Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lecco

Comunicati Stampa

 

 SOVRAFFOLLAMENTO IN MONTAGNA ALL'ATTENZIONE DEL COMITATO PROVINCIALE PER L'ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA

Sensibilizzazione delle polizie locali, coinvolgimento dei volontari di protezione civile e supporto delle Forze di polizia.

Queste, in sintesi, le decisioni assunte in seno al Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato ieri pomeriggio dal Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, per far sì che l'accesso alle località di montagna maggiormente attrattive della nostra provincia si svolga nel rispetto delle prescrizioni per il contenimento del contagio da coronavirus.

«E' fondamentale far presente, ancora una volta, in relazione all'emergenza sanitaria in atto, l'imprescindibile necessità di proseguire scrupolosamente nell'adozione di comportamenti appropriati e responsabili. Anche nelle località di montagna, la differenza la fanno prima di tutto i comportamenti di ciascuno di noi. E' pertanto fondamentale continuare a rispettare le distanze interpersonali, il divieto di sovraffollamento e le altre misure anticontagio».

Il dispositivo vedrà impegnate le Polizie municipali con l'ausilio del volontariato ed il supporto delle Forze di polizia per evitare congestioni del traffico ed assembramenti nei pressi delle funivie il cui accesso dovrà essere regolamentato secondo le capienze previste.

Le Forze di polizia opereranno nell'ambito del dispositivo collaudato di controllo del territorio, in ausilio, al profilarsi di eventuali criticità, alle Polizie municipali e agli addetti al controllo.

Le direttive impartite dal Prefetto De Rosa nella riunione del Comitato saranno dettagliate sul piano operativo dal Questore Alfredo D'Agostino nell'ambito di un tavolo tecnico in programma nel pomeriggio di oggi.

Per coniugare il legittimo desiderio di svago dei cittadini con l'irrinunciabile esigenza di tutela della salute pubblica si rende necessario un impianto caratterizzato da flessibilità e gradualità, che coinvolge tutti gli attori istituzionali, volontariato compreso .

Per evitare poi il ripetersi di episodi di congestione del traffico, il Capo Compartimento Anas per la Lombardia, ing. Prisco,  ha assicurato, come sollecitato dal Prefetto, lo smantellamento del cantiere lungo la SS36 a partire dal venerdì pomeriggio e fino alle 9:30 del lunedì, mentre durante la settimana, al fine di ridurre i disagi di quanti percorrono la predetta strada per ragioni di lavoro, ha disposto un restringimento dell'area di cantiere che possa consentire un più agevole deflusso del traffico veicolare. 

Al Comitato, oltre ai vertici provinciali delle Forze di polizia, hanno preso parte il Presidente della Provincia, il Vice sindaco di Lecco, i sindaci dei Comuni di Abbadia Lariana, Ballabio, Barzio, Casargo, Mandello, Margno, Moggio ed i comandanti delle polizie locali di Lecco e Moggio. 

Lecco, 19 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto
      (Nicoletti)

 


 

 

Pubblicato il
:

 INTERDETTA L'IMPRESA INDIVIDUALE MONTI AUTO DI MONTI DANILO

È stata adottata oggi dal Prefetto di Lecco Castrese De Rosa una nuova informazione antimafia, a carattere interdittivo, nei confronti dell'impresa individuale Monti Auto di Monti Danilo , con sede a Valmadrera, operante nel settore del commercio online delle autovetture.

Monti Danilo, attualmente ristretto in carcere, è risultato destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito della recente indagine Cardine -Metal Money , coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano e condotta da Questura e Guardia di Finanza di Lecco.

Monti Danilo, già strettamente legato alla famiglia dei TROVATO, nota per la sua affiliazione alla criminalità organizzata di matrice ' ndranghetista , viene considerato, nell'ambito della citata ordinanza, il punto di intersezione tra diverse cosche calabresi che, interagendo tra loro sul territorio della provincia di Lecco e in quelle limitrofe, evidenziano una comunione di interessi criminali.

