Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

NOTIZIE

 

 C.P.O.S.P. del 16.1.2014 - Prevenzione e contrasto dei reati predatori

Nella mattinata odierna si è svolta, presso questa Prefettura, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per una verifica congiunta dei dispositivi in atto relativi all’attività di prevenzione e contrasto dei reati predatori, alla luce anche delle direttive recentemente impartite in proposito dal Ministero dell’Interno.
Alla riunione, presieduta dal Prefetto, hanno partecipato il Questore, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Vice Comandante del Corpo Forestale dello Stato, l’Assessore alla Sicurezza Urbana e il Comandante della Polizia Municipale del Comune della Spezia e il rappresentante del Comune di Sarzana.
Nel corso dell’incontro – nel rilevare la complessità dell’azione di contrasto di tali fenomeni, trattandosi prevalentemente di reati la cui commissione non richiede particolare specializzazione e frequentemente perpetrati da persone non residenti in questo territorio provinciale -, è stata evidenziata la validità delle strategie definite in sede di C.P.O.S.P., basate sul costante monitoraggio di tali eventi delittuosi, sull’implementazione dello scambio informativo tra le forze di polizia, sull’analisi in tempo reale dei dati acquisiti, sull’intensificazione dell’attività di controllo del territorio, con la sistematica predisposizione di mirati posti di blocco lungo le arterie stradali, nonché sul potenziamento dell’attività investigativa.
In particolare, è stato preso atto con soddisfazione che, a seguito del potenziamento e della rimodulazione dei dispositivi operativi, sulla base delle intese assunte in sede di Comitato alla fine dello scorso mese di ottobre, sono stati conseguiti positivi risultati sotto il profilo dell’attività di contrasto degli eventi criminosi in parola, con lo svolgimento di alcune operazioni di polizia giudiziaria che hanno portato al fermo o all’arresto di autori di furti e rapine nel capoluogo e in provincia.
Da segnalare, in proposito, che nel mese di dicembre 2013 sono state denunciate sei persone, di cui 4 per furto aggravato e 2 per tentato furto, mentre nel corrente mese un’altra importante operazione di polizia giudiziaria ha portato all’arresto di tre persone per furto aggravato.
Per quanto riguarda le rapine in banca e negli esercizi commerciali l’incisiva azione repressiva delle forze di polizia ha portato all’arresto di tutti i responsabili degli episodi criminosi verificatisi nel 2013.
Nell’intento di potenziare ulteriormente l’azione di prevenzione e contrasto dei delitti in argomento, è stata condivisa, altresì, l’esigenza di un sempre maggiore coinvolgimento degli enti locali, delle realtà associative, degli operatori commerciali e dei soggetti privati per ogni utile sostegno e collaborazione con le forze di polizia, in un’ottica di sicurezza partecipata.
A tale riguardo, un contributo importante nell’attività di controllo del territorio potrà essere fornito dagli Istituti di vigilanza privata, attraverso la sottoscrizione di specifiche intese, che consentano di indirizzare tempestivamente verso le forze di polizia e le polizie municipali le notizie rilevanti acquisite dalle guardie particolari giurate nell’esercizio delle loro mansioni.
Tenuto conto dell’importanza dei sistemi di videosorveglianza ai fini dell’individuazione dei responsabili dei reati predatori, si è convenuto di proseguire nell’attività di ricognizione del posizionamento delle telecamere, ai fini della ricollocazione delle stesse nel caso in cui l’attuale ubicazione non sia ritenuta ottimale.
E’ stata sottolineata, infine, l’importanza di continuare l’azione di sensibilizzazione e di informazione nei confronti dei cittadini e, in particolare, degli operatori commerciali, sui comportamenti da tenere e le misure da adottare 7 al fine di ridurre i rischi di furti e rapine, di elevare gli standard di sicurezza dei pubblici esercizi e di fornire ogni utile informazione agli organi investigativi nell’immediatezza della commissione di tali reati
Pubblicato il :

 
Torna su