Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Livorno

Comunicati Stampa

 

 Palazzo del Governo -Visita del Console dell'Uruguay a Livorno

Questa mattina il Prefetto Gianfranco Tomao ha ricevuto al Palazzo del Governo, per una visita di cortesia, il dott. Silvio Fancellu, Console dell'Uruguay a Livorno da oltre 30 anni e rappresentante consolare con la maggiore anzianità di carica in Toscana.

Nel corso del cordiale colloquio sono stati richiamati i consolidati rapporti commerciali e culturali che legano la città di Livorno e l'Uruguay e sono stati discussi, in particolare, gli argomenti di comune interesse come l'imprenditorialità, l'attività del porto di Livorno e gli intensi scambi commerciali.

Nell'occasione il dott. Fancellu ha rammentato che la sede della rappresentanza consolare uruguayana - tra le sette operanti in Italia - è presente a Livorno da prima del 1850.

            Al termine dell'incontro è stato sottolineato il reciproco impegno per la più proficua collaborazione istituzionale e il Console Fancellu ha ringraziato il Prefetto Tomao per l'accoglienza ricevuta.

Pubblicato il :

 Nuovo vademecum per l'accesso al Fondo di Solidarietà delle vittime dell'usura e dell'estorsione

Il Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura ha richiamato l'attenzione sugli strumenti che lo Stato mette a disposizione in favore delle vittime dei reati di usura e di estorsione,  presentando la versione aggiornata del vademecum per l'accesso al Fondo di Solidarietà, istituito dal Ministero dell'Interno, in favore degli operatori economici che risultino parte offesa in procedimenti penali concernenti tali delitti.

Il documento contiene indicazioni utili per le vittime dei reati di usura e di estorsione che intendano accedere al fondo per ottenere, ancor prima della decisione dell'Autorità Giudiziaria, un'elargizione economica.

Nell'attuale contesto congiunturale, si rende necessario accrescere maggiormente la conoscenza delle misure a sostegno delle vittime per favorire le denunce e prevenire la contaminazione del tessuto sociale e produttivo del territorio da tali gravi fenomeni criminali .

Per approfondire maggiormente la conoscenza di tali misure si pubblica, di seguito,  il citato vademecum. E' possibile consultare le relative sezioni aggiornate, predisposte da questa Prefettura nella sezione "Come fare per".
Pubblicato il 26/11/2018
Ultima modifica il 26/11/2018 alle 16:41:30

 Finanziamenti per sistemi di videosorveglianza - Approvata la graduatoria finale - Tutti i progetti presentati dai Comuni della provincia di Livorno ammessi al finanziamento

Grande risultato per la provincia di Livorno: tutti i sette Comuni che hanno presentato i progetti per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza, dopo la sottoscrizione dei "Patti per la sicurezza urbana" con la Prefettura, sono stati ammessi al finanziamento in quanto risultati utilmente collocati in graduatoria. 

E' stata infatti approvata, con decreto del Ministro dell'Interno, la graduatoria definitiva delle richieste di finanziamento formulate dai comuni, ai sensi dell'art.5, comma 2 ter, del decreto legge 20 febbraio 2017, n.14 recante "Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città", convertito, con modificazioni, dalla legge 18 aprile 2017, n.48. 

Dalla graduatoria, pubblicata e consultabile sul sito della Polizia di Stato emerge che tutti i progetti presentati dai sette Comuni della provincia (Bibbona, Capoliveri, Campo nell'Elba, Marciana, Marciana Marina, Piombino e Rosignano Marittimo), sono risultati beneficiari del finanziamento che ha interessato, complessivamente, 428 comuni in tutta Italia, su 2426 che avevano presentato istanza di ammissione allo stesso. 

Viva soddisfazione al riguardo è stata espressa dal Prefetto Gianfranco Tomao che ha sottolineato come il risultato sia stato ottenuto grazie anche all'impegno del personale della Prefettura e all'ottima sinergia e collaborazione istituzionale instaurata con le Amministrazioni Locali nell'ottica del perseguimento del comune obiettivo della sicurezza. 

Il Prefetto ha, altresì, rappresentato che l'installazione dei nuovi impianti di videosorveglianza contribuirà sicuramente a garantire un innalzamento dei livelli di sicurezza nelle aree comunali direttamente interessate, individuate tra quelle maggiormente connotate da situazioni di degrado e di illegalità e, più in generale, a livello provinciale. 

Nei mesi di maggio e giugno il Prefetto e i Sindaci dei Comuni di Bibbona, Capoliveri, Campo nell'Elba, Marciana, Marciana Marina, Piombino e Rosignano Marittimo hanno sottoscritto i "Patti per l'attuazione della Sicurezza Urbana", finalizzati al rafforzamento delle azioni di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, e presupposto per la presentazione dei progetti per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza. 

I progetti redatti dai Comuni, approvati in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica e trasmessi da questa Prefettura al Ministero dell'Interno, corredati da una specifica e dettagliata relazione, sono risultati beneficiari del finanziamento, secondo l'ordine della graduatoria definitiva e fino a concorrenza della disponibilità delle risorse finanziarie previste.
Pubblicato il :

 
Torna su