Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

NOTIZIE

 

 CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELL’INIZIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Nella giornata di ieri si sono svolte a Livorno le manifestazioni celebrative per il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale.
In base al programma, al mattino, presso il Cimitero Comunale “La Cigna” in Via don Aldo Mei, si è svolta una pubblica cerimonia al “Quadrato dei Francesi” per commemorare, attraverso i militari francesi inumati a Livorno durante la prima guerra mondiale, i soldati di tutte le nazionalità morti nel conflitto, presenti anche la Autorità Diplomatiche francesi.
Alle ore 18.00, nel Salone di rappresentanza della Prefettura di Livorno, dopo il saluto e l’intervento del Prefetto Tiziana Costantino, si è svolta una tavola rotonda sul tema “Dalle macerie della guerra alla possibilità di un’Europa unita e in pace” , con la partecipazione del prof. Gian Luca Fruci, Direttore dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, della prof.ssa Catia Sonetti, Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella provincia di Livorno (ISTORECO), e della prof.ssa Ilaria Pavan della Scuola Normale Superiore di Pisa. Alla tavola rotonda è seguita la proiezione di un’inserto tratto dal film “La Grande guerra” di Mario Monicelli.
Alle ore 21,30, infine, presso la locale Emeroteca della Biblioteca Labronica “F. D. Guerrazzi”, è stata inaugurata la mostra “Cento anni fa: la Grande guerra” con l’esposizione di quotidiani e periodici provenienti dal patrimonio dell’emeroteca comunale, pubblicati nel 1914 tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. L’inaugurazione è stata accompagnata da un intervento musicale a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni” di Livorno. La mostra rimarrà aperta sino al 4 agosto, in coincidenza con la locale manifestazione “Effetto Venezia”.
 
centenario_prima_guerra_mondiale_foto_1
 
 
 
 
Pubblicato il :

 CELEBRAZIONI PER IL CENTENARIO DELL’INIZIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

Il prossimo 28 luglio si svolgeranno a Livorno le manifestazioni celebrative per il centenario dell’inizio della Prima Guerra Mondiale.
Il programma delle iniziative prevede alle ore 9.00, presso il Cimitero Comunale “La Cigna” in Via don Aldo Mei, una pubblica cerimonia al “Quadrato dei Francesi” per commemorare, attraverso i militari francesi inumati a Livorno durante la prima guerra mondiale, i soldati di tutte le nazionalità morti nel conflitto.
Alle ore 18.00, nel Salone di rappresentanza della Prefettura di Livorno, si svolgerà una tavola rotonda sul tema “Dalle macerie della guerra alla possibilità di un’Europa unita e in pace” , con la partecipazione del prof. Gian Luca Fruci, Direttore dell’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, della prof.ssa Catia Sonetti, Direttore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella provincia di Livorno (ISTORECO), e della prof.ssa Ilaria Pavan della Scuola Normale Superiore di Pisa. All’apertura della tavola rotonda seguirà la proiezione di un’inserto scelto dal film “La Grande guerra” di Mario Monicelli.
Alle ore 21,30, infine, presso l’Emeroteca della Biblioteca Labronica “F. D. Guerrazzi” in Via del Toro n. 8, verrà inaugurata la mostra “Cento anni fa: la Grande guerra” nell’ambito della quale verranno esposti quotidiani e periodici provenienti dal patrimonio dell’emeroteca comunale, pubblicati nel 1914 tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. L’inaugurazione sarà accompagnata da un intervento musicale a cura del locale Istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni”. La mostra rimarrà aperta sino al 2 agosto, in coincidenza con la manifestazione “Effetto Venezia”.
Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.
Pubblicato il :

