Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Lecce

NOTIZIE

 

 Premio Lauretano 2018 ... Regolamento per l'assegnazione del riconoscimento.

L'Associazione Arma Aeronautica, sezione "S. Ten. Pil. MOVM Fortunato Cesari" di Galatina, ha istituito un riconoscimento dedicato alla Madonna di Loreto, patrona degli Aviatori, denominato "Premio Lauretano" da devolvere ai cittadini residenti nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto che si sono distinti per impegno, spirito di sacrificio e coraggio a favore dei più deboli, dei bisognosi e delle persone in grave pericolo.

Il premio, costituito da una targa recante in bassorilievo l'icona della Madonna di Loreto, sarà conferito solennemente il 10 dicembre di ogni anno, data in cui ricorre la festività della Madonna di Loreto, nel corso di una manifestazione pubblica.

A tutti i candidati segnalati sarà consegnato un "Attestato di Riconoscenza".

Le candidature dovranno pervenire alla Segreteria della sezione di Galatina, in via Viola, 41, entro e non oltre il 30 settembre di ogni anno e le proposte saranno valide solo per l'anno in corso.

Si pubblica in allegato il Regolamento per l'assegnazione del Premio Lauretano.

 
Pubblicato il 21/06/2018
Ultima modifica il 22/06/2018 alle 08:49:13

 Patto per l'attuazione della sicurezza urbana e l'installazione di sistemi di videosorveglianza

Venerdì 15 giugno 2018 presso la Prefettura di Lecce, alla presenza di cinquantadue Sindaci della provincia, sono stati sottoscritti i Patti per l'attuazione della sicurezza urbana e l'installazione di sistemi di videosorveglianza, secondo le disposizioni impartite dal Decreto del Ministro dell'Interno del 31.1.2018.

I suddetti Patti definiscono concretamente gli interventi da mettere in campo incidendo su specifici contesti territoriali, anche attraverso l'installazione dei citati sistemi di videosorveglianza volti a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini e a contrastare ogni forma di illegalità.

La sottoscrizione dei suddetti Patti rappresenta, infatti,  l'atto preliminare alla presentazione dei progetti dei sistemi di videosorveglianza in questione ai fini dell'accesso al finanziamento, a valere sui "Fondi di riserva e speciali" dello stato di previsione del Ministero dell'Economia e delle Finanze, secondo le modalità indicate dal Decreto del Ministro dell'Interno, adottato ai sensi dell'art.5, comma 2-quater, del "decreto legge n.14 del 2017".

Pubblicato il :

 Action day contro i furti di metallo: un'azione coordinata in 12 Stati membri dell'Unione Europea

Action Day I l 30 maggio 2018 si è svolto l'action day contro i furti di metallo, durante il quale le Forze di Polizia e personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno operato sinergicamente, grazie anche al coordinamento, a livello locale, delle Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, per contrastare in maniera strutturata questo fenomeno criminale.

L'iniziativa, organizzata e coordinata, a livello nazionale, dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale, è stata svolta, contestualmente, in Italia e in altri 11 Paesi dell'Unione Europea (Belgio, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Regno Unito), ha interessato anche il territorio della provincia di Viterbo.

L'attività operativa è un chiaro monito per i criminali dediti al furto di metallo, in particolare del rame, e per alcuni operatori del settore che si imbattono, talvolta incautamente, in acquisti di metalli di dubbia provenienza.

L'operazione è stata proposta dall'Italia nell'ambito della Piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali e ha visto il coinvolgimento dell'Agenzia dell'Unione europea per la cooperazione nell'attività di contrasto (Europol) e dell'Agenzia dell'Unione europea per la formazione delle autorità di contrasto (Cepol).

Le Forze dell'ordine hanno effettuato controlli su tutto il nostro territorio  presso i commercianti di rottami, nei cantieri, lungo le strade di frontiera e le linee ferroviarie. Sono stati controllati anche numerosi soggetti sospettati di ricettazione.