Salgono così  a 13 le interdittive emesse dalla Prefettura di Lecco in meno di due anni, frutto di un intenso lavoro svolto dal Gruppo Interforze Antimafia, all'interno del quale operano Questura, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Direzione Investigativa Antimafia.

"L'attività di prevenzione amministrativa è fondamentale per contrastare le infiltrazioni della criminalità organizzata nel tessuto produttivo legale. Proseguiremo su questo fronte per tutelare, con tutti gli strumenti che l'ordinamento ci offre, l'economia di questo territorio" - ha commentato il Prefetto De Rosa.

Lecco, 17 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto
          Nicoletti

 

Pubblicato il
:

 SMANTELLAMENTO CANTIERE ANAS DAL POMERIGGIO DEL VENERDI'

Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa ha presieduto questo pomeriggio in Prefettura un tavolo tecnico per la risoluzione dell'incresciosa situazione di congestione del traffico automobilistico registratasi nella giornata di domenica lungo la Strada Statale 36.

All'incontro hanno preso parte i vertici provinciali delle Forze di polizia, il Comandante della Polizia Stradale - Sezione di Lecco, i rappresentanti di Provincia ed i responsabili di Anas.

Il Prefetto, espresso il proprio rammarico su quanto verificatosi domenica scorsa, da imputarsi prevalentemente alla presenza di un cantiere di manutenzione posto in prossimità dell'uscita per la SP72, ha invitato i responsabili di Anas ad individuare tempestivamente soluzioni tecniche che evitino per il futuro il ripetersi di situazioni di così intenso disagio per gli utenti della strada.

Anas ha garantito che, già a far data dal prossimo fine settimana, il suddetto cantiere sarà smobilitato nelle prime ore del pomeriggio del venerdì, in modo da assicurare l'ordinaria viabilità su entrambe le direzioni di marcia, per poi essere ripristinato nella mattinata del lunedì.

Il Prefetto ha chiesto altresì che analoghi interventi di smantellamento cantieri vengano effettuati anche durante le festività infrasettimanali durante le quali si registrano più intensi volumi di traffico.

 

Lecco, 16 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto
 (Marcella Nicoletti)

 
Pubblicato il
:

 Manifestazioni del Carnevale

Sono pervenuti numerosi quesiti aventi ad oggetto la possibilità o meno di svolgere manifestazioni, anche in forma statica, legate al Carnevale.

A riguardo, si fa presente che le suddette manifestazioni sono da ricondurre nell'ambito della disciplina di cui all'art. 1 comma 10 lett. n) del D.P.C.M. 14 gennaio 2021, ai sensi del quale sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.

Ne discende che è vietato organizzare le suddette manifestazioni, anche in forma statica.

 

Il Capo di Gabinetto

Nicoletti

Pubblicato il
:

 TRASPORTO STUDENTI: DAL 15 FEBBRAIO OPERATIVE LE CORSE AGGIUNTIVE SULLA TRATTA COLICO - LECCO SENZA ULTERIORI ESBORSI PER LE FAMIGLIE

Nel pomeriggio di ieri 10 febbraio, si è nuovamente riunito, presieduto dal Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, il Tavolo di coordinamento prefettizio per il raccordo degli orari scolastici e di quelli del servizio di trasporto pubblico locale. All'esame la risoluzione delle criticità riscontrate, rispetto all'orario di ingresso delle 9:40, per gli studenti provenienti dall'area dell'Alto Lago.