 TRANSITO MOTONAVE COSTA CONCORDIA

In relazione al trasporto del relitto della Motonave Costa Concordia che, proveniente dall’Isola del Giglio e diretta al porto di Genova, transiterà nelle acque territoriali di competenza di questa provincia, il Prefetto di Livorno ha disposto, a partire dalla prima mattina di domani e fino a cessate esigenze, l’attivazione della Sala di Protezione Civile al fine di predisporre tutte le attività necessarie ad assicurare le specifiche misure di vigilanza adottate anche a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.
La Sala operativa sarà immediatamente attivata dalle 7.30 di domani all’ingresso del convoglio nel tratto di mare di competenza di questa provincia e per tutta la durata del transito sarà garantita l’operatività dell’Unità di Crisi, costituita presso la predetta Sala, composta da rappresentanti della Prefettura, della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, del Comando delle Capitanerie di Porto di Livorno e Portoferraio, del Comando Reparto Operativo Aereonavale della Guardia di Finanza e del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.
Pubblicato il :

 Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di paesi terzi 2007/2013. Azione 9/UTG “Capacity Building” - approvato il progetto presentato dalla Prefettura di Livorno

Il Ministero Interno, in qualità di Autorità Responsabile del Fondo Europeo per l'Integrazione dei cittadini di Paesi terzi, ha approvato le proposte progettuali presentate dalle Prefetture a valere sul Fondo Europeo Integrazione cittadini paesi terzi ( F.E.I. ) per l’anno 2013.
Tra i progetti che hanno ottenuto il finanziamento figura anche il progetto “ Le strade dell’accoglienza: percorsi di comunicazione e mediazione nella provincia di Livorno” presentato da questa Prefettura.
Tale progetto, rivolto agli immigrati residenti in provincia, si propone di avviare, anche tramite apporti esterni (mediatori, esperti informatici, enti ed associazioni del territorio), un processo di riassestamento dei contesti strutturali e dei processi organizzativi in cui opera lo Sportello Unico per l’immigrazione ( S.U.I.) , in modo da potenziare la capacità di fornire servizi qualificati di orientamento e informazione a favore della popolazione immigrata.
In particolare si tratta di agevolare l’accesso fisico dell’utenza allo Sportello e facilitare la comunicazione telematica rispetto alle procedure gestite dal S.U.I., rendendo più efficiente il servizio reso, nella prospettiva di una riduzione dei tempi e dei costi di istruttoria delle pratiche, sia per la P.A. che per l’utente.
Il progetto contribuirà ad orientare i cittadini immigrati, sin dalla fase del loro primo ingresso in Italia, informandoli correttamente sulle regole e sui valori della “società di accoglienza”. Verrà elaborato materiale informativo utile anche per gli operatori di altri enti, il cui contenuto risulterà proficuamente spendibile anche successivamente alla conclusione del progetto.
E’ previsto inoltre il coinvolgimento attivo del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione che, nell’ambito della sua funzione di organo promotore delle esigenze della popolazione immigrata e portavoce delle opportunità offerte dal territorio locale nei confronti dei predetti cittadini extracomunitari, collaborerà alla realizzazione degli obiettivi del progetto ed alla diffusione dei risultati dello stesso.
Il progetto concorrerà a rafforzare la rete di governance mediante incontri programmati e confronti tra le diverse realtà rappresentate, migliorando l’organizzazione e la fruibilità dei servizi informativi a sostegno dell’immigrazione.
Pubblicato il :

 FONDO U.N.R.R.A. 2014

FONDI U.N.R.R.A. 2014 EMANATA DAL MINISTERO INTERNO LA DIRETTIVA PER L’ASSEGNAZIONE DI FONDI DESTINATI A SERVIZI DI ACCOGLIENZA ABITATIVA, ASSISTENZA AI SENZA FISSA DIMORA, DISTRIBUZIONE ALIMENTI, NONCHE’ INTERVENTI PER IL RECUPERO DI SIGGETTI CHE VERSANO IN CONDIZIONI DI DIPENDENZA DA SOSTANZE ALCOLICHE O STUPEFACENTI

Con Direttiva del Ministro dell’Interno del 14 maggio 2014, registrata alla Corte dei Conti il 30 maggio u.s., sono stati determinati per il corrente anno gli obiettivi generali per la gestione del Fondo U.N.R.R.A. , nell'ambito dei quali sono state individuate le priorità ed i criteri per l'assegnazione dei contributi, stimati in € 1.000.000,00.

