Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

Comunicati Stampa

 

 Emergenza meteo allerta 1 - Riunione del CCS

In relazione al messaggio di Allerta 1 idrogeologico emesso in data 23 dicembre 2013 dalla Regione Liguria e diramato agli enti interessati da questa Prefettura - valido a partire dalle ore 08.00 di domani, mercoledì 25 dicembre, e sino alle ore 12.00 del successivo giorno 26 dicembre - concernente la previsione di precipitazioni diffuse, con possibili temporali forti e quantitativi anche elevati, si è riunito alle ore 10.30 odierne, presso quest’Ufficio, presieduto dal Vice Prefetto Vicario, il Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.), al quale hanno partecipato gli organi del soccorso tecnico urgente - Vigili del Fuoco e 118 - le Forze di Polizia, la Marina Militare, la Provincia, la SALT e l’ANAS per la verifica del dispositivo operativo da attuare sul territorio provinciale.  
In particolare è stato disposto, secondo la già collaudata dislocazione delle pattuglie delle Forze di Polizia, il controllo e la vigilanza del territorio, con attenzione, in specie, alle condizioni della viabilità provinciale ed alle aree a maggior criticità, a pericolosità di frana e a rischio residuo, soprattutto nella Val di Vara e negli abitati siti lungo l’asta del fiume Magra.
Al riguardo, è stato previsto che gli Enti proprietari delle strade provvedano tempestivamente ad attivare i rispettivi presidi territoriali al fine di un costante monitoraggio della rete viaria di competenza, in particolare nei siti già interessati da dissesti o da altre criticità.   
I Comuni hanno preallertato le proprie strutture di protezione civile e predisposta la vigilanza sul territorio.  
Si raccomanda alla cittadinanza di seguire gli aggiornamenti sulle condizioni meteo che saranno diffusi da radio e televisioni, adottando comportamenti di autoprotezione, improntati alla prudenza, facendo particolare attenzione ai sottopassi viari.  
Informazioni potranno essere reperite anche presso i Comuni di rispettiva competenza.
Pubblicato il :

 Rinnovo revisore dei conti del Comune di Brugnato: esito estrazione

Il Decreto del Ministro dell'Interno del 15 febbraio 2012, n.23 ha istituito l'elenco dei revisori dei conti degli Enti locali. Le procedure di Istituzione di tale elenco sono state attribuite alla competenza del Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali ed alle Prefetture è stato affidato il procedimento di estrazione dei nominativi dei revisori mediante sistema informatico standardizzato reso disponibile dal Ministero dell'Interno. Con d.m. del 27 novembre 2012 è stato approvato l'elenco dei revisori dei conti degli Enti Locali e tale elenco è stato aggiornato con d.m. in data 28 febbraio 2013.
La Prefettura della Spezia, in seduta pubblica, in data 20 Dicembre 2013 ha proceduto all'estrazione, dall'elenco dei revisori, dei nominativi per la designazione alla nomina dell'organo di revisione del Comune di Brugnato scaduto in data 30 Novembre 2013.
Hanno seguito lo svolgimento della procedura la D.ssa Antonella Bernardini dirigente del Servizio di Contabilità e Gestione Finanziaria delegata dal Prefetto, il Dr. Francesco Pisani, in qualità di segretario verbalizzante, e il Sig. Daniele Colonnata presente alla seduta.
Si pubblica, di seguito, l'esito del procedimento di estrazione.
Pubblicato il 20/12/2013 ultima modifica il 20/12/2013 alle 11:18:40

 Flussi d'ingresso 2013 per lavoro non stagionale per lavoratori non comunitari. Le domande possono essere presentate dalle ore 9,00 del 20 dicembre 2013.