Le soluzioni individuate, operative dal prossimo 15 febbraio, prevedono i seguenti servizi aggiuntivi realizzati con autobus lungo la predetta direttrice:


a) 1 autobus con partenza da Colico e fermate unicamente a Dorio e Dervio ed arrivo a Lecco

(Colico ore   8:40 ; Dorio ore 8:51 ; Dervio ore   8:57 ; arrivo a Lecco alle ore   9:25 );

b) 1 autobus Bellano-Lecco ( Bellano ore 9:00 , arrivo a Lecco alle ore 9:25 );

c) 1 autobus Varenna-Lierna-Lecco ( Varenna ore 8:51 ; Liern a ore 9:03 , arrivo a Lecco alle ore 9:25) ;

d) 2 autobus Mandello-Lecco ( Mandello ore 9:05 ; arrivo a Lecco alle ore 9:20);

e) 1 autobus Abbadia-Lecco ( Abbadia ore 9:12 ; arrivo a Lecc o alle ore 9:20).

 

La soluzione individuata, frutto di uno sforzo corale e di un lavoro collettivo, ha il vantaggio di soddisfare le esigenze di tutti gli studenti della zona rivierasca e non comporta la necessità di acquistare un ulteriore abbonamento rispetto a quello ferroviario già pagato.

Si farà fronte ai costi necessari con le risorse messe a disposizione dal Governo per il potenziamento dei Trasporti in vista della ripresa delle attività didattiche.

" Non mi stancherò di ripetere che la ripresa della didattica in presenza dei nostri studenti, che in sé contiene molto di più del solo apprendimento, costituisce una priorità.

Ringrazio tutti i componenti del Tavolo per l'impegno responsabile nel ricercare ed individuare soluzioni di affinamento del sistema trasporto e continuiamo a lavorare anche sulla fascia oraria dell'uscita da scuola . Puntiamo tra una settimana a far rientrare in classe il 75% degli studenti " ha commentato il Prefetto.


 
 
 
Pubblicato il 11/02/2021
Ultima modifica il 11/02/2021 alle 12:03:40

 APPROVATO DAL PREFETTO DE ROSA L'AGGIORNAMENTO DEL PIANO GENERALE DI EMERGENZA PER LA GALLERIA FERROVIARIA "BEVERATE"

 

Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa ha approvato l'aggiornamento del Piano di Emergenza della galleria ferroviaria "Beverate" sita sulla tratta Monza - Calolziocorte (linea Milano-Lecco).

Il documento contempla possibili scenari emergenziali ai quali corrispondono specifiche misure operative per il raggiungimento tempestivo degli accessi, l'ingresso in galleria e l'evacuazione dei passeggeri.

Nell'ambito del Piano Generale di Emergenza sono, altresì, disciplinati:

  • il flusso e le modalità di comunicazione dell'evento da parte del gestore ai servizi pubblici di soccorso;
  • le modalità di attivazione del piano,
  • la costituzione di un posto di comando avanzato ove il Direttore Tecnico dei Soccorsi eserciterà la propria funzione di coordinamento del soccorso tecnico.
Il Piano di Emergenza esterno per la galleria Beverate è stato redatto dall'apposito Gruppo di Lavoro, coordinato dalla Prefettura di Lecco, composto dal Comando dei Vigili del Fuoco, da Rete Ferroviaria Italiana (R.F.I.), dall'A.R.E.U - Soccorso Sanitario, dalla Provincia e dai Comuni di Olgiate Molgora ed Airuno.

In particolare, l'aggiornamento è connesso alla correzione delle criticità emerse nel corso di una esercitazione per azioni con la simulazione di uno svio di alcuni convogli ferroviari all'interno della galleria di " Beverate " nel territorio del comune di Olgiate Molgora.

Il Prefetto De Rosa ha espresso il suo ringraziamento al gruppo di lavoro per l'attività svolta in un settore particolarmente sensibile e che richiede professionalità da parte di tutte le componenti tecniche.

Il piano aggiornato - edizione 2021 è consultabile sul sito istituzionale della Prefettura.

 

Lecco, 10 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto

Marcella Nicoletti

Pubblicato il
:

 L'APPREZZAMENTO DEL PREFETTO CASTRESE DE ROSA ALLA QUESTURA E AL COMANDO PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA

Il Prefetto Castrese De Rosa ha espresso al Questore di Lecco Alfredo D'Agostino e al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Paolo Cussotto grande apprezzamento per la brillante congiunta operazione, denominata "Cardine-Metalmoney", con la quale è stato inferto un duro colpo alla criminalità organizzata che opera in questo territorio, con ben 17 arresti eseguiti, in base ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Milano.

