Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

Comunicati Stampa

 

 Rinnovo revisore unico dei conti del Comune di Maissana

Ai sensi del comma 3 dell’art.5 del regolamento adottato in attuazione dell’art.16, comma 25, del decreto legge n.138 del 2011, si comunica che il giorno 03 aprile p.v. alle ore 10,00 presso questa Prefettura verrà effettuata, in seduta pubblica alla presenza del Sig Prefetto o di un suo delegato, l’estrazione a sorte dall’elenco dei revisori dei conti del nominativo per il rinnovo del revisore unico del comune di Maissana.
Per eventuali informazioni rivolgersi al Dr. Francesco Pisani: 0187748483
Pubblicato il :

 Potenziati i controlli nel settore dell'autotrasporto

Concordato in Prefettura alla Spezia un programma di controlli sulle aziende dell’autotrasporto per contrastare l’abusivismo e assicurare il rispetto della normativa sui costi minimi di servizio e sui tempi di pagamento da parte delle ditte committenti.
L’intesa, che rafforza la collaborazione in atto tra Prefettura, Sezione Polizia Stradale, Direzione Territoriale del Lavoro, Agenzia delle Entrate, Comando Provinciale Guardia di Finanza, Provincia e Motorizzazione Civile, prevede un più tempestivo flusso di informazioni tra tutti gli Enti per individuare in tempi brevi le situazioni di maggiore criticità e adottare i provvedimenti sanzionatori di maggiore rigore che vanno dall’irrogazione di consistenti sanzioni pecuniarie nei confronti degli autotrasportatori e delle Ditte committenti, alla sospensione e revoca del titolo abilitativo.
Pubblicato il :

 Trasporto di sostanze fissili non irraggiate dal Porto Militare della Spezia.

La Prefettura della Spezia informa che nella notte tra il 3 e 4 marzo scorso il territorio della provincia è stato interessato da un trasporto stradale e marittimo di sostanze fissili non irraggiate per usi civili provenienti da un deposito nazionale.
 
Il trasporto - pianificato da alcuni mesi in ottemperanza agli impegni presi dall'Italia in occasione del vertice sulla sicurezza nucleare svoltosi a Seoul il 27 marzo 2012 - è stato effettuato dalla SOGIN, tramite un vettore autorizzato, ed il materiale è stato imbarcato, per ragioni di sicurezza, all’interno della base navale della Marina Militare, su una nave mercantile governativa di stato estero attrezzata per questo tipo di trasporto.
 
L’operazione è avvenuta nel totale rispetto della normativa nazionale ed internazionale in materia di sicurezza e protezione civile, in base ad un dispositivo che ha visto impiegate le Forze di Polizia, i Vigili del Fuoco, la Capitaneria di Porto e si è avvalso del concorso e dell’assistenza della Marina Militare.
ISPRA, organo competente del Ministero dell’Ambiente, presente con propri tecnici ha verificato il rispetto degli elevatissimi standard di sicurezza prescritti nelle autorizzazioni e nella pianificazione predisposta in via generale dalla Prefettura.

Le operazioni si sono svolte senza alcun evento anomalo.

Si precisa che gli obblighi di informazione secondo le prescrizioni del D.P.C.M. 10 febbraio 2006, par.5, vanno garantiti nei confronti della popolazione interessata soltanto nel caso di incidente durante il trasporto che comporti un’emergenza radiologica.
 
È destituita di fondamento la notizia che indicava la nave che ha effettuato il carico come di nazionalità russa.
Pubblicato il :

 Crisi economica e disagio sociale – Iniziative in corso.

Nella giornata di ieri, 3 marzo 2014, si è svolto in Prefettura un incontro per fare il punto sulle iniziative attivate in ambito socio-assistenziale per far fronte alle conseguenze della grave crisi economica e occupazionale.
 
Hanno partecipato l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune della Spezia, rappresentanti del Distretto Socio-sanitario n. 18, della Fondazione Carispezia e della Caritas e il Presidente dell’Ordine dei Commercialisti.
E’ stata confermata da parte del Comune la validità e l’efficacia dei progetti in corso a sostegno delle locazioni concordate e delle morosità incolpevoli e per contrastare i casi più acuti di disagio abitativo.
 
Nell’occasione è stato illustrato il progetto rivolto a lavoratori che non possono più beneficiare della CIG e dell’indennità di disoccupazione. Tramite bando verranno individuati i 30 partecipanti che verranno impiegati in un semestre mediante voucher orari in lavori di varia natura. Il progetto, finalizzato ad evitare la cronicizzazione dello stato di disoccupazione, prevede la stipula di un vero e proprio patto tra la persona e l’istituzione.
Per quanto riguarda il progetto di microcredito, attivato da Fondazione Carispezia e Caritas, alla data del 31 gennaio sono state accolte 14 richieste per un totale di circa 35.000 euro ed altre 4 sono in fase di erogazione.
 
Una risposta molto importante viene assicurata dal progetto Emporio della Solidarietà, in corso di attuazione con la collaborazione della Caritas e dei Distretti socio-sanitari: un supermercato dove persone sole e nuclei familiari in difficoltà provenienti da tutta la provincia possono reperire gratuitamente prodotti di prima necessità; a qualche mese dall’apertura sono state distribuite ben 224 cards.
Per il prossimo 8 marzo è prevista una raccolta di generi alimentari presso una serie di esercizi della grande distribuzione.
 
Nel corso della riunione è stata presentata l’iniziativa dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Spezia, che ha di recente aperto presso la propria sede uno sportello gratuito rivolto a soggetti economici non fallibili, di cui alla legge n. 3/2013, al quale possono accedere privati, piccoli imprenditori e artigiani, con problemi di sovraindebitamento, che non riescono a far fronte con regolarità alle proprie obbligazioni. Presso la sede della Caritas si svolgeranno i colloqui tra i Commercialisti e gli interessati all’iniziativa.
Per informazioni punto di contatto è la Segreteria dell’Ordine (tel. 0187/564032- segreteria(at)odceclaspezia.it ).
 
Il Prefetto dott. Giuseppe Forlani, nel prendere atto delle numerose e positive iniziative che si svolgono sul territorio provinciale, ha evidenziato che, nel perdurare della fase economica recessiva, ciò che viene richiesto in primis alle Istituzioni e agli altri enti attivi sul tema, è il rafforzamento delle reti territoriali di comunità - istituzioni, associazioni, singoli cittadini - per mettere a sistema e utilizzare in modo coordinato e sinergico le risorse disponibili in ambito sia nazionale sia europeo.
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su