Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

Comunicati Stampa

 

 Istituzione e aggiornamento degli elenchi dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa

Nella Gazzetta Ufficiale n. 164 del 15.7.2013 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 18.4.2013, che disciplina le modalità per l’istituzione e l’aggiornamento degli elenchi dei fornitori, dei prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativi di infiltrazione mafiosa, operanti nei settori maggiormente esposti a rischio, individuati dall’art. 1, commi 53 e 54, della legge n. 190 del 2012 (trasporto di materiale a discarica; trasporto e smaltimento di rifiuti; estrazione, fornitura e trasporto di terra e materiali inerti; fornitura e trasporto di calcestruzzo e di bitume; noli a freddo e a caldo di macchinari; fornitura di ferro lavorato; autotrasporti per conto di terzi; guardiania di cantieri). Il provvedimento – che entrerà in vigore il 14 agosto prossimo – prevede che l’iscrizione negli elenchi è volontaria ed è soggetta alle stesse condizioni previste per il rilascio delle informazioni antimafia (assenza di una delle cause di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art. 67 del Codice Antimafia; assenza di eventuali tentativi di infiltrazione mafiosa tendenti a condizionare le scelte e gli indirizzi dell’impresa, di cui all’art. 84, comma 3, del Codice Antimafia). Per essere inserite nell’elenco, le Aziende devono presentare, anche in via telematica, domanda alla Prefettura della Provincia in cui hanno sede, che, effettuate le necessarie verifiche sulla sussistenza dei requisiti sopra specificati, deve pronunciarsi entro 90 giorni. Per le aziende della Provincia della Spezia l’indirizzo è: antimafia.prefsp(at)pec.interno.it   L’iscrizione è, invece, disposta immediatamente qualora l’impresa sia già censita nella Banca Dati Nazionale Unica della documentazione antimafia e dalla consultazione della stessa non emergano motivi ostativi al rilascio delle informazioni antimafia. Le aziende iscritte sono tenute a comunicare, entro 30 giorni, qualsiasi modifica nell’assetto proprietario o nella composizione degli organi sociali. L’iscrizione nell’elenco ha validità annuale e, almeno 30 giorni prima di tale scadenza, l’impresa deve comunicare alla Prefettura l’interesse alla permanenza nell’elenco stesso. L’elenco, articolato in sezioni corrispondenti alle attività sopramenzionate, è pubblicato sul sito istituzionale di ciascuna Prefettura nella sezione “Amministrazione Trasparente” di cui all’art. 9 del Decreto Legislativo n. 33 del 2013. E’ importante sottolineare che l’iscrizione nell’elenco esonera le imprese dall’obbligo della richiesta della informazione antimafia. Per informazioni contattare l’ufficio antimafia di questa Prefettura (0187/748425).
Pubblicato il :

 
Torna su