Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 FIRMATO IL PROVVEDIMENTO CHE LIMITA LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI PESANTI PER L’ANNO 2015

Nei giorni scorsi è stato firmato il provvedimento in cui sono indicati, per l'anno 2015, i giorni di divieto alla circolazione stradale, fuori dai centri abitati, dei veicoli e dei complessi di veicoli per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate.

Il testo del decreto prefettizio è pubblicato sul sito internet della Prefettura, all’indirizzo www.prefettura.it/livorno , nella sezione Ordinanze e circolari del Codice della Strada.
Pubblicato il :

 Questionario sulla conoscenza e sull’utilizzo di sostanze stupefacenti distribuito a 197 allievi degli istituti superiori della provincia di Livorno

Il Nucleo Operativo Tossicodipendenze della Prefettura di Livorno ha istituito un apposito tavolo tecnico, con la partecipazione di esponenti delle Forze dell’Ordine, del Servizio Tossicodipendenze della locale A.S.L. 6 e dell’Ufficio scolastico provinciale, per avviare un progetto di ricerca sulla consapevolezza da parte dei più  giovani delle conseguenze legate al possesso e all’utilizzo di droghe.
Con il contributo di esperti di psicologia e statistica del mondo accademico e dell’Ordine degli Psicologi della Toscana, è stato pertanto messo a punto un questionario, composto da 37 domande, destinato alle scuole del territorio.
Il test verrà distribuito entro la fine dell’anno, in via sperimentale e in vista di una somministrazione più estesa, a 197 alunni delle classi III di alcuni istituti superiori, appartenenti a differenti indirizzi di studio (liceo classico, scientifico, istituti tecnici e professionali).
L’obiettivo a lungo termine, una volta raccolti ed elaborati i risultati, consiste nell’identificare precise aree di mancata o inesatta conoscenza della normativa antidroga nonché dei danni psichici e fisici legati al consumo di sostanze stupefacenti.
Ciò consentirà  di offrire un utile supporto per progettare, in prosieguo, incontri formativi il più possibile aderenti ai reali bisogni di informazione e discussione dei ragazzi, in un’ottica di prevenzione primaria, da sempre fondamentale in materia.

 
 
Pubblicato il :

 CONSEGNA DELLE ONORIFICENZE AL PALAZZO DEL GOVERNO

Questa mattina, nei saloni di rappresentanza del Palazzo del Governo, il Prefetto Tiziana Costantino ha consegnato le onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana", conferite il 2 giugno scorso dal Capo dello Stato a cittadini residenti in provincia, che si sono particolarmente distinti per l'impegno ed i risultati conseguiti in ambito professionale e sociale.
Nell'occasione il Prefetto ha formulato alle autorità civili, militari e religiose della provincia, presenti alla cerimonia, gli auguri per le prossime festività natalizie.

Questi i nomi degli insigniti:

CAVALIERE

• Signora Osmana BENETTI
• Signor Garibaldo BENIFEI
• Dottor Giamberto CASINI
• Vice Brigadiere Paolo GATTI
• Luogotenente Michele PARISI
• Signor Giancarlo PEDANI
• Capitano di Fregata Carlo SBRANA
• Luogotenente Massimo SCOLARI
• Capitano di Vascello Massimo SENO

 
 
 
Pubblicato il :

 Riunita in Prefettura la Conferenza Provinciale Permanente per l’analisi dei dati relativi agli incidenti nei luoghi di lavoro ed agli incidenti stradali dipendenti da eccesso di velocità

