Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo della Spezia

Prevenzione truffe di natura finanziaria

Come previsto dal "Protocollo d'intesa per la prevenzione delle truffe, in particolare di natura finanziaria agli anziani e alle persone dotate di bassa educazione finanziaria", sottoscritto il 3 maggio 2016 dal Ministro dell'Interno e dal Presidente dell'Associazione Bancaria Italiana (A.B.I.), è stato istituito presso questa Prefettura il Comitato di Coordinamento per prevenire le truffe finanziare.
Sono membri del Comitato:
  • Il Prefetto, con funzioni di presidente e coordinatore;
  • il rappresentante designato dall'ABI
  • i rappresentanti delle Forze dell'Ordine.
Il Prefetto può integrare il Comitato con esponenti delle associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative e, in relazione alle questioni trattate nelle singole riunioni, valuta la possibilità di convocare esponenti istituzionali competenti in materie di politiche sociali e appartenenti alle istituzioni scolastiche.
Con l'obiettivo di creare una forte sinergia tra Prefettura, banche e Forze dell'Ordine per prevenire il fenomeno delle truffe nella provincia della Spezia, in particolare quelle di natura finanziaria ai danni degli anziani e di quanti sul territorio hanno una scarsa educazione finanziaria, si è riunito il 15 novembre 2016 il Comitato di coordinamento per prevenire le truffe finanziarie, presieduto dal Vice Prefetto Vicario, con la partecipazione dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine e del Segretario della Commissione Regionale ABI Liguria.
Nel corso dell'incontro è stata condivisa l'esigenza da parte di tutte le componenti di continuare a porre in essere una serie di iniziative, sotto il profilo dell'informazione e della prevenzione, di grande rilevanza sociale per il territorio, al fine di fornire una facile, accessibile e sempre aggiornata "guida" alle persone meno esperte in materia finanziaria, con consigli, precauzioni, suggerimenti e numeri utili in caso di necessità.
Verranno inoltre programmati incontri con il personale delle agenzie bancarie, coinvolgendo anche i referenti delle filiali di Poste italiane, con l'obiettivo di ridurre gli elementi di vulnerabilità alle truffe ed ai comportamenti economicamente rischiosi.
 
Numeri di soccorso: 112 - 113 - 117

Ultima modifica il 05/01/2017 alle 10:40

 
Torna su