Si tratta dell'ennesima conferma della straordinaria professionalità, dello spirito di servizio e della capacità investigativa delle Forze dell'Ordine.

Il grande risultato conseguito testimonia la bontà del lavoro di coordinamento e di guida svolto dai Vertici delle Forze di polizia.

Tutto ciò risulta particolarmente gratificante per chi opera con notevoli sacrifici e impegno quotidiano, in un contesto oggettivamente complicato come quello lecchese, alle prese con una pervasività della criminalità organizzata che, in forme silenti, cerca di inquinare l'apparato legale, in ogni settore produttivo.

Il Prefetto, nel complimentarsi per la brillante operazione che esalta il lavoro di squadra e gli sforzi quotidiani del personale, dei funzionari e dei dirigenti, ha chiesto al Questore D'Agostino e al Colonnello Cussotto di estendere le espressioni di gratitudine ed apprezzamento a quanti hanno concorso, a vario titolo, al successo di questa operazione, facendo loro pervenire il suo sincero plauso e la riconoscenza in un momento particolarmente delicato contrassegnato dalla pandemia da Covid-19.

Lecco, 10 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto

Marcella Nicoletti
Pubblicato il
:

 Ratificato Accordo Voss Fluid

Ratificato in Prefettura l'Accordo Quadro raggiunto sulla vertenza Voss Fluid di Osnago, dopo circa due mesi di confronto tra Azienda, Sindacati ed Istituzioni locali con la mediazione del Prefetto di Lecco

E' stato ratificato questa mattina, davanti al Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, l'Accordo Quadro sottoscritto tra l'azienda Voss Fluid srl, la RSU e le OO.SS. Fim Cisl Monza Brianza Lecco e Fiom Cgil Lecco.

La vertenza era iniziata nel mese di dicembre, quando la Società Voss Fluid srl aveva manifestato la volontà di procedere alla chiusura dello stabilimento produttivo di Osnago (c.d. Osnago 1 ) e, quindi, al licenziamento collettivo dei 70 lavoratori, per ragioni di carattere economico, tecnico ed organizzativo.

In data 17 dicembre 2020 si era svolto presso la Prefettura di Lecco un incontro per scongiurare la chiusura del sito produttivo o quantomeno per ricollocare la maggior parte dei lavoratori. All'esito della predetta riunione il Prefetto De Rosa aveva invitato le parti a proseguire il confronto, al fine di evitare i licenziamenti e lo stato di agitazione del lavoratori che, per circa due mesi, hanno presidiato i cancelli dello stabilimento di Osnago, registrando la solidarietà unanime del territorio lecchese.

Finalmente, l'appello del Prefetto è stato accolto dalle Parti che, dopo diversi incontri di carattere interlocutorio, hanno sottoscritto l' Accordo Quadro che hanno ratificato questa mattina in Prefettura.

L'intesa raggiunta prevede in sintesi:

  • che nessun lavoratore venga licenziato;
  • l'applicazione della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria per Covid-19;
  • l'incentivazione all'esodo per i lavoratori che hanno raggiunto i requisiti per la pensione o trovato un'altra occupazione;
  • l'attivazione di tutti gli strumenti di ammortizzazione sociale e di politica attiva del lavoro, con possibilità di valutare iniziative di altri imprenditori interessati a progetti di reindustrializzazione o di assorbimento dei lavoratori;
  • rimozione del presidio permanente dei lavoratori.
" Credo che, con questo Accordo, si sia raggiunto il livello massimo di mediazione possibile. E' la conferma che quando le Parti, con il sostegno delle Istituzioni, lavorano con spirito costruttivo come comunità e non come somma di individui, è possibile gestire anche le vertenze più complesse, come questa della Voss che era nata, non dimentichiamolo, su posizioni apparse subito difficilmente componibili.