Durante l'action day sono stati effettuati dalle Forze di Polizia controlli incrociati in tempo reale con le banche dati di Europol. Il riscontro investigativo rileva che il metallo rubato è spesso trasportato attraverso diversi confini e venduto come rottame,  lontano dalla scena del crimine.

In Italia hanno preso parte 10.427 operatori (suddivisi in 5.200 pattuglie) della Polizia di Stato, dell'Arma dei  Carabinieri e della Guardia di Finanza. Dai risultati, ancora parziali, emerge che sono state controllate più di 25.000 persone e circa 2.000 aziende per lo più operanti nel settore del riciclo dei metalli. Sono stati effettuati, inoltre, rilevanti sequestri di rame e di altri metalli (alluminio, ottone, ferro / acciaio, ecc.) di  illecita provenienza e di veicoli utilizzati per trasportare il materiale.

Inoltre, circa 100 funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno eseguito, presso diversi uffici doganali portuali e terrestri, 30 controlli sulle spedizioni internazionali che hanno interessato oltre 1.050.000 Kg. tra rottami e cascame di rame, ferro, acciaio, ottone e zinco.

I risultati complessivamente conseguiti dall'Italia e dagli altri 11 Stati europei saranno comunicati, non appena terminato il vaglio delle singole posizioni, con una successiva nota stampa.

Per maggiori approfondimenti sul fenomeno dei furti di rame in Italia e sull'attività dell'Osservatorio nazionale Furti di Rame, istituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rinvia al seguente link:


 

Pubblicato il :

 Estrazione dei nominativi dei Revisori dei Conti degli Enti Locali

Si rende noto che il giorno 13 giugno 2018 , alle ore 10.00, presso questa Prefettura, in seduta pubblica, si svolgeranno le operazioni di estrazione a sorte per il rinnovo dell'organo di revisione economico finanziaria del Comune di Surbo, richiesto dalla Commissione Straordinaria ai sensi dell'art. 143, comma 6, del D. Lgs. n. 267/2000.
I nominativi saranno estratti mediante procedura con modalità informatiche da un elenco di revisori dei conti a livello regionale, formato presso il Ministero dell'Interno.
Pubblicato il :

 Patti per l'attuazione della sicurezza urbana e installazione di sistemi di videosorveglianza

Mercoledì 6 giugno 2018 alle ore 10.30 presso la Prefettura di Lecce, alla presenza dei primi ventidue Sindaci della provincia che ad oggi hanno fornito la loro adesione, cui ne seguiranno ulteriori, saranno sottoscritti i Patti per l'attuazione della sicurezza urbana e l'installazione di sistemi di videosorveglianza, secondo le disposizioni impartite dal Decreto del Ministro dell'Interno del 31.1.2018.

I suddetti Patti definiscono concretamente gli interventi da mettere in campo incidendo su specifici contesti territoriali.

Tra gli obiettivi, prioritariamente perseguiti, si individuano la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, nonché la promozione del rispetto del decoro urbano, attraverso l'installazione dei citati sistemi di videosorveglianza volti a migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini e a contrastare ogni forma di illegalità.

La sottoscrizione dei suddetti Patti rappresenta l'atto preliminare alla presentazione dei progetti dei sistemi di videosorveglianza in questione ai fini dell'accesso al finanziamento previsto dal citato decreto ministeriale.

Pubblicato il :

