Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

Comunicati Stampa

 

 Rapporto ai cittadini sull'attività svolta nell'anno 2013.

Lunedì 24 febbraio, il Prefetto della Spezia Giuseppe Forlani, ha presentato il quinto resoconto annuale delle principali attività svolte dalla Prefettura nel 2013nei diversi settori di competenza.

Il rapporto, rivolto principalmente ai cittadini, intende portare a conoscenza di tutte le attività svolte nello scorso anno, cogliendo l’occasione anche per fare un bilancio dei risultati raggiunti rispetto agli obiettivi prefissati.

Dal documento emerge l’impegno della Prefettura nel rafforzare la coesione sociale attraverso la costruzione di forti reti di cooperazione istituzionale e territoriale in grado di apportare risposte concrete ed efficaci alle necessità provocate dalla lunga crisi economica. I costanti rapporti con tutti gli Enti coinvolti, le parti sociali e le autorità politiche locali hanno consentito di monitorare tempestivamente molteplici situazioni e di condividere azioni comuni per il sostegno al reddito, l’accesso al credito, soluzioni abitative alternative in caso di sfratto.

Nel corso dell’anno, è stata posta particolare attenzione al tema dell’Amministrazione Digitale e all’attuazione della normativa in materia di “Amministrazione Trasparente”, che va intesa come accessibilità totale alle informazioni che riguardano l’organizzazione e le attività delle Pubbliche Amministrazioni, al fine di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull’operato delle istituzioni e sull’utilizzo delle risorse pubbliche.

E’ un contributo importante alla definizione di quei percorsi innovativi nell’erogazione di pubblici servizi che rivestono una grande importanza per lo sviluppo del sistema economico.

Sull’argomento sono stati coinvolti, al fine di promuovere una iniziativa destinata alla cittadinanza, anche gli studenti delle scuole superiori.

In particolare, gli Istituti scolastici “Einaudi-Chiodo” e Fossati-Da Passano” hanno avviato progetti formativi volti all’acquisizione di specifiche competenze sui temi dell’impresa e del lavoro. Tali progetti si concluderanno nel mese di maggio 2014 ed i partecipanti saranno coinvolti nella “Giornata della Trasparenza” con l’allestimento nel centro cittadino di una postazione informatica, con possibilità per i cittadine di “navigare” sui siti istituzionali, con l’assistenza di studenti-tutor per conoscere e valutare i servizi ed i contenuti offerti in rete dalle Amministrazioni Pubbliche.

Il rapporto è visionabile sul sito web della Prefettura www.prefettura.it/laspezia alla sezione “In evidenza”.

Pubblicato il :

 Messaggio di Allerta 1 idrogeologico relativo ai giorni 10 e 11 febbraio 2014

In riferimento al Messaggio di Allerta 1 emesso ieri, 9 febbraio 2014, dalla Regione Liguria, valido a partiredalle ore 09.00 di oggi, 10 febbraio 2014, fino alle ore 06.00 di domani, 11 febbraio, si è riunito presso la Prefettura il Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) presieduto dal Sig. Prefetto, al quale hanno partecipato gli organi del soccorso tecnico urgente e sanitario - Vigili del Fuoco e 118 - le Forze di Polizia, la Marina Militare, la Provincia, la Capitaneria di Porto, l’ANAS e la SALT.
Le maggiori criticità, anche in ragione del totale stato di saturazione dei versanti, si registrano ancora in ordine alla viabilità, in specie per frane e smottamenti che hanno interessato le sedi stradali.
  Con riguardo alla viabilità di competenza A.N.A.S., in particolare si rileva:
-         Strada Statale 1 “Aurelia” restringimento carreggiata al km. 436, tra Borghetto Vara e Padivarma .
  Sulla viabilità provinciale permangono le sottoindicate criticità:
-         chiusa la S.P. n. 54 di Maissana;
-         chiusa la S.P. n. 38, in loc. Trezzo, nel tratto dall’Aurelia all’abitato di Pignone;
-         chiusa la SP. n. 11 Tirolo - Bolano.
E’ stato pertanto confermato l’attento monitoraggio della rete stradale, in particolare nei siti già interessati da dissesti o da altre criticità nonché - secondo la già collaudata dislocazione delle pattuglie delle Forze di Polizia - il controllo e la vigilanza del territorio, soprattutto nella Val di Vara e negli abitati siti lungo l’asta del fiume Magra.
Alcuni comuni hanno attivato le proprie strutture di protezione civile e i presidi territoriali per la vigilanza sul territorio.
Attivata, fino a cessato allerta, la Sala Radio presso il Polo del Volontariato provinciale di Santo Stefano Magra.
In tale contesto, si invita la cittadinanza ad adottare comportamenti improntati alla prudenza, soprattutto nel percorrere ponti e tratti di strada che attraversano corsi d’acqua o dov’ è collocata segnaletica stradale di rischio caduta massi.
Pubblicato il :

 
Torna su