Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 Chiusura pomeridiana dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico il 3 e il 10 Febbraio pp.vv.

Si comunica che il 3 e il 10 Febbraio l'Ufficio Relazioni con il Pubblico sarà chiuso negli orari pomeridiani.
Pubblicato il :

 MARTEDI’ 27 GENNAIO 2015 CERIMONIA ORGANIZZATA AL PALAZZO DEL GOVERNO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA

In occasione del Giorno della Memoria, il Prefetto Tiziana Costantino ha organizzato una significativa cerimonia che si è svolta questa mattina nei saloni di rappresentanza del Palazzo del Governo.
La cerimonia è iniziata con l’esibizione del Coro della Comunità Ebraica, cui sono seguiti gli interventi della prof.ssa Sara Valentina Di Palma, autrice del libro Se questo è un bambino , e del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Roberto Riccardi, autore del libro Sono stato un numero .
Successivamente il Coro degli allievi e degli adulti della Scuola Statale Secondaria “G. Borsi” succursale “Pazzini”, diretto dalla prof.ssa Sara Saccomani, ha eseguito alcuni brani della tradizione musicale ebraica.
Hanno fatto seguito le testimonianze di due liceali livornesi di ritorno dal viaggio ad Auschwitz con il “ Treno della Memoria 2015 ”.
La cerimonia è proseguita con l’esibizione del soprano Ilaria Casai dell’Istituto Musicale “P. Mascagni” e si è conclusa con la consegna delle Medaglie d’Onore conferite dal Capo dello Stato ai cittadini italiani deportati ed internati e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.
Il Prefetto Costantino ha consegnato le Medaglie d’Onore al Sig. Renzo Carmignani, superstite del campo di internamento di Linz ed ai familiari di Edoardo Baruffaldi, internato nel campo di Fallingbostel Stalag XI B.

Pubblicato il :

 Prefettura: il protocollo di Intesa sottoscritto da Authority, Interporto e Dogane Controlli doganali high-tech in porto e nell’interporto Uno scanner accelererà le procedure di svincolo della merce

Verrà usato per “radiografare” i container in transito sia nel Porto di Livorno che nell’area dell’Interporto Vespucci, e per verificare che il carico corrisponda a quando dichiarato dai documenti doganali; non solo: potrà essere utilizzato anche per realizzare “nuove metodologie d’intervento” a tutela della pubblica sicurezza. È il nuovo scanner mobile Z Backscatter Van a raggi x, e per i prossimi 12 mesi verrà testato dall’Ufficio delle Dogane di Livorno per verificarne le potenzialità e la rispondenza ai fini istituzionali.

È quanto è stato definito in un protocollo di intesa firmato quest’oggi davanti al Prefetto Tiziana Costantino tra l’Autorità Portuale, l’Interporto Vespucci e le Dogane. Lo scanner, acquistato nel 2008 nell’ambito di un bando di gara bandito dalla società in house del Ministero dei Trasporti , Uirnet, col fine di rendere più efficienti le attività di controllo nelle strutture logistiche intermodali, sarà usato dall’Ufficio delle Dogane di Livorno per le pratiche ispettive della merce, mentre l’Autorità Portuale si impegnerà a provvedere alla formazione del personale necessario.

In particolare, le dogane si renderanno disponibili a fornire a titolo gratuito i servizi derivanti dall’utilizzo dello Scanner in attività congiunte alle altre forze di Polizia del territorio. Al termine dei 12 mesi sperimentali, le parti esprimeranno una valutazione approfondita sulla opportunità di proseguire questo rapporto di collaborazione.

“Lo scanner è di ultima generazione – ha detto il direttore delle dogane, Massimo Ricasoli – e consentirà un notevole risparmio dei tempi di esecuzione delle procedure doganali”.

“Si tratta di una importante novità per il porto di Livorno – ha dichiarato il presidente Gallanti –, auspichiamo che l’utilizzo dello scanner favorisca un miglioramento complessivo della sicurezza in porto, accelerando al contempo le procedure di svincolo e rilascio della merce”

E ha espresso soddisfazione per l’avvenuto accordo anche il presidente dell’Interporto Federico Barbera: “siamo lieti di aver contribuito alla soluzione di un problema importante per il porto quale concreta dimostrazione della bontà del rapporto sinergico tra porto ed interporto”.

Il Prefetto di Livorno ha dichiarato che “l’utilizzo dello scanner servirà ad aumentare la sicurezza del porto di Livorno in un momento in cui occorre prestare particolare attenzione all’aumento dei livelli di guardia nell’ambito della sicurezza”.
 