Con pazienza e ragionando con la logica della ricerca delle soluzioni possibili, è stata siglata un'intesa che soddisfa reciprocamente le Parti e alle quali va dato atto del massimo impegno profuso. " - ha commentato il Prefetto De Rosa.

 

Lecco, 8 febbraio 2021

Il Capo di Gabinetto

(Marcella Nicoletti)

 

 


 

Pubblicato il
:

 CONTROLLO DI VICINATO: PREFETTO E SINDACO DI OSNAGO FIRMANO IL PROTOCOLLO

Valorizzare il controllo sociale; incrementare il livello di consapevolezza dei cittadini circa le problematiche del territorio; promuovere sicurezza partecipata e vicinato solidale; favorire la coesione sociale.

Sono questi gli obiettivi strategici perseguiti con la sottoscrizione oggi in Prefettura a Lecco del Protocollo per il Controllo di Vicinato nel comune di Osnago, che si fonda su tre principi: la ricostruzione delle relazioni e dei legami che creano coesione sociale ed evitano l'isolamento delle persone, la formazione dei cittadini tesa a prevenire l'insorgenza di vulnerabilità ambientali e comportamentali e il coordinamento dei cittadini con le Forze di Polizia per promuovere segnalazioni qualificate ed efficaci.

"La sicurezza -ha ricordato il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa- nelle sue differenti accezioni di sicurezza pubblica, sicurezza urbana, sicurezza sociale, rientra tra le priorità istituzionali della Prefettura che la esercita -per i profili di competenza statale- attraverso l'azione di coordinamento propria del Prefetto, autorità provinciale di Pubblica Sicurezza; mentre è compito dei Sindaci assumere iniziative a livello locale per la prevenzione o il superamento di situazioni di degrado e disagio sociale che incidono sulla sicurezza, anche percepita, dei cittadini. La normativa vigente consente a Prefetto e Sindaci di individuare interventi per la sicurezza urbana per fornire ai cittadini risposte coerenti ed unitarie, mediante un rafforzamento del rapporto collaborativo tra Stato ed Autonomie locali, nel quadro della sicurezza integrata.

Il Sindaco del Comune di Osnago Paolo Brivio, nel sottolineare l'importanza della firma del documento pattizio, ha condiviso l'iniziativa della Prefettura di Lecco, a conferma della massima sinergia e collaborazione, ringraziando il Prefetto De Rosa per la sensibilità istituzionale e l'impegno profuso nella gestione della sicurezza.

La complessità dei problemi di governo del territorio richiede un nuovo modello gestionale in grado di affiancare, agli interventi delle Forze dell'ordine, iniziative da parte dei cittadini, ispirate ad un modello di osservazione-collaborazione.

Il Protocollo sottoscritto valorizza percorsi di cittadinanza attiva e di partecipazione diretta dei cittadini alla cura del proprio territorio per contribuire a prevenire qualsiasi forma di degrado urbano.

Con Osnago sono n. 18 i protocolli finora sottoscritti nella provincia di Lecco, altri si aggiungeranno nei prossimi giorni come sta emergendo negli incontri in videoconferenza che il Prefetto di Lecco sta tenendo con tutti i sindaci del territorio.

 

Lecco, 8 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto
  Marcella Nicoletti

 


 

Pubblicato il
:

 ATTRIBUZIONE AI COMUNI CON POPOLAZIONE INFERIORE A 1.000 ABITANTI DI CONTRIBUTI PER IL POTENZIAMENTO DI INVESTIMENTI PER LA MESSA IN SICUREZZA DI SCUOLE, STRADE, EDIFICI PUBBLICI E ALTRI INTERVENTI

Attribuzione ai comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti di contributi per il potenziamento di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l'abbattimento delle barriere architettoniche, nonché per gli interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, per l'anno 2021.