I contributi sono destinati a programmi socio assistenziali aventi come destinatari soggetti che si trovano in condizioni di marginalità sociale ed in stato do bisogno, diretti a fornire:

  1. servizi di accoglienza abitativa, di assistenza ai senza fissa dimora, di distribuzione alimenti (Azione 1)
  2. interventi per il recupero di soggetti che versano in situazione di dipendenza da sostanze alcoliche e/o stupefacenti (Azione 2)
Le richieste di contributo possono essere avanzate sia da parte di enti pubblici che da organismi privati, laddove sussistano i requisiti richiesti ,utilizzando esclusivamente il portale https://fondounrra.dlci.interno.it Le domande possono essere presentate fino alle ore 12:00 del 7 agosto p.v.

Quest’Ufficio avrà il compito di esprimere il proprio parere sui progetti presentati attraverso apposita istruttoria che dovrà verificare la validità e la serietà dell’iniziativa proposta, anche in relazione alle concrete esigenze del territorio e alla corrispondenza ai programmi indicati nella Direttiva.

Per l’indicazione puntuale delle modalità e dei termini di presentazione della domanda, delle cause di inammissibilità, dei criteri di valutazione e delle procedure di rendicontazione dei progetti si rinvia alla circolare del Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione n. 6283 del 04/07/2014.che ,unitamente alla Direttiva del Ministro, al “manuale utente” e alle “linee guida per la rendicontazione” sono disponibili sul sito http://www.interno.gov.it – sezione “Bandi di gara” Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione
Pubblicato il :

 Riconoscimento procedure di mobilità ai lavoratori della De Tomaso Automobili - Nota della Prefettura

La Prefettura di Livorno, in merito al riconoscimento del trattamento di mobilità per i lavoratori della De Tomaso Automobili S.p.A. ex dipendenti della Delphi di Livorno, manifesta la propria soddisfazione per l’importante risultato raggiunto attraverso il coordinamento di tutte le Istituzioni provinciali interessate.
Infatti, a seguito della richiesta formulata a questa Prefettura dalle Organizzazioni Sindacali di categoria sin dal mese di settembre 2013 – approssimandosi la scadenza della CIGS per i predetti lavoratori – sono stati svolti numerosi incontri al Palazzo del Governo con l’I.N.P.S. e la Direzione Territoriale del Lavoro di Livorno ed esercitate tutte le attività in costante sinergia con i competenti uffici centrali, al fine di ottenere la concessione del predetto istituto integrativo, salvaguardando così la posizione dei lavoratori della De Tomaso Automobili S.p.A. ex dipendenti della Delphi di Livorno, collocati sin dal 2006 in cassa integrazione.

Pubblicato il :

 Limitazioni della circolazione dei mezzi pesanti su tratti della SS 1 Aurelia e della SR 206 Emilia nel periodo estivo

Il provvedimento, firmato dal prefetto Tiziana Costantino, sarà in vigore dal 14 luglio al 29 agosto, nella fascia oraria compresa tra le ore 07,00 e le ore 23,00

 

 Anche quest’anno, nel periodo di più intenso traffico legato all’esodo estivo, si è reso necessario limitare la circolazione dei mezzi pesanti nel territorio di questa provincia, prevedendone il dirottamento dalla viabilità ordinario all’autostrada A12.
Dal prossimo 14 luglio e fino al 29 agosto 2014, nella fascia oraria compresa tra le ore 07.00 e le ore 23.00, scatterà il divieto della circolazione dei mezzi pesanti in entrambi i sensi di marcia nord-sud sulla SS 1 Aurelia nel tratto compreso tra Stagno e Rosignano Marittimo e sulla SR 206 Emilia, nel tratto compreso tra Vicarello e la rotatoria in loc. Malandrone (Km.5+350).
Il provvedimento, firmato in data 2 luglio dal Prefetto Tiziana Costantino, prevede la deviazione del traffico degli autoveicoli a tre o più assi e comunque di massa superiore a 7,5 tonnellate sull’autostrada A12 nel tratto compreso tra il casello di Collesalvetti ed il casello di Rosignano M.mo, ovvero, alternativamente, la nuova barriera in località Malandrone.
Per venire incontro alle esigenze delle associazioni di categoria del settore autotrasporti, comprensibilmente preoccupate per il maggior costo cui per effetto del provvedimento prefettizio andranno inevitabilmente incontro le imprese interessate, anche quest’anno, come negli anni passati, verrà consentita la circolazione dei mezzi pesanti sulla SS 1 Aurelia e sulla SR 206 Emilia nella fascia oraria compresa tra le 23.00 e le 07.00.
Pubblicato il 08/07/2014
Ultima modifica il 08/07/2014 alle 09:38:47

