Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

Comunicati Stampa

 

 Rinnovo collegio revisori dei conti di Provincia della Spezia e Comune della Spezia e del revisore unico del Comune di Zignago

Il Decreto del Ministro dell’Interno del 15 febbraio 2012, n.23 ha istituito l’elenco dei revisori dei conti degli Enti locali. Le procedure di Istituzione di tale elenco sono state attribuite alla competenza del Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali ed alle Prefetture è stato affidato il procedimento di estrazione dei nominativi dei revisori mediante sistema informatico standardizzato reso disponibile dal Ministero dell’Interno.
 
La data di effettivo avvio delle nuove modalità di scelta dei revisori degli Enti locali è stata fissata al 10 dicembre u.s.
 
La Prefettura della Spezia, prima fra le 4 Prefetture della Regione Liguria, il 20 dicembre , in seduta pubblica, ha proceduto alla estrazione dei Revisori della Provincia della Spezia, del Comune della Spezia e del Comune di Zignago i cui organi di revisione sono ormai prossimi a scadenza.
 
Hanno seguito lo svolgimento delle procedure di estrazione Il Sig. Prefetto della Spezia, Giuseppe Forlani, il Commissario della Provincia della Spezia Marino Fiasella, Il Dr. Pierluigi Fusoni delegato dal Sindaco del comune della Spezia e la Dott.ssa Cereghino Sara delegata dal sindaco di Zignago. Erano altresì presenti in tale sede dirigenti e funzionari della Prefettura oltre che il rappresentante locale dell’ANCREL Giampiero Conti.
 
Si pubblica, di seguito, l'esito del procedimento di estrazione degli enti interessati:
Pubblicato il 21/12/2012 ultima modifica il 21/12/2012 alle 10:27:24

 Rinnovo collegio revisori dei conti di Provincia della Spezia e Comune della Spezia e del revisore unico del Comune di Zignago

Ai sensi del comma 3 dell’art.5 del regolamento adottato in attuazione dell’art.16, comma 25, del decreto legge n.138 del 2011, si comunica che il giorno 20 dicembre p.v. dalle ore 11,00 presso i questa Prefettura verrà effettuata, in seduta pubblica alla presenza del Sig Prefetto o di un suo delegato, l’estrazione a sorte dall’elenco dei revisori dei conti relativo agli Enti locali, dei nominativi per il rinnovo del collegio dei revisori dei seguenti Enti:
  • Provincia della Spezia    (ore 11,00)
  • Comune della Spezia      (ore 11,45)
  • Comune di Zignago         (ore 12,15)
Per eventuali informazioni rivolgersi al Dr. Francesco Pisani: 0187748483
Pubblicato il :

 Iniziative di prevenzione antimafia per il settore della cantieristica navale.

Nell’ambito delle iniziative finalizzate alla prevenzione delle infiltrazioni della criminalità organizzata nel tessuto economico, si è svolta, in data odierna, presieduta dal Prefetto, una riunione con le aziende della cantieristica navale, al fine di concordare le iniziative necessarie per dare attuazione, nell’ambito di tale comparto produttivo, al protocollo di legalità stipulato in data 20.12.2011 con Confindustria La Spezia.
 
L’iniziativa è stata promossa dal Prefetto in considerazione del ruolo strategico svolto nel contesto economico provinciale dalla cantieristica, per il fatturato, il numero degli occupati e la presenza di importanti aziende che costruiscono unità navali su commesse del Ministero della Difesa e di altre pubbliche amministrazioni.
 
All’incontro hanno partecipato il Questore, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, il Direttore Generale di Confindustria La Spezia e i rappresentanti della Aziende Navalmare S.r.l., Fincantieri, Cantieri San Marco, Cantiere Valdettaro, Cantiere Picchiotti e Baglietto S.p.A..
 
Nel corso della riunione i rappresentanti delle Aziende hanno espresso la propria adesione al suddetto protocollo di legalità, che sarà formalizzata nei prossimi giorni attraverso la sottoscrizione di un’apposita dichiarazione di adesione.
 
Si è convenuto, altresì, che l’Intesa sarà illustrata ai partecipanti all’Assemblea di Navalmeccanica che si svolgerà nei prossimi giorni, al fine di favorire l’adesione di altre Aziende.
 
Si è stabilito, infine, di istituire, a breve, la Commissione per la legalità prevista dall’Accordo, che dovrà proporre le azioni più opportune per la progressiva attuazione dei principi, regole e procedure contenute nel Protocollo, in relazione alla specificità della struttura socio-economica e del tessuto industriale di questa Provincia, nell’intento di elaborare degli indicatori di rischio che consentano di orientare l’attività di prevenzione verso settori maggiormente esposti ai tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata.
 
Pubblicato il :

 Furti in appartamento in Val di Magra. Riunione del C.P.O.S.P.