Si richiama l'attenzione sul decreto del Ministro dell'interno, recante "Attribuzione ai comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti di contributi per il potenziamento di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l'abbattimento delle barriere architettoniche, nonché per gli interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, per l'anno 2021", per un importo complessivo pari a 160.000.000 di euro.

Il provvedimento è previsto dall'articolo 30, comma 14-bis del decreto-legge 30 aprile 2019, n.34, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n.58, cosi come sostituito dall'articolo 51, comma 1, lettera a) del decreto-legge 14 agosto 2020, n.104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n.126.

Si ricorda che gli Enti beneficiari sono tenuti ad iniziare l'esecuzione dei lavori entro il 15 maggio 2021, a pena di decadenza e, nei casi di mancato rispetto dello stesso termine o di parziale utilizzo, verificati attraverso il sistema di monitoraggio delle opere pubbliche (MOP) della banca dati delle pubbliche amministrazioni (BDAP) è prevista la revoca del contributo, in tutto o in parte, con successivo decreto ministeriale .

Il decreto, con stralcio del relativo allegato A, è pubblicato in questo sito.
 
Il Vice Prefetto Vicario
         
(Motolese)
Pubblicato il 08/02/2021
Ultima modifica il 08/02/2021 alle 13:52:12

 PRESENTATA AL PREFETTO CASTRESE DE ROSA LA CAMPAGNA AIUTIAMOCI DELLA FONDAZIONE COMUNITARIA DEL LECCHESE

Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa ha ricevuto in Prefettura la professoressa Maria Grazia Nasazzi ed il signor Enrico Rossi, rispettivamente presidente e vicepresidente della Fondazione Comunitaria del Lecchese.

Nel corso dell'incontro, è stata illustrata la campagna del Fondo Aiutiamoci , concepito per far fronte all'emergenza sanitaria in atto ed alle correlate conseguenze economiche e sociali.

Nella prima fase dell'emergenza, temporalmente collocata tra marzo e giugno 2020, la predetta Campagna è stata orientata a sostenere i presidi ospedalieri di Lecco e Merate.

Con la campagna AIUTIAMOCI 2.0 (giugno - novembre 2020), la Fondazione ha scelto di supportare i servizi sociali ed educativi del territorio, cercando di veicolare il contributo delle comunità locali per contenere gli effetti che l'emergenza sanitaria stava generando sulle fasce più vulnerabili e sui minori.

Poiché il protrarsi dell'emergenza Covid ha accentuato le forme di disagio preesistenti facendo però emergere anche bisogni nuovi e inediti, con uno «scivolamento» nella povertà anche di fasce di popolazione che si pensavano tutelate, a dicembre scorso il Fondo Aiutiamoci si è posto l'obiettivo di contrastare la povertà educativa, abitativa, alimentare e la bassa intensità di lavoro.

A fine gennaio,  il Fondo ha raccolto 822.868 euro di donazioni dal territorio lecchese.

" Si tratta di un risultato importante raggiunto in soli due mesi di attività del Fondo, che testimonia la generosità della comunità lecchese ed il nobile spirito solidaristico che la anima. Ringrazio e mi complimento per l'opera che la Fondazione porta avanti perché nessuno deve essere lasciato solo. La solidarietà è il paradigma della responsabilità comunitaria " ha commentato il Prefetto De Rosa.

 

Lecco, 5 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto
  Marcella Nicoletti

 


 

Pubblicato il
:

 TRASPORTI SCOLASTICI- PROSEGUE L'ATTIVITA' DI MONITORAGGIO DEL TAVOLO PREFETTIZIO

Prosegue l'attività di monitoraggio del Tavolo di coordinamento prefettizio per il raccordo degli orari scolastici e di quelli del servizio di trasporto pubblico locale.