 FOCUS AL PALAZZO DEL GOVERNO SUL RATING DI LEGALITA’ PER LE IMPRESE

Questa mattina il Prefetto Tiziana Costatino ha presieduto al Palazzo del Governo la riunione della Conferenza Provinciale Permanente, convocata per approfondire il tema del rating di legalità, introdotto dal c.d. decreto legge "Cresci Italia".
Scopo dell’iniziativa, divulgare la conoscenza delle agevolazioni alle quali possono accedere le imprese che soddisfano i requisiti del rating, individuati con regolamento dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato.
Hanno partecipato all’incontro i rappresentanti della Filiale di Livorno della Banca d’Italia, degli enti locali, degli uffici provinciali delle pubbliche amministrazioni e delle associazioni delle categorie imprenditoriali.
L’istituto del rating di legalità è uno degli strumenti introdotti dal legislatore per orientare l’attività di impresa a comportamenti sempre più ispirati al rispetto delle norme ed a principi etici, quale condizione indispensabile per elevare gli standard di sicurezza e di sana concorrenza nelle attività economiche, preservandole nel contempo dalle infiltrazioni criminali.
Tali comportamenti virtuosi si traducono in meccanismi premiali per le imprese in possesso del rating, quali l’agevolazione dell’accesso al credito ed ai finanziamenti erogati dalle pubbliche amministrazioni, nonché lo snellimento degli oneri burocratici connessi alle procedure di accesso ai finanziamenti stessi.
Le imprese che possono conseguire il rating (oltre ad avere sede operativa nel territorio nazionale, ad avere raggiunto un fatturato minimo di due milioni di euro e a risultare, alla data della richiesta del rating, iscritte nel registro delle imprese da almeno due anni) devono essere in possesso di alcuni requisiti collegati al rispetto delle norme in materia di antimafia, non devono aver commesso reati societari e non essere state condannate per illeciti antitrust gravi, per il mancato rispetto delle norme a tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, violazioni di obblighi retributivi, contributivi, assicurativi e fiscali nei confronti dei propri dipendenti e collaboratori.
I rappresentanti delle categorie imprenditoriali, nell'esprimere le proprie valutazioni per i sistemi di premialità collegati all'istituto in questione e per le prospettive di sostegno offerte alle imprese sane nella concessione dei finanziamenti, hanno ravvisato l'esigenza di ridurre la soglia dei 2 milioni di fatturato annuo prescritto dalla legge, consentendo così l'accesso al rating di legalità anche alle piccole e medie imprese.
Pubblicato il :

 BANDO DI GARA PER L’ACCOGLIENZA DI MIGRANTI SBARCATI SULLE COSTE ITALIANE

Al fine di fronteggiare l’afflusso di cittadini stranieri che sta interessando il territorio nazionale, questa Prefettura, in ottemperanza ad analoghe direttive impartite in proposito dal Ministero dell’Interno, ha avviato una procedura concorsuale finalizzata al reperimento di strutture che possano garantire un’adeguata accoglienza agli stranieri.
La partecipazione al bando di gara, il cui testo è consultabile sul sito istituzionale di questa Prefettura, è consentita, oltre che ad operatori del privato sociale di comprovata esperienza, anche a strutture alberghiere purché garantiscano i servizi necessari anche mediante la stipula di apposite convenzioni con enti e/o associazioni operanti nel settore dell’assistenza a cittadini immigrati.
 
Pubblicato il 01/07/2014
Ultima modifica il 01/07/2014 alle 17:15:50

 
Torna su