In data odierna, presieduta dal Prefetto, si è svolta una riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per esaminare il problema dei furti in appartamento nei Comuni della Val di Magra.
A ll’incontro hanno partecipato il Questore, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, il Sindaco e il Comandante della Polizia Municipale di Castelnuovo Magra, l’Assessore al Territorio e alla tutela ambientale del Comune di Sarzana, il Vice Sindaco e il Comandante della Polizia Municipale di Santo Stefano Magra e l’Assessore alla Protezione Civile del Comune di Ortonovo.
 
Nel corso dell’incontro, nel dare atto che il fenomeno registra da tempo un significativo incremento, sono state condivise le articolate strategie di prevenzione e contrasto messe in atto sulla base delle intese assunte in sede di C.P.O.S.P., che prevedono, oltre al costante monitoraggio attraverso l’analisi periodica dei dati statistici rilevati, l’effettuazione di frequenti, mirati servizi di controllo del territorio soprattutto nelle zone in cui si registra una maggiore incidenza dei reati predatori, con l’impiego di pattuglie sia in uniforme che in borghese.
 
Il dispositivo pianificato in sede di C.P.O.S.P. prevede altresì l’intervento del personale della Polizia Scientifica nel luogo dell’evento al fine di acquisire ogni utile elemento sotto il profilo investigativo.
 
Al riguardo è stata sottolineata, altresì, l’importanza del concorso della polizia municipale nei servizi di controllo del territorio e dell’attività di comunicazione delle Amministrazioni comunali, al fine di sensibilizzare i cittadini sulla necessità di presentare denuncia nell’immediatezza dell’evento e di informarli sui comportamenti e le misure di auto protezione che possono ridurre i rischi di subire i furti.
 
Il Questore ha assicurato, inoltre, che in vista delle festività natalizie sarà mantenuto alto il livello di attenzione sul fenomeno, utilizzando dei reparti di rinforzo messi a disposizione dal Ministero dell’Interno per intensificare i servizi di prevenzione nei Comuni in cui si registrano situazioni di particolare criticità.
 
Pubblicato il :

 Incontro sullo stato della situazione delle dipendenze nella provincia della Spezia.

Nella giornata di ieri, 10 dicembre, si è tenuto, presso la Prefettura, un incontro sulla tematica delle dipendenze, stabilito d’intesa con la locale Procura, in considerazione della particolare rilevanza che il tema riveste anche in questa provincia, per verificare insieme alle istituzioni ed enti competenti, lo stato della situazione.

 
All’incontro, presieduto dal Prefetto, hanno partecipato il Procuratore della Repubblica e rappresentanti del Comune capoluogo, del Dipartimento delle dipendenze dell’A.S.L., dei Distretti socio-sanitari, delle forze di polizia e delle strutture private di cura e riabilitazione.
Gli interventi hanno evidenziato che il fenomeno delle dipendenze (droga, alcool, ludopatie) che dai dati dell’A.S.L. e del Nucleo Operativo per le Tossicodipendenze presso la Prefettura risulta significativo, è aggravato anche dall’attuale situazione di crisi economica e che la rete presente sul territorio, pur tenuto conto delle diminuite risorse, opera in maniera integrata e sinergica.
Numerose sono le iniziative in atto per prevenire il fenomeno. In particolare l’A.S.L. ha in corso di attuazione progetti diretti soprattutto ai giovani, finalizzati a individuare precocemente i segnali di rischio di dipendenza, attraverso contatti con le scuole e con le famiglie. Altri progetti prevedono una adeguata formazione degli insegnanti e il potenziamento dei centri di consulenza psicologica presso le scuole.
 
E’ stata anche messa in rilievo l’importanza di campagne di informazione sui comportamenti a rischio, che devono essere accompagnate da azioni di sostegno da parte dei servizi competenti.

 
Tra le iniziative di prevenzione al fenomeno delle dipendenze, si evidenzia l’attività del N.O.T. rivolta in modo particolare alla popolazione giovanile immigrata all’interno del Tavolo tecnico istituzionale per l’integrazione dei minori stranieri, coordinato dalla Prefettura, a cui partecipano la Provincia, il Comune capoluogo, i tre Distretti socio-sanitari, la A.S.L. n.5, i rappresentanti degli istituti scolastici di ogni ordine e grado e un rappresentante dell’Ufficio Scolastico Provinciale.
E’ nato in quest’ambito un progetto relativo ai minori stranieri ricongiunti, che ha dato buoni risultati in tema di prevenzione del disagio a sostegno dei nuclei familiari che presentano istanza per ricongiungere minori. Tra i circa 100 minori stranieri seguiti annualmente con colloqui individuali, non si sono riscontrati casi di dispersione scolastica né segnalazioni per possesso di sostanze stupefacenti.

 
A seguito dell’incontro è emersa la volontà di istituire tra i presenti un osservatorio sullo stato delle dipendenze ai fini di un periodico aggiornamento della situazione, di monitorare l’andamento dei fenomeni socio-sanitari correlati e di valutare le iniziative di contrasto alla diffusione delle dipendenze.
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su