Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lecco

Rateazione sanzioni ingiunte con ordinanza per violazioni depenalizzate

Dirigente Dell'Area:Dott. Mariano SCAPOLATELLO
Email Dirigente Dell'Area: mariano.scapolatello(at)interno.it

Ufficio Ricorsi

Ricorsi per violazioni al Codice della Strada
Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: II piano
Email dell'ufficio:
Telefono:
Fax:
  • 0341279420 


L'art. 26 della legge 24 novembre 1981, n. 689 prevede la possibilità di concedere all'interessato che ne faccia richiesta e versi in condizioni economiche disagiate, il pagamento rateale della sanzione ingiunta con ordinanza.
Il predetto articolo ammette, infatti, previa istanza dell'interessato (vedi modello fac simile istanza di pagamento rateale ordinanza ingiunzione ), il frazionamento in rate mensili delle somme di cui l'autorità amministrativa ingiunge il pagamento con ordinanza conclusiva del procedimento sanzionatorio.
 
La domanda di pagamento rateale può essere trasmessa anche via fax al n. 0341/279420 oppure all'indirizzo di posta elettronica depenalizzazione.pref_lecco(at)interno.it o di posta elettronica certificata depenalizzazione.preflc(at)pec.interno.it   oppure consegnata a mano o a mezzo posta all'indirizzo di corso Promessi Sposi n. 36, cap 23900.
 
 
La sanzione pecuniaria può essere pagata in rate mensili da tre a trenta e ciascuna rata non può essere inferiore ad euro 15,00. In ogni momento, il debito può essere estinto mediante un unico pagamento. Decorso inutilmente, anche per una sola rata, il termine fissato per il pagamento, l'obbligato è tenuto a corrispondere il residuo ammontare della sanzione in un'unica soluzione.


Riferimenti normativi
Legge 24 novembre 1981, n. 689.
Decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (nuovo codice della strada).
 
 

Data pubblicazione il 18/07/2011
Ultima modifica il 12/06/2020 alle 18:43

 
Torna su