Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Isernia

NOTIZIE

 

 Calendario festività ortodosse

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 296 del 21 dicembre 2018, serie generale, alla pagina 63, è stato pubblicato il comunicato del Ministero dell'Interno relativo al calendario delle festività della Sacra Arcidiocesi ortodossa d'Italia ed Esarcato per l'Europa Meridionale.

  http://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2018/12/21/296/sg/pdf
 
Pubblicato il :

 Viadotto 'Sente": presentato in Prefettura il progetto per la messa in sicurezza

Nella giornata di ieri si è svolta, presso il Palazzo di Governo, presieduta dal Prefetto Guercio, una nuova riunione per l'analisi del cronoprogramma degli interventi da effettuare per il ripristino delle condizioni di sicurezza del viadotto "Sente",  attualmente chiuso al transito a seguito dell'adozione, da parte della Provincia di Isernia, di un'apposita ordinanza interdittiva del traffico, veicolare e pedonale.

Nel corso dell'incontro, cui era presente il Presidente della Provincia di Isernia, Lorenzo Coia, accompagnato dai tecnici dell'Ente e dai progettisti incaricati, è stata presentata la progettazione dell'opera, che prevede il ripristino delle condizioni di sicurezza mediante la restituzione di idonee superfici di appoggio delle travi poggianti sulla pila tra la quarta e la quinta campata, interessata da una traslazione che, attualmente, compromette la staticità del viadotto.

Alla predetta progettazione seguirà la relativa gara pubblica per l'affidamento dei lavori, all'esito della quale, sarà possibile, presumibilmente entro un anno e mezzo, riaprire il viadotto alla circolazione.

I predetti, conseguenti, adempimenti saranno posti in essere dalla Provincia di Isernia, quando sarà reso disponibile lo stanziamento di 2 MLN di Euro, previsto nel D.L. nr. 109/2018 all'art. 40 bis e proveniente da un fondo speciale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, sufficiente ad eseguire i predetti lavori di adeguamento strutturale.

Per quanto concerne, invece, le attuali condizioni del viadotto, giova precisare, anche in considerazione delle numerose petizioni, pervenute e divulgate anche dagli organi di stampa, che richiedono l'immediata riapertura, che il ponte versa in condizioni statiche estremamente precarie, in particolare negli appoggi sostenuti dalla pila presente tra la quarta e la quinta campata.

La pila a sostegno di tali appoggi ha subito, secondo quanto emerge dalle relazioni tecniche,  una evidente traslazione, quasi sicuramente a seguito di fenomeni franosi che hanno interessato il terreno in sedime. La traslazione ha comportato un analogo movimento anche degli appoggi degli impalcati sulla pila in frana, innescando una rotazione degli impalcati sulle pile adiacenti.

Tali rotazioni hanno causato la rottura dei pacchetti di neoprene di appoggio, la rottura di alcuni baggioli e lo spostamento delle travi, creando una situazione di estrema pericolosità, in particolare sull'appoggio della trave esterna.

Sono stati evidenziati i seguenti fattori di rischio (tutti conseguenti alla ridotta dimensione residua della superficie di appoggio del viadotto):

  • - la probabile formazione di un cuneo di distacco, a causa delle elevate pressioni di contatto, con conseguente perdita dell'appoggio e crollo;
  • - gli spostamenti delle pile e del terreno di base possono causare perdite di appoggio e crollo, attesa la significativa altezza delle pile e la lunghezza delle campate, in caso di sisma anche di non levata intensità,;
  • - una pur modesta traslazione, in caso di riattivazione dei movimenti franosi, della pila a sostegno della quarta e quinta campata provocherebbe, parimenti, una perdita di appoggio e, quindi, un crollo.
Ne consegue che, stante i sopraelencati fattori di rischio, il viadotto Sente non potrà ritenersi transitabile prima del completamento dei lavori di messa in sicurezza.

 

 

                                                                        IL CAPO DI GABINETTO

                                                                                 (Montemarano)

 




Pubblicato il :

 Emergenza neve superata grazie alla sinergia tra Istituzioni e Forze di Polizia

 
Con riferimento alle condizioni meteorologiche avverse che, come noto, hanno comportato, anche in provincia di Isernia, un drastico calo della temperatura e copiose precipitazioni nevose, il Prefetto di Isernia, dr.ssa Cinzia Guercio, rivolge il più vivo apprezzamento alla Provincia di Isernia, alle Amministrazioni Comunali, all'Anas, al Servizio di Protezione di Civile ed alle Associazioni di volontariato che, con ogni consentita celerità, hanno predisposto, ognuno per la propria parte di competenza, i servizi di protezione civile, sgombero neve e pulizia delle strade, assicurando tempestivi interventi per garantire il ripristino della circolazione e delle attività.

Analogo ringraziamento è stato rivolto per l'attività svolta, con la consueta competenza e professionalità, dal personale delle Forze dell'Ordine, della Polizia Stradale e dei Vigili del Fuoco, che, in una situazione di pesante disagio ambientale, coordinati dalla Sala Operativa di questa Prefettura, hanno dato piena attuazione alle previsioni del piano neve attraverso un attento presidio della viabilità, assicurando assistenza ed informazione all'utenza e garantendo in tal modo la sicurezza della circolazione.

Quest'ultima, in particolare, è stata assicurata anche grazie alle determinazioni assunte dal Comitato Operativo per la Viabilità (COV) che, riunitosi in Prefettura nella notte del 3 gennaio u.s., ha espresso parere favorevole all'adozione immediata, da parte del Prefetto, di un provvedimento di limitazione della circolazione, fuori dei centri abitati,  dei veicoli commerciali di massa complessiva a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate.

Nel corso della predetta riunione è stata richiamata, altresì, l'attenzione sulle competenze previste per gli Enti e le Forze di Polizia dal Piano neve e sono stati analizzati e predisposti i servizi di protezione civile nel caso dovessero verificarsi particolari situazioni emergenziali.

A seguito del miglioramento delle condizioni atmosferiche, in data 6 gennaio u.s., il predetto provvedimento di limitazione della circolazione è stato revocato.

Grazie alla grande professionalità dimostrata dal personale della Prefettura, delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco, che ha saputo rispondere alle richieste della cittadinanza fornendo puntuali indicazioni e attivando con speditezza ed efficacia i necessari interventi di soccorso, l'emergenza maltempo è stata superata senza registrare grandi criticità.

 

 

 

     IL CAPO DI GABINETTO

           (Montemarano)

Pubblicato il :

 Revoca divieto di transito

REVOCA del decreto prefettizio n. 187 del 3 gennaio 2019 con il quale veniva disposto il blocco della circolazione stradale dei mezzi con massa superiore alle 7,5 tonnellate su tutta la rete viaria extraurbana della Provincia di Isernia e, per l'effetto, il RIPRISTINO della circolazione viaria dei predetti mezzi a decorrere dalle ore 22:01 del giorno 6 gennaio 2019. 
 
Pubblicato il 06/01/2019
Ultima modifica il 06/01/2019 alle 21:26:31

 
Torna su