Il 10 dicembre scorso si sono svolte al Palazzo del Governo due riunioni della Conferenza provinciale permanente.
Nel corso del primo incontro, al quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco, i direttori dell’I.N.A.I.L. e dell’I.N.P.S., i rappresentanti della A.S.L. 6, della Direzione Territoriale del Lavoro e delle Autorità Portuali di Livorno e Piombino, sono stati esaminati i dati relativi agli incidenti nei luoghi di lavoro.
L’ I.N.A.I.L. ha illustrato i dati degli infortuni riferiti al periodo gennaio-novembre 2014, raffrontati con l’analogo periodo dell’anno precedente, evidenziando una riduzione del 10% . Il numero complessivo di incidenti rilevati nel corrente anno ammonta a 4.466 di cui 7 mortali (3 in itinere). Anche nel 2014 è proseguita l’efficace azione coordinata dall’istituto in sinergia con le aziende, per promuovere una sempre maggiore attenzione in favore della prevenzione antinfortunistica.
L’ I.N.P.S. ha evidenziato che l’attività ispettiva eseguita nel 2014 presso 391 aziende ha permesso di riscontrare state ispezionate una diminuzione delle irregolarità contestate: nel 2014 sono stati rilevati 845 lavoratori irregolari a fronte dei 953 del 2013 (- 11,3 %) , mentre i lavoratori in nero sono risultati 173 nel 2014 rispetto ai 190 del 2013 (- 8,9 %) .
La Direzione Territoriale del Lavoro , invece, ha reso noto che sono stati effettuati complessivamente 569 accessi nel 2014 rispetto ai 536 del 2013 (+ 6,1 %) , che hanno consentito di rilevare 305 lavoratori irregolari e 115 lavoratori in nero.
L’Azienda USL 6 ha successivamente riferito che i dati registrati dai Pronto Soccorso dei vari presidi ospedalieri hanno evidenziato la diminuzione degli incidenti sul lavoro, essendo stati 2706 del 2014 rispetto ai 3128 del 2013 (- 13,5 %) .
E’ stato sottolineato, inoltre, che già da alcuni anni si rileva una costante diminuzione del numero degli incidenti (4033 nel 2010, 3749 nel 2011, 3239 nel 2012, 3128 nel 2013 ed infine 2706 nel 2014), che in termini assoluti gli incidenti riguardano principalmente il sesso maschile (61,1%) e che gli infortuni in itinere sono stati 437 nel 2014 rispetto ai 483 del 2013 (- 9,5 %) .
Per quanto concerne l’ Autorità Portuale di Livorno , da un’analisi dei dati relativi agli incidenti sul lavoro verificatisi 2002 al 2013, emerge che - pur considerando una progressiva diminuzione sia degli occupati che delle ore lavorate - dopo un picco di 313 incidenti del 2006, gli infortuni sono costantemente calati fino ai 183 del 2013 , il dato più basso di tutto il periodo analizzato. Negli ultimi tre anni, in particolare, si è passati dai 246 incidenti del 2011, ai 215 del 2012 ed infine ai 183 del 2013. Il numero medio di incidenti registrati dal 2002 al 2013 è di 255 .
Il rappresentante dell’ Autorità Portuale di Piombino , infine, ha riferito che durante lo svolgimento delle operazioni portuali si sono verificati 5 infortuni nel 2014 rispetto ai 12 del 2013 (- 58,3 %) .
Nella successiva riunione, alla quale erano presenti i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della A.S.L. 6 e della Direzione Territoriale del Lavoro, sono stati esaminati i dati sugli incidenti stradali, con particolare riguardo a quelli dipendenti da eccesso di velocità.
La Sezione della Polizia Stradale di Livorno ha evidenziato che dal raffronto dei dati del 2014, rispetto a quelli del 2013, emerge che il numero di incidenti stradali è complessivamente diminuito, risultandone 261 nel 2014 rispetto ai 322 del 2013 (- 18,9 %) .
Dei 261 incidenti stradali registrati nel corrente anno, si rileva, in particolare, che 83 sono stati causati da velocità non sufficientemente moderata, 16 per guida in stato di ebrezza alcoolica, 6 per guida in stato di ebrezza dipendente da assunzione di sostanze stupefacenti, 17 per mancata precedenza.
Gli incidenti mortali del 2014 sono stati 7 con 8 persone decedute, mentre nel 2013 si sono verificati 7 incidenti mortali con 7 persone decedute.
            Si registra una diminuzione degli incidenti con lesioni , 132 nel 2014 rispetto ai 158 del 2013 (- 16,4 %) , così come è diminuito anche il numero di feriti , 182 nel 2014 rispetto ai 237 nel 2013 (- 23,2 %) .
Dai dati forniti dalla A.S.L. 6 di Livorno si rileva che il servizio di emergenza “118” è intervenuto nel 2014 per 1089 incidenti stradali rispetto ai 1210 del 2013 (-10 %).
In particolare sono stati effettuati:
-         Incidente d’auto : 313 interventi nel 2014 rispetto ai 329 del 2013 (-  4,8 %);
-         Incidente con bicicletta : 187 interventi nel 2014 rispetto ai 205 del 2013 (- 8,7%);
-         Incidente con mezzo pesante : 7 interventi nel 2014 rispetto a 16 del 2013 (-56,2%);
-         Incidente con moto : 472 interventi nel 2014 rispetto ai 532 del 2013 (- 11,2%);
-         Incidente con pedone : 2 interventi nel 2014 rispetto ai 6 del 2013 (- 66,6 %).
In totale gli eventi traumatici registrati sono stati 8400 nel 2014 a fronte dei 8555 del 2013 (- 1,8 %) .