In un contesto di complessiva tenuta dell'articolato sistema, preminente attenzione è stata riservata negli ultimi incontri alla direttrice ferroviaria Colico -Lecco poiché le principali criticità sono state riscontrate rispetto all'orario di ingresso delle 9:40 per gli studenti che provengono dall'area dell'Alto Lago. E' in corso un celere approfondimento sul numero reale degli studenti che utilizzano le specifiche corse, quantificazione complicata dalla variabilità degli orari settimanali predisposti dagli istituti scolastici per garantire il 50% della didattica in presenza. Acquisiti gli esiti della verifica, che richiede anche la collaborazione delle famiglie, il competente ufficio regionale, in accordo con ATPL e Trenord, attiverà a stretto giro le necessarie corse aggiuntive di autobus.

Sono state altresì affrontate le criticità relative alle esigenze di trasporto degli studenti in arrivo a Calolziocorte da Lecco per le quali sono state proposte soluzioni viabilistiche che consentano la decongestione del traffico in area urbana e sono state introdotte delle corse aggiuntive relative all'orario delle 13.00.

Per l'istituto Villa Greppi di Monticello Brianza sono state attivate n. 2 corse aggiuntive rispetto all'orario delle 9.40 per gli studenti che provengono dai comuni di Nibionno e dalla provincia di Monza Brianza.

I Comuni di Lecco, Calolziocorte, Monticello Brianza e Valmadrera, presenti al tavolo, hanno confermato il complessivo funzionamento del sistema approntato.

" Tra qualche giorno torneremo a confrontarci sulle residue questioni ancora aperte e cominceremo a programmare un incremento della didattica in presenza che per ora resta al 50% ma che è intenzione di tutti implementare fino al 75% " ha commentato il Prefetto Castrese De Rosa.

Lecco, 2 febbraio 2021

Il Capo di Gabinetto

Marcella Nicoletti

Pubblicato il
:

 Incontro di mediazione ASST Lecco

Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa ha presieduto oggi in Prefettura un incontro di mediazione tra i rappresentanti dei lavoratori e l'azienda ospedaliera ASST di Lecco, per affrontare coralmente le lamentate criticità organizzative e gestionali presenti all'interno dell'azienda.

 

All'incontro hanno preso parte le segreterie di Cgil Fp, Cisl Fp, Uil, Nursing Up, Fsi, Usb, Nursind Rsu, la direzione generale dell'ASST di Lecco ed i Sindaci dei Comuni di Bellano, Lecco e Merate.

I rappresentanti dei lavoratori in particolare hanno rivendicato il mancato rispetto degli accordi raggiunti lo scorso 7 luglio con riferimento alla piena attuazione della legge n. 81/2008 e alla valorizzazione degli RLS; all'analisi del reale fabbisogno dell'organico per addivenire all'aumento del personale, nella cornice dell'invocata cura delle relazioni sindacali, ritenute carenti.

Attraverso lo svolgimento progressivo degli interventi svolti dai rappresentanti dei lavoratori e dall'azienda ospedaliera, da cui è emerso un unanime clima di disponibilità al dialogo e alla collaborazione, il Prefetto ha riunito un quadro informativo di sintesi sulle principali problematiche portate al tavolo.

Dopo aver acquisito consapevolezza dell'esistenza di elementi di contrasto tra le parti, consolidatisi nel tempo, il Prefetto ha concluso l'incontro con l'invito a riprendere le relazioni sindacali, fissando un nuovo incontro, già programmato per il prossimo 9 febbraio, al quale ne seguirà poi un altro in Prefettura.

" L'ASST rappresenta l'azienda più importante del territorio per numero di lavoratori e perché è preposta alla tutela di un bene fondamentale, quello della salute. Specie in una fase, quale quella emergenziale che ci attanaglia da ormai un anno, è dovere di tutti ricercare e raggiungere, se non soluzioni unanimi, quantomeno la massima condivisione possibile. Riconvocherò le parti a stretto giro per individuare soluzioni condivise che consentano di scongiurare azioni di sciopero "

Lecco, 1 febbraio 2021

 

Il Capo di Gabinetto

Marcella Nicoletti

Pubblicato il
:

 
Torna su