La Prefettura della Spezia comunica che è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 dicembre 2013 il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in data . 25 novembre 2013, (registrato alla Corte dei Conti il 13 dicembre 2013) concernente la programmazione dei flussi di ingresso per lavoratori non stagionali per l’ anno 2013 e, pertanto, dal 20 dicembre 2013 e per i successivi otto mesi possono essere inoltrate le relative domande, esclusivamente per via telematica, accedendo al sito:

https://nullaostalavoro.interno.it

In base al predetto decreto, la quota complessiva di 17.850 unità di lavoratori stranieri non comunitari ammesse in Italia è così ripartita:

- 3.000 quote per cittadini stranieri residenti all'estero che abbiano completato programmi di formazione e istruzione nei Paesi d'origine, ai sensi dell'art. 23 del decreto legislativo 286/1998;

- 200 quote per cittadini stranieri dei Paesi non comunitari partecipanti all'Esposizione Universale di Milano 2015, per esigenze di lavoro subordinato non stagionale;

- 100 quote per cittadini stranieri per motivi di lavoro subordinato non stagionale e per motivi di lavoro autonomo, riservate a lavoratori di origine italiana per parte di almeno uno dei genitori fino al terzo grado di linea diretta di ascendenza, residenti in Argentina, Uruguay,Venezuela e Brasile;

- 300 quote per cittadini stranieri che svolgano attività di lavoro autonomo riservate a cittadini stranieri residenti all'estero appartenenti a particolari categorie professionali.

    E’ stata, inoltre, autorizzata la conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato di :

- a) 4.000 permessi di soggiorno per lavoro stagionale;

- b) 6.000 permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale;

-c) 1.000permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati a cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell’Unione europea.           

Con lo stesso decreto è stata altresì autorizzata la conversione in permessi di soggiorno per lavoro autonomo di:

  a)     1.000 permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale;

b)     250 permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati a cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell’Unione europea.

Pubblicato il :

 Controlli nel comparto agroalimentare e della pesca

Nell’ambito delle iniziative promosse da questa Prefettura per il coordinamento delle attività di vigilanza e controllo del comparto agroalimentare e della pesca,- ai fini del contrasto delle contraffazioni e della tutela della qualità dei prodotti- nei giorni scorsi sono stati svolti controlli congiunti da parte delle Forze di Polizia, della Polizia Municipale della Spezia, della Capitaneria di Porto e dell’A.S.L., su automezzi adibiti al trasporto di prodotti alimentari.
Nell’ambito di tali verifiche sono stati controllati 25 autoveicoli, non rilevando violazioni della normativa di settore.
La pianificazione, definita in sede di tavolo di coordinamento, prevede lo svolgimento, a breve, di ulteriori, specifiche attività ispettive finalizzate alla repressione delle frodi alimentari.
Pubblicato il :

 Pianificazione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica in vista della festività natalizie

In data odierna si è svolta, presso questa Prefettura, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica al fine di pianificare i servizi di ordine e sicurezza pubblica in vista delle festività natalizie.
All’incontro, presieduto dal Prefetto, hanno partecipato il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, i Vice Comandanti Provinciali della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, l’Assessore alla Sicurezza Urbana e il Comandante della Polizia Municipale del Comune della Spezia.
Nel corso della riunione sono stati programmati i servizi di controllo del territorio, con particolare riferimento agli eventi che si svolgeranno in occasione delle festività di Capodanno, che, come di consueto, richiameranno un consistente numero di persone nel centro urbano della Spezia.
In proposito, è stata condivisa, tra l’altro, l’opportunità di adottare un provvedimento limitativo della vendita di bevande in contenitori atti ad offendere.
Nel corso della riunione il Prefetto ha dato atto alle Forze di Polizia del forte e costante impegno profuso nell’attività di prevenzione e contrasto dei furti in appartamento, attraverso lo svolgimento di frequenti e mirati servizi di controllo del territorio e l’intensificazione dell’attività investigativa, sulla base delle strategie definite in sede di C.P.O.S.P..
In vista delle festività natalizie, le Forze di Polizia hanno svolto, altresì, numerosi servizi di contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, anche nel settore alimentare.
E’ previsto lo svolgimento di ulteriori controlli nei prossimi giorni, in particolare nelle aree destinate allo svolgimento dei mercati.
Pubblicato il :

 Rinnovo revisore dei conti del Comune di Brugnato

Ai sensi del comma 3 dell’art.5 del regolamento adottato in attuazione dell’art.16, comma 25, del decreto legge n.138 del 2011, si comunica che il giorno 20 dicembre p.v. alle ore 10,00 presso questa Prefettura verrà effettuata, in seduta pubblica alla presenza del Sig Prefetto o di un suo delegato, l’estrazione a sorte dall’elenco dei revisori dei conti relativo agli Enti locali, del nominativo per il rinnovo del revisore unico del Comune di Brugnato