Pubblicato il :

 Contrasto all’abusivismo commerciale e alla contraffazione. Riunito il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Nel pomeriggio di ieri si è tenuta al Palazzo del Governo una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per l’esame congiunto delle tematiche riguardanti l’abusivismo commerciale e la contraffazione.
All’incontro, presieduto dal Prefetto Tiziana Costantino, hanno partecipato i responsabili delle Forze dell’ordine, i Sindaci ed i Comandanti di tutte le Polizie Municipali ed i rappresentanti dell’Agenzia delle Dogane e della Confesercenti.
Il Prefetto Costantino, nell’evidenziare i brillanti risultati conseguiti nei mesi estivi, ha rappresentato l’esigenza – così come disposto dal Ministro dell’Interno – di continuare anche durante i restanti mesi dell’anno l’azione d’intensificazione per il contrasto alla contraffazione e al commercio abusivo.
Per individuare adeguate modalità operative attraverso l’elaborazione di condivise strategie di contrasto ai fenomeni in parola, il Prefetto ha proposto la sottoscrizione di appositi protocolli di intesa da parte di tutti gli enti interessati e l’istituzione di un tavolo tecnico al quale saranno presenti le Forze di polizia e le Polizie Municipali.
Tutti i partecipanti hanno accolto favorevolmente la proposta del Prefetto Costantino ed hanno assicurato che in occasione delle prossime festività natalizie verranno predisposti mirati servizi di controllo per contrastare la vendita di prodotti contraffatti, nell’interesse sia dei consumatori che degli esercenti commerciali.

Pubblicato il :

 Firma del protocollo per la prevenzione dell’usura e il sostegno delle vittime del racket, dell’estorsione e dell’usura

Questa mattina è stato firmato al Palazzo del Governo il Protocollo antiusura, elaborato sotto il coordinamento del Prefetto Tiziana Costantino quale utile strumento per la prevenzione del reato di usura e per l’allestimento di una rete di sostegno alle vittime del fenomeno criminoso.
Il documento è stato sottoscritto da tutti i principali soggetti che operano nello specifico contesto, dai delegati dell’ABI a quelli degli istituti di credito presenti in provincia, dai responsabili delle Forze dell’ordine ai rappresentanti di Confindustria, delle associazioni di categoria e di volontariato attive sul territorio.
L’accordo riveste particolare importanza in quanto non solo è volto a  rafforzare il rapporto tra società civile e sistema bancario, ma anche per la sua  applicabilità alla generalità dei cittadini, ovvero non solo a coloro che esercitano un'attività economica in forma autonoma, ma anche ai lavoratori dipendenti, ai pensionati ed alle famiglie in genere, sempre più spesso vittime del sovraindebitamento.
Il Protocollo prevede la costituzione di un Osservatorio teso a promuovere iniziative di informazione sull’utilizzo dei Fondi antiusura, a collaborare nelle azioni di contrasto della pubblicità ingannevole nonché ad incrementare l’attività di microcredito.
 
 
 
 
Pubblicato il :

 Firmato al Palazzo del Governo l’accordo per la vertenza Cooplat

Nel tardo pomeriggio di giovedì scorso è stato firmato al Palazzo del Governo l’accordo riguardante i dipendenti della Cooperativa Cooplat, che per conto di A.Am.P.S. - Azienda Ambientale Pubblici Servizi della città di Livorno - svolge il servizio di spazzamento strade nel capoluogo livornese.
La vertenza ha preso avvio nel mese di ottobre con la pubblicazione, da parte di A.Am.p.s., del nuovo bando di gara per lo spazzamento delle strade.
A seguito della pubblicazione del bando i dipendenti Cooplat hanno proclamato lo stato di agitazione, in quanto -  secondo quanto affermato dai rappresentanti sindacali - avrebbe determinato una possibile riduzione di personale, oltre a pesanti penalizzazioni economiche con l’applicazione del contratto Multiservizi in luogo di quello Fise Assoambiente.
Dopo una lunga trattativa che ha richiesto ben 5 incontri in Prefettura, nella giornata di ieri è stato firmato l’accordo tra tutte le parti interessate -  Comune di Livorno (ente proprietario al cento per cento di A.Am.P.S.), A.Am.P.S., società Cooperativa Cooplat ed organizzazioni Fp Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel - ed è stato revocato lo stato di agitazione dei lavoratori della cooperativa.
Al termine dell’incontro i rappresentanti sindacali hanno pubblicamente ringraziato il Prefetto Tiziana Costantino per l’incessante e fondamentale opera di mediazione, che ha consentito di raggiungere l’intesa salvaguardando gli attuali livelli occupazionali.

Pubblicato il :

 
Torna su