diverse componenti istituzionali interessate hanno consentito, già nella scorsa stagione estiva, di conseguire risultati significativi.

Pubblicato il :

 71° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA REPUBBLICA

Questa mattina, in occasione del 71° Anniversario della Fondazione della Repubblica, la Prefettura di Livorno - d'intesa con il Comune di Livorno, la Provincia ed il Presidio Militare - ha organizzato una serie di iniziative tese a dare significato alla ricorrenza e consentire la più ampia partecipazione della cittadinanza alle manifestazioni commemorative.

Le celebrazioni hanno avuto inizio al Bassorilievo al Partigiano di Via Ernesto Rossi , dove il Prefetto, il Sindaco di Livorno, il rappresentane della Provincia ed il Comandante del Presidio Miliare hanno deposto una corona.

In Piazza della Vittoria , alla presenza di tutte le Autorità locali, ha avuto luogo la cerimonia ufficiale, che è iniziata con l'Alzabandiera - il Tricolore ha fatto ingresso nella Piazza portato da sei alunni delle scuole livornesi - cui ha fatto seguito la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti.

Successivamente il Prefetto Anna Maria Manzone ha dato lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica ed ha rivolto un saluto alla cittadinanza.

La cerimonia è proseguita con la consegna della Medaglia d'Onore conferita a cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti, dei diplomi delle Onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana" e degli attestati alle scuole cittadine che durante l'anno scolastico 2016/2017 hanno preso parte al progetto "Educazione Stradale e Legalità".

Medaglia d'Onore conferita a cittadini italiani, militari

e civili, deportati ed internati nei lager nazisti

 

Signor Giovanni LAPI                                                                                    Livorno

 

Onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana"

 

COMMENDATORE

Ammiraglio di Divisione Pietro Luciano RICCA                                                         Livorno

 

UFFICIALE

Dottoressa Lidia Filomena CAGNATO                                                                     Livorno

 

CAVALIERE

Colonnello della Guardia di Finanza Paolo BORRELLI                                              Livorno

Sostituto Commissario della Polizia di Stato Giuseppe CALIFANO                 Livorno

Capitano di Fregata Stefano CAMERINI                                                                  Livorno

Tenente Colonnello dell'Arma dei Carabinieri Sergio DI ROSALIA               Livorno

Dottoressa Nadia FRANCALACCI                                                                          Rosignano M.mo

Luogotenente della Marina Militare Francesco GIAQUINTO                         Livorno

Sovrintendente Capo della Polizia di Stato Carmelo GIARRATANA                         Livorno

Luogotenente dell'Arma dei Carabinieri Salvatore MARINO                          Livorno

Ingegner Stefano MAZZEI                                                                                         Livorno

Capitano di Vascello Roberto MESSINA                                                                  Livorno

Maresciallo Capo della Guardia di Finanza Michele RUSSO                            Cecina

Luogotenente dell'Arma dei Carabinieri Alessandro TOMASSETTI              Livorno

 

Attestati alle scuole che hanno partecipato al progetto "Educazione Stradale e Legalità"

 

Istituto Comprensivo "Giuseppe Micali" di Livorno

Liceo Scientifico "Francesco Cecioni" di Livorno

Liceo Scientifico "Federigo Enriques" di Livorno

Istituto Tecnico Industriale "Galileo Galilei" di Livorno

I.S.I.S. "Niccolini Palli" di Livorno

Festa della Repubblica 1

 

Festa della Repubblica 2

 

Festa della Repubblica 3

 

 

Pubblicato il :

 'OPERAZIONE PERIFERIE SICURE" A LIVORNO

E' in corso di svolgimento, anche sul territorio della provincia di Livorno, l'iniziativa, promossa a livello nazionale dal Ministero dell'Interno, denominata "Operazione Periferie Sicure", volta a rafforzare l'azione delle Forze di Polizia per il contrasto all'illegalità e al degrado, con particolare riferimento alle periferie cittadine e alle zone della movida.

L' "Operazione Periferie Sicure", già sperimentata in altre realtà, è iniziata lunedì 29 maggio e proseguirà fino al 3 giugno prossimo.

L'attività di contrasto sarà incentrata su tutti quei fenomeni criminosi che incidono maggiormente sulla percezione di sicurezza dei cittadini.

L'iniziativa è, pertanto, finalizzata alla predisposizione di mirati interventi volti a garantire, nelle zone ritenute più a rischio, maggiori livelli di sicurezza restituendone un'adeguata percezione alla cittadinanza.

I servizi, che hanno carattere interforze, svolti in varie zone sia del capoluogo che della provincia, secondo fasce orarie definite ed assegnate, a rotazione, alle singole Forze dell'Ordine, sono mirati al contrasto, in particolare, allo spaccio di sostanze stupefacenti, alle forme di criminalità diffusa, all'abusivismo commerciale e all'immigrazione clandestina.

All'operazione partecipano anche unità di rinforzo fatte affluire da fuori provincia.

 


 


 


 

 

Pubblicato il :

 
Torna su