Per eventuali informazioni rivolgersi al Dr. Francesco Pisani: 0187748483

Pubblicato il :

 C.P.O.S.P. del 3 dicembre 2013. Prevenzione e contrasto del fenomeno dello sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Nei giorni scorsi si è svolta, presso questa Prefettura, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al fine di definire congiuntamente mirate strategie di prevenzione e contrasto del fenomeno dello sfruttamento e del favoreggiamento della prostituzione, sulla base delle direttive impartite in proposito dal Ministero dell’Interno.
All’incontro, presieduto dal Prefetto, hanno partecipato il Questore, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Rappresentante del Corpo Forestale dello Stato, il Vice Sindaco di Sarzana e i Comandanti delle Polizie Municipali della Spezia e Sarzana.
Alla riunione ha partecipato, altresì, su invito del Prefetto, il Procuratore della Repubblica.
Nel corso dell’incontro è stato preso atto che gli specifici servizi investigativi svolti dalla Forze di Polizia hanno evidenziato la presenza, in questa Provincia, di fenomeni di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, che viene esercitata sia in strada che in abitazione, prevalentemente da parte di straniere non residenti, provenienti dalle Provincie limitrofe.
In particolare, il Procuratore della Repubblica ha riferito che, nel corso del 2012 e 2013, sono state indagate per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione rispettivamente 43 e 22 persone.
Si è convenuto, pertanto, di intensificare l’attività di controllo del territorio mediante lo svolgimento di specifici e contestuali servizi delle Forze di Polizia, con il concorso delle Polizie Municipali, nelle aree del territorio provinciale nelle quali si rileva maggiormente la presenza di persone che si prostituiscono, al fine di procedere allo loro identificazione e agli eventuali, conseguenti provvedimenti amministrativi.
A tale riguardo, è stata sottolineata l’efficacia dei provvedimenti emessi dai Comuni di Sarzana e Ameglia, che hanno consentito di sanzionare, con l’irrogazione di pene pecuniarie, diversi clienti sorpresi dalle Forze di Polizia a contattare prestazioni sessuali a pagamento.
In relazione a tanto, è stato espresso parere favorevole alla proroga della specifica ordinanza adottata in proposito dal Comune di Sarzana, in attesa della modifica del regolamento di polizia urbana.
Per quanto riguarda, in particolare, il fenomeno del pendolarismo delle persone dedite alla prostituzione, è emersa la necessità di approfondimenti investigativi, volti a verificare se tale fenomeno non costituisca la manifestazione di più gravi reati, quali la tratta o la riduzione in schiavitù di esseri umani.
E’ stata, altresì, evidenziata l’importanza della collaborazione delle organizzazioni assistenziali, al fine di rendere più agevole l’emersione della prostituzione.
Si è stabilito, inoltre, di organizzare incontri con i rappresentanti delle associazioni, enti o altri organismi attivi nel campo del sostegno alle vittime e della loro integrazione sociale, con particolare riferimento ai minori e ai cittadini stranieri.
Nel corso della riunione è stata effettuata, altresì, una prima verifica degli specifici dispositivi, recentemente adottati in sede di C.P.O.S.P., al fine di potenziare ulteriormente l’attività di prevenzione e contrasto dei reati predatori e, in particolare, dei furti in abitazione.
In proposito, sono state espresse valutazioni ampiamente positive circa la validità delle misure adottate, che prevedono, fra l’altro, l’istituzione di posti di blocco congiunti delle Forze di Polizia lungo le strade di accesso ai centri abitati e ai quartieri maggiormente interessati dal fenomeno, nonché l’implementazione dello scambio informativo tra le Forze di Polizia nell’immediatezza degli eventi delittuosi, al fine del costante aggiornamento della mappatura del fenomeno e di orientare i massicci servizi di prevenzione e contrasto svolti nei Comuni della Spezia e Sarzana dalle Forze di Polizia territoriali con il concorso dei Reparti di rinforzo della Polizia di Stato provenienti da Genova, nonché i frequenti servizi straordinari svolti dall’Arma dei Carabinieri su tutto il territorio provinciale.
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su