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Legge di Stabilità - Art. 1 commi 444-450 - Alienazione straordinaria dei veicoli sottoposti a sequestri amministrativi e sanzioni accessorie previste dal C.d.S. – Pubblicazione ELENCO n.26–

Si rende noto che è stato pubblicato su questo sito l ‘ Elenco n.26 dei veicoli sottoposti a sequestro amministrativo e sanzioni accessorie previste dal Codice della Strada fino al 31.12.2011 e ancora giacenti presso le depositerie autorizzate di questa Provincia. Entro 60 giorni dalla data di pubblicazione, i proprietari dei mezzi o gli aventi diritto ai sensi dell’art.196 del C.d.S. potranno esercitare la facoltà di assumere la custodia dei veicoli sequestrati formalizzando tale facoltà alla Prefettura di Livorno e provvedendo direttamente al pagamento a favore della depositeria delle spese di recupero e custodia dovute, con conseguente estinzione del debito maturato nei confronti dello Stato allo stesso titolo. In caso di mancata assunzione della custodia entro il predetto termine di 60 giorni, i mezzi saranno alienati al custode anche ai soli fine della rottamazione.

L’elenco n.26 è pubblicato nella sezione “ Comunicazioni ” di questo sito ed allegato al presente avviso.


Pubblicato il 15/01/2015 ultima modifica il 19/01/2015 alle 08:41:43

 Riunione tecnica di coordinamento delle Forze di polizia Intensificate le misure di vigilanza degli obiettivi sensibili

Questa mattina il Prefetto Tiziana Costantino ha presieduto al Palazzo del Governo la Riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia, alla quale hanno partecipato il Procuratore della Repubblica Francesco De Leo, il Questore Marcello Cardona, ed i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Nel corso della riunione – che fa seguito ad analoghi incontri convocati nei giorni scorsi dal Prefetto in relazione ai contenuti delle direttive emanate dal Ministero dell’Interno in conseguenza dei tragici avvenimenti di Parigi – è stata decisa l’intensificazione delle misure di vigilanza nei confronti dei principali obiettivi sensibili presenti sul territorio, come edifici di culto e di preghiera, sedi culturali e religiose, organi di informazione ritenuti a rischio, insediamenti industriali, scali portuali e varchi doganali.

E’ stato ritenuto necessario, inoltre, potenziare l'attività di controllo del territorio e favorire lo scambio informativo tra le forze di polizia, per garantire una sempre più efficace attività di prevenzione e cogliere ogni possibile elemento di criticità.

I partecipanti hanno concordato, in particolare, di innalzare il livello di attenzione in occasione delle numerose manifestazioni programmate nei prossimi giorni per la ricorrenza del Giorno della Memoria.

Pubblicato il :

 Immigrazione. Flussi non stagionali 2014. Previsto l’ingresso in Italia di 17.850 lavoratori. La domanda potrà essere inoltrata esclusivamente in modalità telematica

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con Decreto dell'11 dicembre 2014 in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ha previsto l'ingresso di 17.850 lavoratori stranieri per motivi di lavoro subordinato non stagionale e di lavoro autonomo.
Nella quota sono comprese anche le conversioni dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale, per studio, tirocinio e/o formazione professionale e dei permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati a cittadini di paesi terzi da altro Stato comunitario.
Sarà possibile procedere alla precompilazione dei moduli di domanda a partire dalle ore 8,00 del 23 dicembre utilizzando l'applicativo all'indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/Ministero/index2.jsp .
Le istanze dovranno essere trasmesse esclusivamente con le consuete modalità telematiche il giorno successivo alla pubblicazione del Decreto, di cui verrà data notizia sui siti istituzionali del Ministero dell'Interno e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, entro il termine di otto mesi dalla data di pubblicazione.

Pubblicato il 05/01/2015 ultima modifica il 07/01/2015 alle 08:32:03

 800 72 20 71 – Ora anche un numero verde per il Ritorno Volontario Assistito

DA Ottobre 2014 è attivo un numero verde (800 72 20 71) a supporto di chi voglia ricevere informazioni e consulenza sul Ritorno Volontario Assistito ( RVA). RIRVA, la rete nazionale di soggetti pubblici e privati attivi nella promozione del RVA ha infatti dotato il preesistente help desk di una linea gratuita diretta ad informare migranti, operatori e cittadinanza sulla misura, sui progetti che accompagnano le persone nel percorso di rientro nei paesi d’origine, e sulla modalità di contatto dei punti di riferimento territoriali della rete RIRVA.

Il Numero Verde è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.00, con servizio di segreteria telefonica negli altri giorni e fasce orarie.

Per maggiori informazioni :
 
Pubblicato il :

 
Torna su