 Lecce - Festa della Repubblica.... festa dei cittadini

Il 2 giugno - 72° Anniversario della Festa della Repubblica, dopo la cerimonia solenne presso Piazza d'Italia con gli onori ai Caduti e la deposizione della corona, la celebrazione è proseguita nel Teatro Apollo alla presenza dei cittadini, dei rappresentanti delle Istituzioni e dei Comuni, di numerosi studenti che hanno contribuito attivamente all'intera programmazione.
Infatti, già durante la Cerimonia dell'Alzabandiera e della deposizione di Corona l'Orchestra di Fiati del Conservatorio musicale "Tito Schipa" di Lecce, diretta dal maestro Francesco Mùolo, ha eseguito l'Inno Nazionale, la Parata degli Eroi e la canzone del Piave.
Al termine gli ospiti, le Autorità civili e militari presenti, i Sindaci con i Gonfaloni, hanno raggiunto il teatro Apollo accompagnando gli studenti e le Associazioni Combattentistiche e d'Arma nel "Corteo del Tricolore" che ha preso avvio dalla vicina Porta San Biagio.
Il corteo aperto dai ragazzi dell'Istituto Coreutico musicale "Giannelli" di Parabita e seguiti dagli studenti dell'Istituto Galilei Costa ha attraversato il centro storico coinvolgendo nell'allegria dell'evento tutti i cittadini.
Dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, il Prefetto ha ricordato il 70° della Costituzione con le parole di Calamandrei "dietro ogni articolo di questa Costituzione dovete vedere, giovani come voi, caduti combattendo oppure torturati nei campi di concentramento". Ha poi aggiunto un altro elemento essenziale per l'accrescimento della fiducia, vale a dire la capacità di ascolto e di dialogo e l'impegno comune per la soluzione delle delicate questioni occupazionali, per la quale dobbiamo creare condizioni propizie attraverso la lotta alla criminalità e alle prassi illegali.
Ha poi ringraziato gli studenti che hanno partecipato alla manifestazione con il loro lavoro ed i percorsi di legalità promossi dai docenti e Dirigenti scolastici. "La scuola è un luogo privilegiato per l'acquisizione della conoscenza e soprattutto per la crescita sana dei giovani", offrendo costanti stimoli per il rafforzamento dei valori fondanti la nostra democrazia e le libertà di ciascuno.
Le alunne Aminata Bathily e Anna Giulia Parlangeli dell'Istituto Comprensivo "Alighieri - Diaz" di Lecce classe IID hanno presentato il video "La Costituzione in radio" che ha vinto il concorso Nazionale "Parlawiki - Costruisci il Vocabolario della Democrazia", promosso dal MIUR in collaborazione con la Camera dei Deputati.
La scelta di un continuo dialogo con le realtà scolastiche e, attraverso i docenti, la scelta di coinvolgere gli studenti sui temi della democrazia e del rispetto dei diritti fondamentali del vivere civile, non potevano che avvicinare la manifestazione anche al "tema forte" della tutela di chi è più vulnerabile e quindi delle - spesso invisibili - vittime del bullismo.
I giovani studenti Mirko Cazzato e Francesca Laudisa della classe 3ª A dell'Istituto Galilei Costa che ha avviato da qualche anno il movimento "MABASTA" contro il bullismo, hanno illustrato le strategie di lotta al bullismo e gli sviluppi del progetto, noto anche in ambito internazionale.
Sul tema della responsabilità della scelta democratica, è intervenuto lo studente Nicolò Pica del 5° anno sezione C del Liceo Scientifico "Banzi Bazòli" di Lecce, il quale si è chiesto con quale sentire i nostri predecessori hanno vissuto la scelta tra Monarchia e Repubblica e ha concluso rivolgendosi ai coetanei e all'intera platea, con parole che ricordando i padri costituenti ed i tanti grandi della Democrazia, hanno emozionato i presenti "...abbiamo il dovere etico di essere forti e degni di quegli ideali... non ci possiamo permettere di essere indifferenti perché gli occhi del passato, ma soprattutto del futuro, sono puntati su di noi".
Nel corso della celebrazione sono state consegnate le Onorificenze al Merito della Repubblica conferite a 20 cittadini salentini che con il loro operato hanno dato lustro al nostro Paese e le Medaglie d'onore conferite, quale segno di gratitudine, a 11 cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra. Tra questi ultimi il signor Giovanni Gargiulo di 104 anni, prigioniero e internato, avendo scelto la prigionia anziché giurare per la Repubblica sociale, e il signor Rocco Surano di 95 anni, deportato in Germania da Fiume, costretto ai lavori forzati fino al maggio '45.
Il manifesto della giornata è stato realizzato dal Liceo Artistico "Ciardo - Pellegrino" di Lecce.
 
 
 
festa
 
festa
 
festa
 
Pubblicato il 02/06/2018
Ultima modifica il 02/06/2018 alle 14:28:46

 
Torna su